Ferrari - Laurea ad honorem in Design per Flavio Manzoni

4 Ruote - Mag 27,2024

L'Università di Firenze ha deciso di conferire la laurea magistrale honoris causa in Design a Flavio Manzoni, attuale responsabile del centro stile della Ferrari. Il titolo accademico sarà consegnato domani, 28 maggio, dalla rettrice Alessandra Petrucci durante un'apposita cerimonia che vedrà la presenza del direttore del dipartimento di Architettura, Giuseppe De Luca, e del presidente della Scuola di Architettura, Susanna Caccia Gherardini. La laudatio sarà tenuta da Laura Giraldi ed Elisabetta Cianfanelli e sarà seguita da una lectio magistralis di Manzoni dal titolo "Il Design è un pipistrello".

Le motivazioni. La laurea viene assegnata al designer sardo per il contributo "all'evoluzione e alla storia del design automobilistico". I suoi progetti multidisciplinari, icone a livello internazionale, hanno elevato lo stile italiano, coniugando le tecnologie innovative con il genius loci mostrando come, attraverso una complessa attività di sintesi, sia possibile far convivere funzionalità tecnica e bellezza formale", si legge nella motivazione.

Categorie: 4 Ruote

Usato - Unrae: "A marzo, scambi in calo dopo 15 mesi di crescita"

4 Ruote - Mag 27,2024

L'Unrae ha pubblicato la sua consueta analisi mensile del mercato delle auto usate. A marzo, i trasferimenti di proprietà sono calati per la prima volta dopo 15 mesi di crescita, attestandosi a 469.634 contratti, il 3,7% in meno rispetto a un anno fa. In particolare, gli scambi netti sono scesi del 3,8% a 265.302 e le minivolture del 3,5% a 204.332. Nel primo trimestre, i passaggi sono stati 1.386.403 passaggi (+8,2%), di cui 793.664 netti (+7,9%) e 592.739 minivolture (+8,2%). 

I trasferimenti netti. Tra i trasferimenti netti, primeggia ancora il diesel, anche se la sua quota scende dal 48% al 45%. In contrazione anche le auto a benzina (dal 39% al 38,8%) e quelle a metano (dal 2,4% al 2,2%), mentre salgono le Gpl (dal 4,4% al 4,9%), le ibride non ricaricabili (dal 5,1% al 7,4%), le ibride plug-in (dallo 0,6% allo 0,9%) e le elettriche (dallo 0,5% allo 0,7%). Quanto alla tipologia dei contraenti, flette la quota degli scambi tra privati/aziende (dal 56,2% al 55,9%), recuperano leggermente quelli da operatore a cliente finale,  crescono gli scambi provenienti da Km0 e cedono quelli provenienti dal noleggio. Dal punto di vista dell'anzianità, l'Unrae segnala la riduzione, dal 49,6% al 47,5%, della quota dei trasferimenti netti di vetture con oltre 10 anni di anzianità. Sale dal 15,3% al 16,8% la quota delle auto da 6 a 10 anni, dal 12,5% al 13,3% quella delle vetture da 4 a 6 anni, dal 4,3% al 4,4% quella veicoli da 1 a 2 anni e dal 6,3% al 6,6% la fascia da 0 a 1 anno. In calo la quota delle auto da 2 a 4 anni (dall'11,9% all'11,2%).

Le minivolture. Sul fronte delle minivolture, il diesel rimane l'alimentazione preferita con il 49,6% dei contratti (54% un anno fa), mentre si contrae la quota delle autovetture con più di 10 anni (dal 39,7% al 36,7%). 

 

Categorie: 4 Ruote

Villa dEste - Officine Fioravanti, nasce il reparto Evoluzioni Tecniche

4 Ruote - Mag 27,2024

Officine Fioravanti presenta nel weekend di Villa d'Este il nuovo reparto Evoluzioni Tecniche e svela le prime due vetture sviluppate: l'Alfa Romeo 8C e la Ferrari 512 BB. L'obiettivo di questi progetti e del nuovo reparto è quello di lavorare su modelli iconici e aggiornarli dal punto di vista tecnico per esaltare le prestazioni in base ai desideri dei singoli clienti. Oltre alle due auto presentate, Evoluzioni Tecniche sta preparando anche una Ferrari Testarossa, che sarà svelata nei prossimi mesi.

