Alfa Romeo - In esclusiva a Vairano con la Tonale

4 Ruote - Lug 24,2019

Tra sogno e realtà la concept Alfa Romeo Tonale, star del salone di Ginevra dello scorso marzo, mette le ruote sullasfalto, quello della nostra pista di Vairano, in anteprima mondiale. I segreti del design, raccontati dagli stessi designer, i piani di produzione, le possibili scelte tecniche. Insomma, tutto quello che siamo riusciti a scoprire sullAlfa più attesa del momento. L'auto di serie, in calendario per la prima metà del 2021, non intende rinunciare al Dna di casa. E riserverà anche qualche sorpresa, con una gamma che si preannuncia integrale e ibrida, come potrete leggere nel nostro servizio esclusivo su Quattroruote di agosto.

Categorie: 4 Ruote

Caterham Seven - La 485 alza il tiro con la versione CSR

4 Ruote - Lug 24,2019

La Caterham ha introdotto la versione CSR della Seven 485 in concomitanza con il lancio della gamma aggiornata e compatibile con le nuove normative Wltp. La versione CSR aggiunge elementi chiave per la guida come le sospensioni push-rod anteriori, l'assale posteriore indipendente con sospensioni a doppio triangolo e differenziale autobloccante, cerchi in lega da 15", pneumatici Avon ZZS e appendici aerodinamiche frontali. L'abitacolo è inoltre rifinito con la plancia in carbonio, sedili regolabili in pelle e volante Momo. 

237 CV per 580 kg. Con un peso totale di 580 kg e una potenza di 237 CV erogata dal propulsore 2.0 Duratec, la 485 CSR viene assemblata direttamente dalla Caterham e proposta in Inghilterra a partire da 54.995 sterline, pari a circa 61.500 euro al cambio attuale. Per rendere unico il proprio esemplare sono disponibili inoltre gli accessori della linea Signature Personalisation come i parafanghi in fibra di carbonio a vista, la plancia rivestita in Alcantara, le finiture interne laterali in carbonio e le luci diurne Led. 

 

Categorie: 4 Ruote

Jaguar XE SV Project 8 - Altro giro (al Ring), altro record - VIDEO

4 Ruote - Lug 24,2019

La Jaguar ha migliorato ulteriormente il record della XE SV Project 8 sull'anello nord del Nürburgring. La berlina, che nel 2017 aveva già segnato un tempo da primato, ha riconquistato il miglior crono della sua categoria migliorando di 2,9 secondi il dato precedente, scendendo a 8 minuti, 18 secondi e 361 millesimi.

Il tempo migliora con le nuove Michelin Cup 2 R. La vettura utilizzata per questa iniziativa è dotata del pacchetto opzionale Lightweight, che elimina il divano posteriore, sostituendolo con la gabbia di protezione. L'esemplare calzava anche i nuovi pneumatici Michelin Sport Cup 2 R semi slick omologati per l'uso stradale e, per le sospensioni di serie, sono state impostate le regolazioni più estreme. Il pilota che ha ottenuto il record con la Project 8 è Vincent Radermecker, coinvolto nello sviluppo fin dalle prime fasi. Nessuna modifica alla meccanica: il V8 5.0 con compressore volumetrico eroga 600 CV ed è abbinato al cambio automatico otto marce e alla trazione integrale.

Categorie: 4 Ruote

Audi Sport - I campioni della FISI in pista con oltre 13.000 CV

4 Ruote - Lug 24,2019

Dalla neve all'asfalto, ma sempre in pista. L'Audi ha portato gli atleti della FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) sul circuito di Imola per un emozionante evento a bordo dei modelli Audi Sport. Un appuntamento ormai tradizionale nell'ambito di una partnership che lega la filiale italiana della Casa di Ingolstadt e la Federazione Italiana Sport Invernali dal 2007.

Un concentrato di potenza. In ballo c'erano oltre 13.000 CV. Gli atleti, infatti, hanno potuto provare, alla presenza degli istruttori di Audi Sport, 18 R8 V10 Performance, da 620 CV ciascuna, e sei RS 5 Sportback, che nel cofano custodiscono un V6 da 450 CV. Tra i cordoli si sono alternati in tutto 25 atleti impegnati nelle specialità di Sci di Velocità, Sci Alpino, Snowboard, Fondo, Slittino Naturale, Slittino Artificiale e Combinata Nordica. Tra i personaggi figurano gli sciatori Manfred Moelgg e Sofia Goggia, la snowboarder Michela Moioli e il fondista Federico Pellegrino. 

