Volkswagen - Modelli di pre-produzione venduti al pubblico

4 Ruote - Dic 11,2018

La Volkswagen è di nuovo sotto accusa: questa volta non c'entrano le emissioni, ma la vendita di esemplari di pre-produzione. La notizia è stata diffusa dal quotidiano Handelsblatt ed è già stato avviato un richiamo, dopo che lo stesso costruttore ha informato il ministero dei Trasporti. La pratica riguarderebbe il solo marchio di Wolfsburg e non gli altri marchi appartenenti al gruppo. 

I prototipi vengono normalmente distrutti. Le case costruttrici normalmente distruggono i prototipi e gli esemplari di pre-produzione, che differiscono in maniera più o meno evidente dai modelli definitivi. La Volkswagen avrebbe invece immesso sul mercato europeo e americano 6.700 esemplari tra il 2006 e il 2018 come semplici auto usate, senza una documentazione che ne attesti l'unicità e i particolari installati a bordo. Secondo le informazioni raccolte dalla testata tedesca, circa 4.000 auto sono state vendute in Germania, ma secondo lo Spiegel il numero totale degli esemplari potrebbe superare le 17.000 unità, citando documenti interni dello stesso costruttore.

Richiamo per 6.700 vetture. La Casa ha confermato il dato dei 6.700 esemplari e ha avviato un richiamo per ragioni di sicurezza: anche se non si sono verificati incidenti, il rischio è che le vetture interessate non siano in possesso dei requisiti di omologazione per circolare su strada, oltre alla possibilà che adottino componenti diversi da quelli definitivi, con potenziali problemi per assistenza e riparazioni. Secondo quanto riportato dallo Spiegel, il ceo Herbert Diess sarebbe stato a conoscenza dei fatti già dal 2016, quando era a capo del marchio Volkswagen, ma non è chiaro se in quel momento sia stata avviata un'indagine interna.

Categorie: 4 Ruote

La Bentayga e le altre - Le auto di Mauro Icardi e Wanda Nara FOTO GALLERY

4 Ruote - Dic 11,2018

Una coppia social, che non disdegna di esibire le lussuose auto di famiglia su Instagram. Parliamo del bomber Mauro Icardi e di sua moglie Wanda Nara. Il numero 9 dellInter ha appena regalato alla compagna una Bentley Bentayga per il suo trentaduesimo compleanno: un dono esclusivo, che si aggiunge alla già opulenta collezione di auto della coppia. Quasi una sfida a distanza con Cristiano Ronaldo, attaccante della rivale Juventus e grande appassionato di bolidi. E se in estate vi abbiamo parlato proprio del ricco garage di CR7, è oggi il turno dei gioielli motoristici di Maurito e consorte, che raccogliamo nella nostra gallery.

Categorie: 4 Ruote

Renault Mégane - La RS arruolata dalla Polizia Locale

4 Ruote - Dic 11,2018

La Polizia Locale del Monte Orsa, che presidia i comuni di Viggiù, Saltrio e Clivio in provincia di Varese, ha una nuova pattuglia ad alte prestazioni. Si tratta di un esemplare della Renault Mégane RS appositamente allestito dalla Bertazzoni Veicoli Speciali per contrastare le attività criminali in prossimità del confine con la Svizzera.

Pronta a tutto. La sportiva francese dispone di un motore 1.8 turbo da 280 CV e 390 Nm con cambio automatico Edc a sette rapporti e trazione anteriore (0-100 km/h in 5,8 secondi e 250 km/h di velocità massima). A livello meccanico la Bertazzoni non ha apportato modifiche, aggiornando la dotazione tecnologica della vettura per permettere agli agenti di pattugliare il territorio in totale sicurezza. Oltre all'immancabile livrea bianca e verde della Polizia Locale, la Mégane RS dispone di lampeggianti a Led integrati nel paraurti anteriore e sopra il tetto, controllabili insieme alle sirene tramite un'apposita interfaccia digitale integrata sulla plancia, e di torce ricaricabili fissate a lato del tunnel centrale e nel cassetto portadocumenti. La cinque porte dispone di una videocamera ad alta risoluzione Spy Car Pro posizionata dietro al parabrezza anteriore e di un Mobility Kit collocato all'interno del bagagliaio. Quest'ultimo integra un piano fisso estraibile che gli agenti possono utilizzare per redarre i verbali e un cassetto nel quale è possibile riporre dotazioni di servizio come l'etilometro, il narcotest e un computer portatile.