Cambio manuale e assetto Ohlins per la 8C. L'Alfa Romeo 8C, ribattezzata 8C M, riempie il vuoto lasciato dai tecnici Maserati e Alfa Romeo nel 2007, quando fu lanciata la serie limitata di 500 esemplari: Fioravanti ha infatti sostituito il cambio automatico robotizzato con un manuale sei marce, modificato la gestione elettronica del motore e l'impianto di scarico e montato l'impianto frenante carboceramico e un nuovo assetto regolabile a controllo elettronico firmato Ohlins.

Nuovo impianto di iniezione per la BB. Per la Ferrari 512 BB è stata invece scelta una strada diversa, lavorando principalmente sull'affidabilità. Per il motore è previsto il passaggio all'alimentazione a iniezione, nascosta in elementi ricavati dal pieno che riprendono le forme dei carburatori originali, inoltre l'impianto elettrico è stato completamente ricostruito con standard attuali: ciò rende la vettura molto più affidabile e piacevole da utilizzare anche su lunghi tragitti. Il design è rimasto immutato e tutte le modifiche sono reversibili.

Categorie: 4 Ruote

Furiconcorso - F1 (e non solo) in riva al lago di Como

4 Ruote - Mag 27,2024

FuoriConcorso, il party motoristico organizzato da Guglielmo Miani e dal suo team di collaboratori, ha ulteriormente rafforzato il proprio status all'interno di quella che ormai è una sorta di car week lariana legata al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este. L'evento, nato nel 2019 come un raduno di Bentley Continental degli anni Novanta, in pochi anni ha iniziato a risplendere di luce propria. Come? Riuscendo a servire, con professionismo sempre maggiore, un cocktail ottimamente calibrato nel cui disciplinare si trovano vetture da cardiopalma, un set multi location invidiabile e un lifestyle raffinato ma modern-glam; un inno contemporaneo alla dolce vita, shakerato su misura e con matura esperienza, con dei tocchi di sapore aggiuntivo fornito dai talk, dagli happening, dai trepunti vintage da corsa che oggi, nel tardo pomeriggio, sfrecciavano nelle acque antistanti.

Quest'anno il tema dell'evento era British Racing Green, il fu colore ufficiale delle vetture da competizione costruite Oltremanica. Ecco quindi una mostra diffusa e ben ragionata delle auto più belle, veloci e vincenti costruite sotto l'egida della regina Elisabetta: barchette, bolidi a ruote coperte, monoposto, carrozzerie speciali. Auto da veri connoisseur. Varcando il cancello di Villa del Grumello, si risaliva una griglia ordinata di Formula 1 iconiche, multicolore, irresistibili, dagli anni Sessanta fino alla prima metà degli anni 2000.

Ma attenzione, non c'era solo la vecchia scuola, non c'era solo il pezzo prestato dalla collezione dell'amico di... Anche l'edizione 2024 di FuoriConcorso ha saputo catturare parecchi big come Aston Martin, Porsche e Koenigsegg in primis, ma anche Lotus, Pagani, Gemballa Marc Philipp, con la sua Marsien e Zagato. Se per la Casa di Gaydon interpretare il tema portante è stato un gioco da ragazzi, per la Porsche è stato più difficile: la Casa tedesca ha quindi pensato di esibire, tra le altre, una 911 Turbo S, una Taycan 4S e la nuova Macan Turbo in tre colorazioni green davvero degne di nota.