 

Categorie: 4 Ruote

Rolls-Royce Ghost - Test su strada per la nuova generazione

4 Ruote - Lug 24,2019

Unulteriore novità è in arrivo dalla Rolls-Royce: dopo la presentazione, al Salone di Ginevra, della Phantom Tranquillity e il debutto al Concorso deleganza Villa dEste della Wraith Eagle VIII, lultima delle sue Collection Car, il marchio britannico (di proprietà della BMW) prosegue il lavoro di sviluppo dedicato alla nuova generazione della Ghost, che potrebbe debuttare in società già nel corso del prossimo anno.

Aggiornamenti di stile. La versione attualmente in commercio è stata presentata cinque anni fa, in occasione del Salone di Ginevra. Sfruttando il successo ottenuto dalla prima generazione, la vettura fu modifica in maniera lieve, in modo tale da rimanere fedele allo stile originario. Al tempo stesso sono state introdotte una serie di novità per ammodernare il modello, come i gruppi ottici a Led e un frontale con linee più imponenti. Con il restyling, la Ghost non si è fatta mancare neppure una serie di novità hi-tech, come limpiego di una rivista grafica dellinterfaccia multimediale, la connessione wifi e il sistema Bespoke Audio. Aggiornare senza rivoluzionare, insomma: una filosofia che pare ripresa anche per questultima evoluzione. Le immagini odierne evidenziano lo stato iniziale del progetto, in quanto il muletto appare ancora camuffato in ogni componente della carrozzeria. Nonostante ciò, è possibile notare un frontale prominente, affiancato a linee delle fiancate slanciate, con un posteriore più armonioso e dimensioni (apparentemente) più compatte per la Rolls-Royce "entry-level".

Conferme o cambiamenti (tecnici)? Allo stato attuale non sono ancora disponibili informazioni ufficiali per quanto concerne laspetto tecnico. Una valida ipotesi rimane comunque la conferma, dentro al cofano, del propulsore V12 biturbo da 6.75 litri. Tuttavia non è da escludere neppure una variante elettrificata, la prima di un percorso produttivo già tracciato dal marchio. Entro il 2040 tutte le lussuose vetture dello Spirit of Ecstasy saranno infatti alimentate a elettroni, così da permettere alla Casa di Goodwood di adeguarsi alle norme anti-inquinamento internazionali.

 

Categorie: 4 Ruote

Furti dauto - 10 consigli per tentare di evitarli FOTO GALLERY

4 Ruote - Lug 24,2019

Aumentano i furti dauto: secondo le elaborazioni del Viminale, lo scorso anno sono stati ben 105.239 i veicoli rubati nella nostra penisola, con un incremento del 5,2% rispetto al 2017. Di questi, ben 64 mila sono quelli di cui si sono perse le tracce: le vetture ritrovate sono solo il 40% del totale (erano il 44% nel 2016). bene quindi tenere gli occhi aperti, magari seguendo alcune regole di comportamento. Lojack, azienda specializzata in antifurti, ne ha stilate dieci, che raccogliamo nella galleria di immagini.

Categorie: 4 Ruote

BMW Serie 2 - La Gran Coupé quasi pronta al debutto

4 Ruote - Lug 24,2019

La BMW è pronta a presentare la Serie 2 Gran Coupé e, come ormai tradizione, ne ha anticipato forme e contenuti con foto ufficiali di un prototipo ancora camuffato. Dopo la presentazione della Serie 1 a trazione anteriore era logico immaginare una evoluzione analoga per la Serie 2, ma la Casa tedesca ha scelto di presentare per prima la variante inedita di carrozzeria: la Gran Coupé, ispirata alla sorelle maggiori Serie 4 e Serie 8. La Serie 2 Gran Coupé sarà presentata a novembre al Salone di Los Angeles, mentre l'avvio delle vendite è previsto nella primavera del 2020.

La più piccola delle Gran Coupé. Le pellicole applicate alla carrozzeria, che contengono anche un QR code che rimanda a una pagina web di anticipazioni, permettono di cogliere già tutte le particolarità dello stile. Ritroviamo nel frontale l'impostazione della Serie 1 per il taglio dei gruppi ottici, mentre la fiancata è caratterizzata da cristalli privi di cornici e montante posteriore molto inclinato. I gruppi ottici posteriori, già oggetto di un precedente teaser, seguono la tedenza già vista su altri modelli recenti come la X2 e la Serie 8.

M235i xDrive per cominciare. La caratterizzazione sportiva di paraurti, assetto, gruppi ruota e scarichi è quella tipica dei modelli firmati M. La vettura delle immagini è infatti la M235i xDrive, che adotta il 2.0 turbobenzina da 306 CV proposto anche sulla Serie 1 e sulla X2 e abbinato al differenziale sportivo posteriore Torsen, che si aggiunge al sistema di controllo di trazione Arb, derivato dalla i3s e integrato nella centralina motore e nel BMW Performance Control. Logico immaginare che la gamma del modello ricalcherà in buona parte quella appena annunciata per la Serie 1, dalla quale derivano anche gli interni e le soluzioni di connettività.