Categorie: 4 Ruote

Ford Mondeo - Primi collaudi su strada per il nuovo modello

4 Ruote - Dic 11,2018

La Ford sta collaudando su strada il restyling della Mondeo, atteso sul mercato europeo nel 2019. I dettagli sono già piuttosto evidenti sia all'esterno sia all'interno e non è escluso che il debutto possa avvenire già nei prossimi mesi.

Novità importanti nell'abitacolo. La carrozzeria della Mondeo è stata rivestita con delle pellicole nelle zone che saranno modificate: parliamo dei paraurti e dei gruppi ottici, che in ogni caso non presentano elementi rivoluzionari rispetto a quelli attuali, ma piuttosto semplicemente evoluti. Gli interni sono invece più interessanti perchè mostrano chiaramente l'introduzione del comando rotante del cambio automatico, già presente su altri modelli Ford, oltre all'arrivo dell'immancabile aggiornamento dell'infotainment, che coincide con l'introduzione di nuovi comandi della climatizzazione e dell'impianto audio.

Powertrain ibrido sulla station. Il fatto che la Ford stia collaudando la versione Station Wagon della Mondeo potrebbe non essere casuale. La Casa ha infatti già confermato che per rafforzare la propria competitività in Europa sarà per la prima volta offerto anche sulla familiare il powertrain ibrido. Lo schema dovrebbe replicare quello attuale, con un sistema mild hybrid collegato al propulsore 2.0 aspirato a ciclo Atkinson e al cambio automatico Cvt, anche non sono stati ancora forniti dati tecnici.

Categorie: 4 Ruote

Emissioni - Ancora nessun accordo sui tagli alla CO2 dei veicoli

4 Ruote - Dic 11,2018

Nulla di fatto nelle trattative tra i Paesi membri dell'Unione Europea sul taglio delle emissioni di anidride carbonica prodotte dai mezzi di trasporto. Ieri, dopo sei ore di colloqui, i rappresentanti dei 28 Paesi non sono riusciti a trovare un compromesso sulle proposte recentemente approvate dal Parlamento su proposta della Commissione Europea. 

L'opposizione della Germania. Sin dal via libera parlamentare, si prevedeva un cammino pieno di ostacoli per il varo delle nuove normative. E, infatti, quanto emerso ieri non è altro che la dimostrazione di quanto siano divisi i Paesi sull'implementazione di obiettivi sempre più stringenti. Tra i più scettici figura la Germania, preoccupata delle ripercussioni sul suo importante settore automobilistico e di conseguenza sulla forza lavoro. Il Parlamento ha votato, in particolare, a favore di una riduzione delle emissioni di CO2 del 40% entro il 2030 e del 20% entro il 2025, rispetto alla media di 95 grammi/chilometro da raggiungere per il 2021. Si tratta di target decisamente più stringenti rispetto a quanto proposto dalla Commissione Ue su un taglio del 15% per il 2025 e del 30% per il 2030. 

L'allarme dell'Acea. A opporsi non sono solamente alcuni dei Paesi con un forte settore automobilistico, ma anche le associazioni di categoria, a partire dall'Acea. L'associazione europea dei costruttori ha infatti lanciato più volte un avvertimento sulle conseguenze di norme non legate allo sviluppo della tecnologia e sugli effetti negativi per un comparto già alle prese con massicci investimenti a favore della svolta verso l'elettrificazione. A favore di una maggior severità si sono espressi, invece, Paesi come l'Olanda e la Svezia, particolarmente attenti alla questione dei cambiamenti climatici, ma - paradossalmente - anche la Francia. Un ostacolo al compromesso è rappresentato dall'Austria, titolare del semestre di presidenza della Ue e in quanto tale responsabile dei negoziati con il Parlamento per conto degli altri Stati. Vienna sembra, infatti, stia aspettando indicazioni dalla Germania a favore o meno di un possibile accordo.