E se sabato molti addetti ai lavori hanno trascorso gran parte della loro giornata a Villa d'Este nell'attesa di conoscere la vincitrice della Coppa d'Oro, la domenica anche per la sempre crescente affluenza al public day di Villa Erba FuoriConcorso è diventato il vero place to be. Per oziare e passeggiare, in relax, ospiti di un giardino meraviglioso. All'ombra di alberi secolari, in posizione privilegiata sul Lago. Cullati da cibo, drink e musica. La vera dolce vita, ma punteggiata di auto da sogno. Statiche, si capisce, ma non sempre in silenzio. La pace di questa oasi dove si è celebrata la passione più ricercata per le quattro ruote è stata interrotta solo dal suono delle cornamuse che calamitavano i presenti verso uno dei momenti clou: l'accensione dei motori. Il rito ha raccolto attorno alla protagonista di turno folti gruppi, pronti a godersi l'eccitante sinfonia. I meccanici attorno al V6, al V8, al V10 o al V12 in questione, la folla a incitarli nel bissare l'acuto più bello. FuoriConcorso, nato qualche anno fa come alternativa pop al Concorso che si tiene a pochi chilometri di distanza, oggi è già la vera meta prediletta dai più. Insomma, un vero successo.

Categorie: 4 Ruote

Mazda - Tutti i modelli con incentivi (e il contributo extra) della Casa giapponese

4 Ruote - Mag 27,2024

La Mazda ha annunciato le promozioni abbinate ai nuovi incentivi statali 2024, che coinvolgono sei modelli della casa giapponese: la Suv compatta MX-30 per la fascia 0-20 g/km, le MX-30 R-EV e CX-60 per la fascia 21-60 g/km, le Mazda2, Mazda2 Hybrid, Mazda3 e CX-30 per la fascia 61-135 g/km di CO2.

Le offerte. La piccola Mazda 2, disponibile sia a benzina sia con powertrain mild hybrid, in caso di rottamazione di un veicolo fino a Euro 2 è disponibile a partire da 15 mila euro. La Mazda2 Hybrid, gemella della Toyota Yaris, con il cumulo degli incentivi statali e del contributo della Casa giapponese è offerta a partire da 17.600 euro, sempre con rottamazione di un Euro 2 o inferiore. La Mazda3, disponibile con motorizzazioni mild hybrid, parte da 21.500 euro, mentre la crossover CX-30 da 21.800 euro.

Elettrica e plug-in (in serie). La crossover MX-30 è disponibile sia con powertrain 100% elettrico sia con il rotativo Wankel a fare da generatore, realizzando quella che al momento è l'unica plug-in in serie sul mercato. Con gli incentivi per la rottamazione di un Euro 2 o inferiore e il contributo della Mazda, il prezzo di listino di questi modelli parte rispettivamente da 20 e 26 mila euro.

La Suv 4x4. Accede agli incentivi statali per le plug-in anche la versione d'attacco della grande CX-60 con motorizzazione Phev da 327 CV e trazione integrale: in caso di rottamazione di una Euro 2, insieme al contributo della Casa giapponese, beneficia di uno sconto di 14.750 euro sul prezzo di listino, che da 54.885 euro scende a 40.135 euro.

Categorie: 4 Ruote

Toyota - Al via uno studio su e-fuel e bio-carburanti per il 2030

4 Ruote - Mag 27,2024

La Toyota ha avviato, insieme alle connazionali Idemitsu Kosan, Eneos e Mitsubishi Heavy Industries, uno studio sulla diffusione di carburanti a zero emissioni (complessive) di carbonio che contribuiscano alla decarbonizzazione delle automobili. Le quattro aziende giapponesi puntano a lanciare sia carburanti sintetici (e-fuel) sia biocarburanti in Giappone intorno al 2030. 

Gli obiettivi dello studio. Le aziende, ognuna delle quali svolge uno specifico ruolo nel campo della mobilità (Idemitsu ed Eneos operano nel settore energetico e petrolifero, Mitsubishi Heavy Industries in vari campi industriali e Toyota nella mobilità), lavoreranno insieme con due obiettivi prioritari: discutere e studiare scenari e tabelle di marcia per l'introduzione di carburanti a zero emissioni di carbonio nel mercato automobilistico giapponese e i vari sistemi necessari per la loro diffusione; studiare la fattibilità della produzione in base a diverse prospettive come la sicurezza energetica del Giappone.