Categorie: 4 Ruote

Nissan - Verso il taglio di 10 mila dipendenti

4 Ruote - Lug 24,2019

La Nissan potrebbe varare presto un pesante programma di ristrutturazione. La notizia è stata riportata da diversi organi di informazione giapponesi, tra cui l'agenzia Kyodo News e il quotidiano Nikkei, secondo cui i vertici aziendali potrebbero annunciare domani, in occasione della pubblicazione dei risultati trimestrali, il taglio di oltre 10 mila posti di lavoro in tutto il mondo. 

Serve invertire la rotta. Domani la Casa di Yokohama potrebbe dunque rivelare i dettagli di un riassetto, che l'amministratore delegato Hiroto Saikawa aveva in parte anticipato a maggio. Commentando i risultati dell'esercizio fiscale al 31 marzo 2019, Saikawa aveva promesso "drastiche misure", con possibili ripercussioni su poco meno di 5 mila lavoratori, pur di rimettere in carreggiata le performance finanziarie aziendali, nell'ultimo anno in progressivo peggioramento soprattutto sul fronte della redditività. A fronte di vendite in calo del 4,4% per colpa soprattutto dell'andamento deficitario riscontrato in Europa e negli Usa, il fatturato ha subito una flessione del 3%, mentre l'utile operativo è peggiorato del 44%. L'utile netto, poi, è sceso del 57% attestandosi a 319 miliardi (2,6 miliardi di euro), ai minimi da quasi un decennio. Inoltre, i profitti sono previsti in ulteriore contrazione nell'esercizio corrente: dovrebbero, infatti, scendere a 170 miliardi di yen. 

Il peso su Renault. ll deterioramento dei risultati finanziari ha infine determinato un impatto negativo di 56 milioni di euro sulla redditività della Renault, dal 1999 maggior azionista della Nissan nel quadro di un'Alleanza che ha visto negli ultimi mesi un peggioramento delle relazioni e del clima di collaborazione, in particolare dopo l'arresto di Carlos Ghosn e il fallimentare tentativo di fusione tra i francesi e la Fiat Chrysler. E da Parigi è stato lanciato un chiaro segnale ai giapponesi. Il presidente del gruppo transalpino Jean-Dominique Senard ha infatti chiesto pochi giorni fa al consiglio di amministrazione di valutare tutte le opzioni possibili per migliorare le performance finanziarie della Nissan.

Colpito il Sud America. I tagli, che a maggio hanno visto una prima anticipazione con l'accordo raggiunto in Spagna per eliminare 600 posizioni a Barcellona, dovrebbero interessare nel complesso oltre il 7% dei 139 mila dipendenti della Nissan. A essere colpite maggiormente dovrebbero essere le fabbriche del Sud America e, comunque, tutte quelle attività caratterizzate da una bassa redditività. Da Yokohama non sono arrivate conferme alle indiscrezioni della stampa giapponese.

Categorie: 4 Ruote

Audi - La gamma Q3 si allarga con la Sportback

4 Ruote - Lug 24,2019

La nuova interpretazione dell'Audi Q3 amplia la schiera delle Suv coupé dei Quattro Anelli e, nel contempo, fa sconfinare la denominazione Sportback nei territori delle ruote alte dove, fra laltro, verrà ancora utilizzata per identificare altre proposte sportiveggianti.

Non rinnega le origini. Il nuovo modello rientra tra le pedine delloffensiva lanciata dallAudi nel settore delle Suv che, secondo quanto annunciato un paio di mesi fa dai vertici del brand in un incontro con gli azionisti, prevede solo in questa seconda parte del 2019 larrivo di ben sette nuove proposte. Si tratta di uno schieramento in cui, accanto ad alcune primizie assolute, si affiancheranno incisivi aggiornamenti come quello che ha interessato la famiglia della Q7 e inedite interpretazioni di temi già noti. Ed è questo il caso, per lappunto, della Q3 Sportback che, dal canto suo, non fa nulla per nascondere la parentela con il modello originario, pur sfoderando una personalità marcata.

Robusta e slanciata. Per farsi strada tra le Suv coupé e per prospettare una silhouette atletica, lultima nata della famiglia Q non irrobustisce i muscoli nei lineamenti, ma definisce la zona superiore della carrozzeria, che ne slancia la silhouette. E punta anche sullespressione grintosa del frontale, su una statura ribassata di tre centimetri rispetto a quella del modello da cui deriva e, soprattutto, sul riuscito abbinamento fra stilemi caratterizzanti e proporzioni equilibrate. Limpostazione formale della Sportback non intacca nemmeno il perimetro della carrozzeria, che rimane praticamente uguale a quello della vettura da cui nasce: sono soltanto i 1,6 centimetri in più in lunghezza rispetto alla Q3.