Categorie: 4 Ruote

OnePlus 6T McLaren Edition - Uno smartphone avvia la partnership con Woking

4 Ruote - Dic 11,2018

Sì, è una serie speciale, ma stavolta non parliamo di una supercar. A Woking, presso il McLaren Technology Center, il protagonista è infatti uno smartphone Android col retro di carbonio, lo stesso materiale che il costruttore impiega nel campionato mondiale di Formula 1 e nella gamma stradale. Prodotto dalla OnePlus, il telefonino è un'edizione limitata dell'ultima creatura della tech company di Shenzhen (il 6T, lanciato il 6 novembre scorso) e celebra un sodalizio all'insegna della velocità: quella della scuderia britannica, fondata nel 1963 da Bruce McLaren, ma pure della ricarica, visto che la promessa è la possibilità di ripristinare un'autonomia sufficiente per un giorno di utilizzo in soli venti minuti.

Partnership di ampio respiro. OnePlus 6T McLaren Edition, questo il nome di battesimo del dispositivo, dà il via a una collaborazione più ampia, di cui lo smartphone è solo la prima pietra. l'inizio di una partnership entusiasmante, ha spiegato il Ceo di OnePlus Pete Lau. Le due aziende non hanno fornito dettagli sulle prossime iniziative, ma precisano che il sodalizio sarà a lungo termine e volto a celebrare una visione comune : OnePlus non è nuova a collaborazioni sul fronte delle serie limitate, ma nel caso della McLaren il futuro potrebbe riguardare attività di ricerca e sviluppo, o magari altri dispositivi da proporre nel 2019 (anno in cui, peraltro, il produttore cinese lancerà un telefono compatibile con la tecnologia 5G).

Salute to speed. Di sicuro, il primo frutto della cooperazione punta sulla potenza: alle caratteristiche del 6T (CPU Qualcomm Snapdragon 845 fino a 2,8 GHz, display Amoled da 6.41 con risoluzione 2340 x 1080 pixel, fotocamera anteriore da 16 megapixel e doppia configurazione posteriore da 16+20 megapixel, capacità di 256 GB e possibilità di girare video in 4K fino a 60 fps), la serie speciale dispone di ben 10 GB di memoria RAM, due in più rispetto al 6T: un quantitativo che si fa garante della velocità di esecuzione delle applicazioni e che al momento, in Europa, ha concorrenti solo annunciati, non ancora sul mercato. L'altra novità è la modalità di ricarica rapida Warp Charge 30, studiata ad hoc per il modello: come detto, l'obiettivo è ripristinare in venti minuti quel che serve per l'intera giornata.

Arancione e nero carbonio. Il pezzo forte, soprattutto per chi ama le McLaren, è però il design. Oltre a riproporre lo storico colore Papaya Orange, utilizzato per le finiture del bordo inferiore (e pure per il cavo di ricarica), il 6T in edizione speciale si distingue per il retro, di fibra di carbonio e "firmato" con il logo illuminato della Casa: si tratta dello stesso materiale che la McLaren usa da quasi 40 anni, dal 1981 nella Formula 1 e dal 1993 nei modelli stradali. Gli appassionati apprezzeranno anche la scatola, contenente lo Speedmark di fibra di carbonio F1 AA (impiegata nella monoposto MCL33 2018) e un libro che ripercorre la storia delle due società. Il telefonino sarà in vendita in Italia dal 13 dicembre, al prezzo di 709 euro.

Racing team al completo. Per la McLaren, che ha appena svelato la 720S Spider (un altro tassello del piano industriale Track25), il sodalizio con il produttore di smartphone rappresenta quindi un nuovo passo sul fronte delle partnership. Non è un caso che alla presentazione dello smartphone fosse presente anche Zak Brown, ceo della divisione Racing e i due giovanissimi piloti scelti per la stagione 2019, il 23enne Carlos Sainz Jr. e il 19enne Lando Norris: entrambi saliranno a bordo della nuova MCL34.