Categorie: 4 Ruote

Francia - Verkor ottiene un maxi-finanziamento per la gigafactory di Dunkerque

4 Ruote - Mag 27,2024

Verkor, startup francese sostenuta anche dalla Renault, si è assicurata un finanziamento bancario da 1,3 miliardi di euro. Il prestito è garantito da un pool di 19 banche commerciali e pubbliche ed è destinato a sostenere il progetto per la costruzione di una fabbrica di batterie a Dunkerque, nella Francia settentrionale. 

Il sostegno pubblico. Il finanziamento, che porta a oltre 3 miliardi di euro la raccolta fondi finora condotta dalla Verkor per la sua gigafactory e per un centro di ricerca, è stato concesso, tra gli altri, da BpiFrance, istituzione governativa francese grande azionista di Stellantis, e, soprattutto, dalla Banca europea per gli investimenti, che ha garantito 400 milioni di euro, di cui 270 milioni in prestiti diretti sotto il mandato InvestEu della Commissione europea. Tra le varie banche commerciali figurano sia colossi internazionali del calibro di Santander e Société Générale, sia importanti istituzioni locali come Banque Postale, Caisse d'Epargne et de Prévoyance Hauts de France e Caisse d'Epargne Rhne-Alpes: nel complesso contribuiranno con 961 milioni di euro di prestiti privilegiati, di 282 milioni garantiti dal governo francese nell'ambito del programma "Garantie des Projets Stratégiques" gestito da BPI Assurance Export. Infine, il sostegno pubblico si concretizzerà anche con il coinvolgimento della Banque des Territoires del gruppo Caisse des Dépts, che ha concesso un prestito ponte di 130 milioni di euro e un finanziamento subordinato di 150 milioni di euro.

Categorie: 4 Ruote

Carburanti - Il prezzo medio del diesel scende ai minimi annuali

4 Ruote - Mag 27,2024

Le quotazioni dei prodotti raffinati continuano a scendere, spingendo al ribasso i costi dei carburanti alla pompa. In particolare, secondo le ultime rilevazioni di Staffetta Quotidiana, il prezzo medio del diesel in modalità "fai da te" ha toccato il livello minimo del 2024 a 1,725 euro/litro, nonché la soglia più bass dal 25 luglio 2023. Nel mentre, Q8 ha anche ridotto di un centesimo al litro i prezzi consigliati della benzina.

Le medie nazionali. Entrando nello specifico delle medie dei prezzi comunicati dai gestori all'apposito osservatorio del ministero delle Imprese, al self service la verde quota a 1,874 euro/litro (-6 millesimi rispetto alla precedente rilevazione) e il gasolio, per l'appunto, a 1,725 euro/litro, Gpl a 0,711 euro/litro (-1), 1,318 euro/kg e Gnl a 1,179 euro/kg (-2). Lungo le autostrade, benzina a 1,960 euro/litro (2,224 al servito), gasolio a 1,837 euro/litro (2,108), Gpl a 0,846 euro/litro, metano a 1,467 euro/kg e Gnl a 1,217 euro/kg.

Categorie: 4 Ruote

Omoda e Jaecoo - Annunciata la rete di vendita per l'Italia

4 Ruote - Mag 27,2024

La società Omoda&Jaecoo, che fa parte del gruppo Chery, ha presentato la rete di vendita italiana che si occuperà della commercializzazione dei nuovi modelli dei marchi omonimi presentati nelle scorse settimane. Il network copre tutto il territorio nazionale e mette a disposizione punti vendita, collocati all'interno dei saloni dei partner, nonché i relativi centri di assistenza, con servizi di manutenzione post-vendita e riparazione con ricambi originali.