 

Riuscito incontro tra forma e funzione. A dispetto di quanto suggerirebbero statura, profilo e andamento del padiglione, labitacolo della Sportback è ampio tanto quanto quello della Q3. Questa fattore ha permesso di non rinunciare al divano posteriore che può scorrere per 13 centimetri, consentendo di modulare a seconda delle esigenze la volumetria interna a favore della zona passeggeri o di quella di carico. Al riguardo va aggiunto che la capacità di base del bagagliaio si attesta sempre a 530 litri, mentre si ridimensiona un po quella massima, che scende da 1.525 a 1.400 litri.

Fa progredire la digitalizzazione e la connettività. Anche latmosfera dellabitacolo ricalca quella della Q3 tradizionale. Tuttavia, la Sportback non si esime dellinnalzare ulteriormente lasticella della dotazione tecnologica. Così, oltre a mettere a disposizione per tutte le versioni la strumentazione digitale configurabile Virtual Cockpit, la nuova sport utility introduce nella famiglia Q3 altre soluzioni hi-tech. Si tratta del sistema dinfotainment con assistente personale intelligente e unestensione della connettività che affianca ad Alexa di Amazon anche il Car-To-X integrato per il rilevamento dellonda verde dei semafori e il collegamento wireless di Apple CarPlay.

Prima benzina e diesel, poi anche mild-hybrid. Inoltre, fra qualche mese la Q3 Sportback porterà allesordio un inedito powertrain mild-hybrid. Si tratta di ununità di 1.5 litri con 150 CV con tecnologia a 48 V, che darà vita alla 35 TFSI. Nel frattempo, la famiglia debutta con le versioni a benzina 45 TFSI, spinta da un 2.0 litri sovralimentato con 230 CV, e turbodiesel 35 e 40 TDI, mosse da unità di 2.0 litri con potenze di 150 e 190 CV. Le Q3 Sportback meno potenti saranno proposte con il cambio manuale e la trazione anteriore, le altre declinazioni con la trasmissione a doppia frizione S tronic e la trazione integrale quattro. Questultima, tuttavia, si potrà richiedere anche per la 35 TDI.

Categorie: 4 Ruote

Jaguar - Confermata la Suv J-Pace, che potrebbe avere una "sorellina"

4 Ruote - Lug 23,2019

Dal 2020 la Jaguar lancerà una serie di novità e, tra queste, cè la grande Suv J-Pace. Ma non solo: forse il Giaguaro amplierà la gamma a ruote alte anche verso il basso, con larrivo di una sport utility compatta. Il tutto trapela da un comunicato del World Car of The Year, la cui giuria ha ricevuto unanteprima dei modelli in uscita dopo capodanno. Nella lista ci sono anche la già annunciata XJ elettrica e una rinnovata F-Type.

Con la Cayenne nel mirino. Le Suv, però, sono largomento di più stretta attualità. Perché la J-Pace è davvero alle viste ve lavevamo ampiamente anticipata, con tanto di ricostruzione grafica, addirittura sul numero di agosto 2018 e punta in alto. Con lei, la Jaguar vuole infatti sfidare le migliori del segmento E, compresa la Porsche Cayenne, sua rivale naturale alla luce dellimpronta sportiva che ci si attende dallinglese. Presumibilmente costruita sulla stessa base della Range Rover ma con una connotazione, a partire dalle linee della carrozzeria, molto differente.

Unaltra baby. La genetica ereditata dal ramo Land Rover porterebbe la Jaguar J-Pace a offrire motori a sei e otto cilindri a V, a benzina e gasolio. E soprattutto una variante ibrida plug-in, fondamentale per il futuro. Un futuro che potrebbe regalare alla nuova ammiraglia a ruote alte della Casa anche una sorellina. La Jaguar, infatti, non ha escluso la possibilità di aggiungere al listino una (o più) Suv entry-level, più compatte e meno costose della E-Pace, lunga 4,40 metri e venduta in Italia con prezzi a partire da 37.450 euro.

Categorie: 4 Ruote

Porsche 911 - L'approfondimento tecnico di Paolo Massai - VIDEO

4 Ruote - Lug 23,2019

nata sbagliata. Con il motore a sbalzo, al di là delle ruote posteriori. Eppure la Porsche 911 è riuscita a guarirsi e poi a migliorarsi fino a diventare una delle sportive più desiderabili e totalizzanti in circolazione. La sua camaleontica capacità di adattarsi alla guida quotidiana, così come al track day domenicale ormai non fa (quasi) più notizia. A differenza delle sue soluzioni meccaniche che, ancora una volta, stupiscono per originalità e qualità realizzativa.

Polarizzante. unauto che divide la 911. Cè chi la adora e chi la trova irrimediabilmente noiosa, perché sempre uguale a se stessa. Eppure, rimane un oggetto dallindiscutibile fascino ingegneristico, proprio per via di quelle contraddizioni intrinseche alla sua stessa natura di supercar tutta dietro. Ce lo dimostra, ancora una volta, lingegner Paolo Massai, in un video di approfondimento tecnico a 360 gradi.

Categorie: 4 Ruote

Audi - Avviati i collaudi della RS Q3 Sportback

4 Ruote - Lug 23,2019

Con la Q3 Sportback ormai vicina al debutto l'Audi sta proseguendo i test della sua futura variante sportiva, la RS Q3 Sportback, che affiancherà l'analoga variante sportiva attesa sulla Q3. 

L'aggressiva RS. Il prototipo di queste foto spia non lascia molti dubbi sulla sua vera identità. Alla carrozzeria con la zona posteriore più dinamica, specifica della Q3 Sportback, sono abbinate infatti soluzioni di chiaro stampo sportivo come le prese d'aria frontali di grandi dimensioni, i cerchi in lega maggiorati con impianto frenante specifico, l'assetto ribassato e il doppio terminale di scarico ovale. Sotto le pellicole spunta anche una tinta verde accesso, rara da vedere in casa Audi ma sicuramente adatta a un modello di nicchia come questo.

400 CV dal 5 cilindri. In assenza di conferme ufficiali, l'ipotesi più accreditata è che le versioni RS della Q3 e della Q3 Sportback siano destinate a ereditare il cinque cilindri da 2.5 litri turbo della RS3, raggiungendo quindi quota 400 CV. Scontato l'abbinamento con il cambio Dsg e la trazione quattro. 

 

Categorie: 4 Ruote

Salone di Francoforte 2019 - Tutte le novità in arrivo alla rassegna tedesca - FOTO GALLERY

4 Ruote - Lug 23,2019

Siamo sempre lì. I saloni perdono adesioni, e anno dopo anno il conto dei marchi che non vanno si fa via via più consistente. Un discorso valido per tutte le principali rassegne mondiali, che coinvolge pesantemente anche quelle che riguardano più da vicino noi europei. Ma se anche Ginevra, manifestazione neutrale per vocazione e geografia, ha iniziato a perdere pezzi, bisogna guardare a quanto accade negli spazi espositivi dei saloni di Parigi e Francoforte, più schierati con le due principali industrie automobilistiche del continente, per percepire le dimensioni del fenomeno nella loro reale estensione.

Toyota, Fca, Psa: tre assenze pesantissime. Il 2019, nella tradizionale alternanza biennale tra la Ville Lumiére e la capitale finanziaria della Germania, è il turno di quest'ultima. Già colpita da numerose defezioni nelle edizioni 2015 e soprattutto 2017, l'Internationale Automobil-Ausstellung di quest'anno dovrà fare i conti con buchi quasi neri. Tra quelli che hanno già messo nero su bianco la loro assenza, spiccano tre colossi dell'industria mondiale: l'intero gruppo Toyota, l'intero gruppo Fca (compreso il corollario di Ferrari) e il gruppo Psa, con la sola eccezione di Opel, per cui si è nazionalisticamente (e politicamente) scelto di sottolineare l'impegno e il legame con la madrepatria.

Il Giappone manca in blocco (Honda esclusa). Detto di chi manca, e l'elenco prosegue con la Volvo, l'industria giapponese in blocco (Nissan, Mazda, Mitsubishi, Subaru, Suzuki, ma c'è la piccola elettrica Honda e, una protagonista annunciata) e il polo britannico del lusso (Aston Martin, Lotus, McLaren, Rolls-Royce), bisogna sottolineare i numerosi spunti d'interesse di questa edizione del Salone tedesco, che pure non mancano.

Volkswagen, ecco le elettriche di serie. Il primo fra tutti, naturalmente, è costituito dall'ennesima dimostrazione di forza del gruppo Volkswagen sul fronte dell'elettrificazione: non solo a Francoforte vedremo (secondo informazioni non ancora ufficiali) una nuova concept Audi e-tron, ma soprattutto due pesi massimi di serie: la Porsche Taycan, con cui il colosso fa il suo ingresso nel mercato dell'ultra-lusso a zero emissioni e soprattutto la versione di serie dell'elettrica Volkswagen ID.3 che, sempre stando a voci non confermate, dovrebbe arrivare nelle concessionarie europee entro la metà dell'anno prossimo.