I partner. Sono 28 le società di dealer con cui la Omoda&Jaecoo ha stretto una partnership per la propria rete commerciale in Italia: Ambrosi S.p.A., Amica & C. S.r.l, Autocity Lecce S.r.l., Autoingros Torino S.p.A., Autoserenissima 3.0 S.r.l., Autostar Flaminia S.p.A., Autoteam S.r.l., Brandini S.p.A., Carraro S.p.A., Clerici Auto S.p.A., Comer Sud S.p.A., Contauto Due S.r.l., De Bona S.r.l., Errepiu S.r.l., Euromotor Automobili S.r.l., Galdieri Auto S.r.l., Gruppo GE S.p.A, Gino S.p.A., Gruppo Bossoni S.p.A, Gruppo Ferrari, Lodauto S.p.A., Mocautogroup S.r.l, Ms Auto S.r.l., Paradiso S.r.l., Pasquarelli Auto S.p.A., Pieralisi F.lli S.p.A., Prezioso Federico S.r.l. e Venus S.p.A..

Categorie: 4 Ruote

F.1, GP Monaco - Charles Leclerc ha vinto la sua gara di casa

4 Ruote - Mag 26,2024

Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio di Monaco, ottava prova del Mondiale di Formula 1 2024. Partito dalla pole position, il pilota monegasco è finalmente riuscito a vincere nella sua città d'origine, rompendo quello che ormai sembrava essere diventato un tabù. "Non ci sono parole per spiegare ciò che sento in questo momento", ha detto Leclerc, prima di respirare a fondo e provare a trovare le parole giuste. "Credo che il fatto che per due volte io sia partito dalla pole qui e non sia riuscito a vincerla l'abbia resa una vittoria ancora più bella. Questa gara mi faceva sognare di diventare un pilota di Formula 1. Negli ultimi 15 giri le emozioni erano tante, pensavo a mio padre, che ha dato tutto per portarmi qui. Era il nostro sogno vincere a Monaco, è incredibile".

Momento storico. Era dal 1950 che un cittadino monegasco non saliva sul gradino più alto del podio di un Gran Premio di Formula 1 e la vittoria di Leclerc di oggi ha una portata storica tale da coinvolgere emotivamente anche la Famiglia Reale. Il Principe Alberto è stato particolamente coinvolto nei festeggiamenti e ha abbracciato prima l'amico Charles e poi Fred Vasseur, il team principal della Ferrari, salito sul podio in rappresentanza di tutto il team.

Weekend da incorniciare anche per Oscar Piastri. L'australiano della McLaren non ha avuto occasione per sopravanzare il rivale della Rossa, ma gli è stato davvero vicino dall'inizio alla fine della corsa, mantenendo alta la concentrazione.  "La gara è stata difficile, all'inizio il ritmo era incredibilmente lento. L'unico spazio che ho visto è stato in mezzo al tunnel, ma non avevo una macchina così piccola da poterci entrare. Comunque, è bello aver ottenuto la seconda posizione oggi: ero andato bene nelle ultime gare, ma mi era comunque mancato il risultato. Questo è un bel posto per conquistare un podio!".

Carlos Sainz ha chiuso la gara al terzo posto, un podio che sembrava esser andato perduto all'inizio della corsa. In partenza, infatti, Carlos e Oscar si sono toccati e lo spagnolo della Ferrari ha subìto una foratura che stava per costringerlo al ritiro. Ma l'esposizione della bandiera rossa, per l'incidente tra Magnussen, Perez e Hulenberg, lo ha graziato. Sainz si è infatti potuto schierare nuovamente alla ripartenza, portando a termine la corsa e regalando un altro podio alla Ferrari. "La gara è stata davvero combattuta. Dopo le sensazioni negative del primo giro, finalmente un po' di positività quando ho saputo che sarei ripartito in P3. Sono davvero molto felice di vedere Charles vincere il suo Gran Premio di casa e di poter condividere queste emozioni con lui e con il team. Mi sarebbe piaciuto poter regalare una doppietta alla squadra e ho provato a mettere pressione a Oscar per fargli commettere un errore, ma non è servito a nulla".

Gara a due facce. Il colpo di scena più grande lo abbiamo vissuto al primo giro: in pochi metri abbiamo visto il contatto tra Sainz e Piastri, con tanto di foratura per lo spagnolo della Ferrari; la carambola tra Magnussen, Perez e Hulkenberg che ha causato l'uscita della bandiera rossa e l'incidente tra le due Alpine, con Ocon che si è buttato a kamikaze su Gasly, causando un incidente in cui il francese ha avuto la peggio (e che gli costerà 5 posizioni di penalità in Canada). Per il resto, è stata una gara che si è giocata sui tempi sul giro, con tutti i piloti molto vicini tra loro dall'inizio alla fine.

La Top 10. Lando Norris ha chiuso la sua gara al quarto posto, precedendo la Mercedes di George Russell. Sesta posizione per Max Verstappen, ben felice di aver finalmente mandato in archivio uno dei weekend peggiori per il suo team. Lewis Hamilton ha tagliato il traguardo al settimo posto, precedendo la Visa Cash App RB di Yuki Tsunoda. Chiudono la Top 10 la Williams di Alexander Albon e la Alpine di Pierre Gasly. 

La classifica completa del GP di Monaco >>

Categorie: 4 Ruote

Villa dEste 2024 - Il sabato del Concorso dEleganza tra auto storiche, concept e "normali" collezionisti

4 Ruote - Mag 26,2024

Entra nel vivo l'edizione 2024 del Concorso di Eleganza di Villa d'Este, con la giornata clou della kermesse. Nonostante qualche goccia di pioggia nelle prime ore della mattinata il parco del Grand Hotel si è velocemente affollato, in attesa della presentazione delle vetture nel primo pomeriggio. Come di consueto, l'apice della giornata è stata la presentazione delle vetture di fronte al lago, un rito che si ripete anno dopo anno sotto lo sguardo attento di Simon Kidston, gran cerimoniere della sfilata e per un giorno padrone di questo spicchio del Lario. Vettura dopo vettura scorrono i marchi anche quelli dimenticati, le silhouette che hanno fatto la storia, le auto veloci per le corse e quelle di rappresentanza per gentiluomini di altri tempi. Anche più vicine ai giorni nostri, come la Yellowbird di RUF o la McLaren F1. Gioia per gli occhi, in un'atmosfera pacata ma tutt'altro che sonnacchiosa.

Anche le concept in primo piano. Anche se oggigiorno Villa d'Este ha una notorietà più legata alle auto storiche di prim'ordine che ne calcano la rampa, grande spazio è comunque riservato alle concept, più vicine all'essenza dell'evento per come nacque nel 1929. Così come all'epoca erano le bellissime fuoriserie del momento a vincere le coppe, ancora oggi case e designer cercano sul lago un importante riconoscimento del proprio lavoro, attuale o del recente passato. BMW in primis, che sul lago svela la roadster muscolare Skytop e anche una moto, la R20 Concept. Le fanno eco Alfa Romeo con la 33 Stradale e ancora Lotus, Koenigsegg, Alpine con la Alpenglow, Triumph e Makkina Ltd.

A Villa Erba gli appassionati e il motorsport. E mentre a Villa d'Este va in scena la sfilata delle auto iscritte al Concorso, a Villa Erba c'è la folla meno formale di Amici & Automobili, l'evento che coinvolge alcuni club che espongono le vetture dei propri soci. Un biglietto dal costo molto più accessibile e a fin di bene (i fondi raccolti vanno a sostegno dell'asilo comunale di Cernobbio), che ha attirato tanti appassionati che si sono trovati davanti few-off come la ErreErre Fuoriserie o la Totem GT, affiancate nello stesso parcheggio a più comuni Mini classiche o a un inossidabile Pandino. Tanti i visitatori anche dall'estero, segno che il weekend magico di Cernobbio attira appassionati da ogni dove, e non soltanto tra gli invitati vip e tra chi è disposto a sborsare oltre 600 euro di biglietto. Sempre a Villa Erba si sono tenute altre due importanti celebrazioni: una del motorsport, con le Art Car BMW che hanno corso a Le Mans e qualche vettura dai musei Mercedes e Porsche, e una del maestro Gandini, con alcune tra le sue auto più amate.