BMW, la prima di Zipse (con una possibile concept a sorpresa). I padiglioni della fiera sulle rive del Meno saranno anche la prima prova del fuoco per Oliver Zipse, il nuovo amministratore delegato della BMW. Promosso dalla sua carica di responsabile della produzione, ha preso da pochi giorni il posto di Harald Krüger, ed è chiamato a rilanciare con più convinzione la scommessa sulle zero emissioni, riuscendo al contempo nel gioco d'equilibrio di non distruggere i profitti: degne rappresentanti delle due necessità saranno da un lato la Mini elettrica di serie, dall'altro la terza serie della BMW X6, una delle "cash cow" più fertili del gruppo. Sorprese dell'ultim'ora? Vedremo. Forse una concept che, secondo voci di corridoio potrebbe anticipare la prossima generazione della Serie 4.

Mercedes, tra nodi da sciogliere e nuovi modelli. Se a Monaco hanno i loro motivi per grattarsi la testa, a Stoccarda non è che l'aria sia molto più serena. L'avvicendamento al vertice tra il leggendario Dieter Zetsche e il suo delfino Ola Källenius, i quattro profit warning in quattro trimestrali, l'imminente rottura degli accordi industriali con Renault-Nissan, i costi legati alle vicende dei diesel da aggiornare e del richiamo airbag Takata: le questioni da dirimere sono tante. Ma anche i modelli nuovi in arrivo: oltre alla presenza scontata della nuova GLB, vanno segnalate due possibilità. Da un lato l'arrivo del plug-in su Classe A e Classe B, dall'altro la probabile sorpresa del lancio della GLE Coupé, rivale diretta della X6.

Del resto, se X5 e GLE erano state lanciate in contemporanea a Parigi 2018, ti pare che non fanno il ritorno del derby proprio al salone di casa?

Categorie: 4 Ruote

Volkswagen Touareg - Una serie limitata per il traguardo del milione

4 Ruote - Lug 23,2019

La Volkswagen ha creato una serie limitata per celebrare il raggiungimento di un ambizioso traguardo: sono stati infatti prodotti un milione di esemplari della Suv Touareg, introdotta sul mercato per la prima volta nel 2002. Ancora da definire l'eventuale disponibilità in Italia. 

Una serie limitata celebrativa. La Touareg One Million, basata sulla terza generazione della Suv recentemente presentata, è caratterizzata da finiture e particolari dedicati. La dotazione include i cerchi in lega da 20" con finitura Adamantium Silver, i gruppi ottici posteriori oscurati, i badge sui montanti, la finitura nero lucido dei passaruota e del diffusore posteriore e gli interni in pelle Puglia, colorata con estratti di foglie d'oliva e ricamata da cuciture romboidali Amber Brown. Tra gli optional figurano i cerchi da 21", il pacchetto estetico R-Line Black Style e l'esclusiva tinta esterna Sechura Beige, non disponibile sulle altre versioni della Touareg. 

Categorie: 4 Ruote

Anas - Ripresi i lavori sul viadotto della E45

4 Ruote - Lug 23,2019

LAnas ha reso noto di aver ripreso i lavori di risanamento e adeguamento sismico del viadotto Puleto sulla strada statale 3bis Tiberina, meglio conosciuta come superstrada E45 che collega Ravenna con Orte e costituisce unalternativa ai collegamenti autostradali. Il manufatto, che si trova tra le località Valsavignone e Canili in provincia di Arezzo, era stato posto sotto sequestro in gennaio dalla procura della città toscana nel quadro delle indagini relative al cedimento di una piazzola della E45 che aveva sollevato timori in merito alla sicurezza dellinfrastruttura. La chiusura ha comportato deviazioni e disagi prolungati per tutto il traffico interessato allarteria. La magistratura, nel prendere il provvedimento, si era basata sulle valutazioni di una commissione di tecnici in merito allo stato di logoramento di un pilone del viadotto e ai possibili rischi, connessi soprattutto al transito dei mezzi pesanti.

Massa limitata. I lavori appaltati dallAnas riguardano il risanamento del calcestruzzo, il rifacimento delle solette e lammodernamento delle barriere laterali; linvestimento complessivo è di 2,5 milioni di euro e la durata del cantiere è prevista in 200 giorni. Il transito nel tratto della E45 in questione è consentito a tutti i veicoli con massa effettiva non superiore a 30 tonnellate, come disposto il 10 luglio dallautorità giudiziaria; lAnas può fornire informazioni sulla transitabilità della strada al numero verde 800.841148 e attraverso lapplicazione Vai, disponibile su App store e Play store.

Categorie: 4 Ruote

Prova speciale - Etilotest: funzionano davvero?