 

Categorie: 4 Ruote

Formula E - Shanghai, Da Costa trascina la Porsche alla vittoria

4 Ruote - Mag 26,2024

Stesso posto, stessa ora: il secondo appuntamento con l'ePrix di Shanghai, però, ha avuto un risultato completamente diverso rispetto a quanto visto ieri. Antonio Felix da Costa ha conquistato la vittoria finale con un leggero gap sulla McLaren di Jake Hughes, autore della pole position. I due hanno lottato a lungo anche con l'altra Porsche di Wehrlein e la DS Penske di Vergne, ma quest'ultimi sono stati messi KO da due differenti contatti che hanno lasciato poi via libera agli avversari. Sul gradino più basso del podio sale il team Andretti, grazie all'ottima rimonta di Norman Nato, che era partito settimo.

La Top 10. In casa Jaguar le cose sono andate decisamente diversamente rispetto a ieri: Nick Cassidy e Mitch Evans hanno tagliato il traguardo rispettivamente in quinta e sesta posizione, avanzando di una sola casella rispetto alla partenza. Per la coppia neozelandese è comunque un discreto risultato che assicura punti importanti alla squadra e permette a Cassidy di consolidare la sua leadership, anche alla luce del brutto risultato di Wehrlein, costretto a rientrare ai box per una foratura dopo un contatto. Alle spalle delle due Jaguar troviamo le DS Penske di Vandoorne e del già citato Vergne, mentre taglia il traguardo ottavo Max Guenther con la Maserati. Ottimo recupero per la Envision di Robin Frijns, partito ventesimo e giunto nono al traguardo. Ad agguantare l'ultimo punto a disposizione è Oliver Rowland con la Nissan che ha pagato una brutta partenza, nella quale ha perso diverse posizioni, e non è stato poi in grado di recuperarle.

Le classifiche. Cassidy mette nel carniere altri dodici punti importanti che lo portano a consolidare la sua prima posizione: ora ha 167 punti contro i 142 di Wehrlein. Terzo posto per Mitch Evans, che accorcia le distanze ed è ora a quota 132. A conti fatti, la gara in difesa della Jaguar ha dato i suoi frutti, perché sono solo tre i punti persi nei confronti della Porsche: il marchio britannico resta leader della classifica a squadre con 299 punti, contro i 266 della Porsche e i 157 della Nissan.

Pausa di un mese. La Formula E si prende adesso una lunga pausa di un mese, prima di tornare con gli ultimi due eventi (quattro gare). Rivedremo i piloti in pista il 29 e 30 giugno sul circuito di Portland, per poi aspettare il 20 e 21 luglio quando a Londra andrà in scena il gran finale di stagione.

Categorie: 4 Ruote

Elettriche cinesi - Urso: "Sui dazi lEuropa deve seguire lesempio degli Stati Uniti"

4 Ruote - Mag 26,2024

Il ministro delle Imprese Adolfo Urso, intervenuto al Festival dell'Economia di Trento, ha ribadito quanto già espresso nei giorni scorsi a proposito delle tariffe doganali sulle Bev cinesi, sottolineando come l'Europa debba seguire in fretta l'esempio degli USA, innalzando i dazi su alcuni prodotti cinesi, in particolare le auto elettriche, altrimenti l'industria europea sarà spazzata via. Di diverso avviso le principali Case automobilistiche, dalla Tesla al gruppo Stellantis, che invece considerano i dazi una misura controproducente.

Una misura obbligatoria. Davanti al rialzo dei dazi al 102,5% da parte dell'amministrazione Biden, avverte Urso, le auto cinesi invaderanno il mercato europeo spazzando via la concorrenza. Per rispondere a questa sfida l'Europa non può che realizzare un'autonomia strategica basata su una politica industriale assertiva, che investa le risorse europee nelle imprese e nel lavoro per restituirgli competitività. Lo sguardo è rivolto alle imminenti elezioni europee: con la prossima legislatura europea, conclude il ministro, il nuovo paradigma deve quindi necessariamente essere la sicurezza economica dell'UE, nel campo delle filiere produttive e dell'approvvigionamento delle materie prime.

Categorie: 4 Ruote