4 Ruote - Lug 23,2019

Fa caldo, la compagnia è piacevole, lestate rende più socievoli: un cocktail, poi un altro E, quando è il momento di andare a casa, ci si mette al volante. Il problema è che, in caso di un controllo da parte delle forze dellordine o, peggio, di un incidente, il codice della strada è molto chiaro: non si guida se il tasso alcolemico supera gli 0,5 g/l e se il valore va oltre 0,8 diventa un reato penale, con tutto quello che ne consegue. Meglio evitare questo rischio, quindi. Ma come si fa per sapere se si è in regola con la legge? Anche una persona apparentemente sobria può sforare il limite legale: meglio, quindi, sottoporsi a un controllo volontario con uno dei tanti etilotest in vendita sul web o nelle farmacie.

Le prove. Tutto facile, dunque: ma sono affidabili questi strumenti, offerti a volte per pochi euro? Per saperlo, non cera che provarlo: ce ne siamo procurati dieci, abbiamo indotto tre colleghi, di peso e corporature differenti, a bere uno o più cocktail, preparati con la collaborazione de Il Cucchiaio dArgento, testata di riferimento nel mondo enogastronomico della nostra casa editrice, e di Federico Volpe, bar manager di un locale milanese,  e li abbiamo sottoposti alletilometro della polizia stradale. Poi, uno per uno, li abbiamo fatti soffiare negli etilotest acquistati, per confrontarne i risultati con quelli dello strumento ufficiale delle forze dellordine. Sul numero di Quattroruote di agosto trovate tutti gli esiti delle nostre prove, coi giudizi sullaffidabilità e sulla facilità duso dei singoli strumenti. Ferma restando una convinzione: il tasso dalcol migliore per chi guida è sempre quello zero. Perché con la sicurezza non si scherza.

Categorie: 4 Ruote

Cani e gatti - Tutto ciò che serve sapere per farli viaggiare bene in auto

4 Ruote - Lug 23,2019

Con l'esodo estivo ormai alle porte (per il quale l'Anas ha predisposto il piano traffico), è tempo di pensare, oltre che a come far viaggiare bene i bambini, anche a come trasportare al meglio cani e gatti che vi seguono in vacanza.

Cosa prevede la legge. A norma dellarticolo 176 del Codice della strada, non sono previste particolari condizioni per il trasporto di un solo animale domestico, che può quindi trovare una libera sistemazione nellabitacolo, a patto che non costituisca impedimento o pericolo per la guida. Qualora gli animali siano più di uno, invece, è necessaria ladozione di apposita gabbia o contenitore o di una rete o altro strumento divisorio che consenta la loro sistemazione in sicurezza nella zona posteriore del veicolo. In questultimo caso, è meglio utilizzare una soluzione removibile: linstallazione permanente, infatti, deve essere autorizzata dallufficio provinciale della Motorizzazione.

Le soluzioni delle Case. Alcuni costruttori già prevedono specifici accessori dedicati agli animali da compagnia. La Nissan, per esempio, ha lanciato sul mercato il kit Trainer per le X-Trail, nato a seguito del notevole interesse riscosso dal prototipo 4Dogs. Il pacchetto, acquistabile anche da chi ha già la vettura, comprende un rivestimento ad hoc per il bagagliaio, la griglia divisoria, la doccia, un telo impermeabile e uno per lasciugatura, nonché una rampa telescopica per agevolare laccesso del cane. Anche la Land Rover prevede una linea di accessori creata per gli animali, al pari della Citroën. E la BMW, tra le varie dotazioni per gli amici a quattro zampe, propone una specifica imbragatura, da agganciare alle cinture di sicurezza. Inoltre, per chi ha la necessità di lasciare l'animale in occasione di una breve sosta, la Tesla ha ideato il Dog Mode: attivandolo, la vettura viene chiusa, ma il climatizzatore rimane in funzione alla temperatura impostata, che è indicata sul display di bordo insieme a un messaggio per rassicurare i curiosi.

Categorie: 4 Ruote

Monopattini & Co - Parte la sperimentazione sulla micromobilità

4 Ruote - Lug 23,2019

Entra definitivamente in vigore il 27 luglio il decreto del 4 giugno 2019 dedicato alla sperimentazione della circolazione su strada di dispositivi per la micromobilità elettrica: tradotto dal linguaggio giuridico, significa che viene reso legale lutilizzo di mezzi di trasporto come i monopattini elettrici, finora impiegati in barba ai divieti vigenti da utenti e società di noleggio. Questo non vuol dire che le nostre città si possano riempire di questi dispositivi, impiegati a piacere dagli utenti ove gli pare, con i pericoli che ne possono derivare: anzi, la legge fissa paletti ben precisi alla loro circolazione, che è bene ricordare.

Le norme tecniche. Innanzitutto, la norma ammette alla sperimentazione solo determinate categorie di dispositivi e precisamente hoverboard, segway, monopattini e monowheel. I dispositivi non auto-bilanciati (leggi i monopattini) devono avere un motore elettrico di potenza non superiore a 50 Watt ed essere muniti di segnalatore acustico (obbligatorio anche per i segway, che rientrano nella categoria degli auto-bilanciati). Nessun dispositivo può essere dotato di posti a sedere e il loro impiego è consentito solo in piedi. Con loscurità (da mezzora dopo il tramonto) o in condizioni atmosferiche avverse, non possono essere utilizzati gli strumenti privi di luce anteriore e di catadiottri. Tra le altre caratteristiche dei dispositivi rientrano lobbligo di un regolatore di velocità che non consenta di superare i 20 km/h, che si riducono a 6 km/h nelle aree pedonali.

Dove si possono usare. Lutilizzo degli strumenti di micromobilità non è permesso ovunque, come qualcuno già pensa di poter fare. Ogni comune, infatti, deve autorizzare in via sperimentale la loro circolazione esclusivamente in ambito urbano, in aree pedonali, su percorsi pedonali e ciclabili, in piste ciclabili con sede propria e su corsie riservate, nelle zone 30 e sulle strade con limite di velocità di 30 km/h; agli enti locali spetta prevedere la regolamentazione relativa alla sosta dei dispositivi. Le amministrazioni hanno anche lobbligo dinstallare lungo le infrastrutture stradali una specifica segnaletica verticale e orizzontale, avviando al tempo stesso una campagna dinformazione sulla sperimentazione (che avrà una durata non inferiore a un anno e non superiore ai due).

Chi li può utilizzare. I dispositivi per la micromobilità elettrica possono essere condotti solo da maggiorenni o da minorenni in possesso della patente AM (quella per i ciclomotori, per intenderci). Nella guida non è mai consentito il trasporto di passeggeri ed è obbligatorio mantenere un andamento regolare, in relazione al contesto della circolazione, evitando manovre brusche e acrobazie e comportamenti che causino intralcio al transito normale dei pedoni; nelle aree pedonali non è consentito superare i 6 km/h (e si deve attivare il limitatore di velocità). Dopo il tramonto fino a mezzora prima dellalba i conducenti di segway e monopattini elettrici che circolino sulle strade con limite di 30 km/h o sulle piste ciclabili devono indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti, previste dallart. 162 del Codice della strada. Come si vede, non mancano limiti dutilizzo e rigide prescrizioni: la sicurezza, infatti, viene prima di tutto. E alcune tragedie già verificatesi in metropoli europee, da Parigi a Londra, dimostrano come sia indispensabile imporre regole ferree anche alla mobilità ritenuta più ecocompatibile.

Categorie: 4 Ruote

Finanziamenti - FCA e Crédit Agricole, continua la partnership

4 Ruote - Lug 23,2019

La strada dei nuovi modelli di acquisizione delle auto è segnata e Fiat Chrysler Automobiles la sta cavalcando grazie al rinnovo dell'accordo con Crédit Agricole Consumer Finance, con la quale ha creato FCA Bank. Questa joint venture paritetica permette di rafforzare l'offerta di noleggio e mobilità ampliando ulteriormente la gamma di prodotti", sostengono i due gruppi in un comunicato congiunto. "Inoltre", prosegue la nota, "i termini dell'accordo rinnovato sono sostanzialmente identici a quelli dell'accordo attuale, che hanno consentito a FCA Bank, fin dall'inizio della partnership, di raddoppiare la produzione e di triplicare l'utile netto, controllando nel contempo le spese e il rischio credito".

Accordo rinnovato automaticamente. L'intesa varrà fino al dicembre 2024, ma è previsto un rinnovo automatico, con lobiettivo di preservare il valore e la sostenibilità a lungo termine di FCA Bank. Quest'ultima è operativa su 18 mercati e sovrintende 18 marchi, tra cui Leasys, captive del gruppo italo-americano che al momento gestisce 260 mila veicoli, con 45 mila clienti in sette mercati.  

 

Categorie: 4 Ruote

Millennials On The Road - Gli allievi del Master in Marketing Auto guidano la Ford Focus Active - VIDEO

4 Ruote - Lug 23,2019

Terzo turno di guida per i millennials del nostro corso di Marketing Automobilistico che si è appena concluso all'Accademia Editoriale Domus. Sullo stage, Mattia e Simone, di 29 e 23 anni, molto appassionati di auto e anche molto contenti di guidare un modello ricco di dotazioni come la Ford Focus Active. Da "nativi digitali" hanno apprezzato sopratutto il nuovo sistema multimediale Sync 3.

Missione possibile. Raccontate quest'auto a ruota libera - questa era la sola richiesta ai giovani studenti - usando linguaggio e stile da millennials. Qualcuno ci è riuscito più di altri: dopo due mesi di "full immersion" nella realtà di Quattroruote si diventa un po' tutti giornalisti dell'automobile. E ci sono ancora molte auto da raccontare: si va avanti sino a ottobre.    

Categorie: 4 Ruote