Categorie: 4 Ruote

Elon Musk - La Tesla potrebbe rilevare le fabbriche GM

4 Ruote - Dic 11,2018

Durante un'intervista televisiva, Elon Musk ha dichiarato di essere pronto a rilevare una, o più, delle sette fabbriche che la General Motors intende chiudere, come previsto dal nuovo piano di ristrutturazione industriale presentato nelle scorse settimane che porterebbe a un taglio di quasi 14.800 posti di lavoro. La Tesla potrebbe così aggiornare le linee di montaggio di alcune delle strutture industriali degli Stati Uniti e del Canada per assemblare i proprio modelli elettrici. L'ad è inoltre tornato sul tema Sec, parlando anche del prossimo debutto dell'attesissima versione d'ingresso gamma della Model 3.

 

La storia si ripete. "Se la GM dovesse venderli o non utilizzarli più potremmo essere interessati a rilevarli" ha commentato l'ad della Casa californiana durante il suo intervento a 60 Minutes, un programma della Cbs. La Tesla non è nuova a operazioni di questo genere: già in passato l'azienda aveva rilevato proprio dalla General Motors la fabbrica Nummi (New United Motor Manufacturing Incorporation) di Fremont, in California, chiusa nel 2010 dal gruppo di Detroit e riaperta come prima Gigafactory Tesla alla fine dello stesso anno per volere dello stesso Elon Musk. Il sito produttivo californiano, pagato dalla Tesla 42 milioni di dollari (36,9 milioni di euro), apparteneva in precedenza a una joint venture della GM e della Toyota: a seguito dell'acquisizione sono stati gradualmente reintrodotti gli operai precedentemente impiegati nelle linee produttive, arrivando a raggiungere negli scorsi mesi un numero di dipendenti addirittura superiore a quello della gestione GM.

La Model 3 da 35.000 dollari entro l'estate. Durante l'intervista Musk ha parlato anche dell'arrivo dell'attesissima variante da 35.000 dollari della Model 3 che probabilmente sarà disponibile entro cinque o sei mesi: "la puntualità non è il mio punto forte. Perché la gente dovrebbe pensare che se sono stato in ritardo su tutti gli altri modelli, dovrei improvvisamente essere in tempo con questo?".

"Non rispetto la Sec". L'ad ha speso anche alcune parole riguardo all'accordo dello scorso agosto con la Securities Exchange Commission, che lo ha costretto a lasciare il proprio ruolo di chairman della Tesla per tre anni. Musk ha dichiarato di non voler tornare a ricoprire il ruolo di presidente, ora occupato da Robyn Denholm: "Attualmente preferisco non avere nessun titolo" ha dichiarato, "voglio essere chiaro: non rispetto la Sec" ribadendo di aver aderito all'accordo unicamente per il rispetto che nutre nei confronti del sistema giudiziario degli Stati Uniti.

Categorie: 4 Ruote

Porsche - La Macan S debutta con un nuovo motore V6 turbo

4 Ruote - Dic 11,2018

La gamma della versione restyling della Macan si allarga con l'introduzione della Macan S. Dopo aver visto la Suv tedesca debuttare con il solo 4 cilindri 2.0 turbo benzina da 245 CV, viene infatti introdotta anche una versione più prestazionale, che dovrebbe comunque lasciare ancora spazio a una ulteriore futura evoluzione, erede della precedente Macan Turbo.

Il V6 turbo benzina da 354 CV. La Porsche Macan S adotta un V6 3.0 sovralimentato da 354 CV e 480 Nm. Questa unità da 2.995 centimetri cubi differisce dalla precedente versione biturbo per l'adozione del filtro antiparticolato e per il posizionamento della singola turbina twin-scroll al centro del propulsore per ottenere una risposta più pronta. Potenza e coppia sono cresciute rispetto alla precedente Macan S e così anche le prestazioni: la velocità massima è pari a 254 km/h, mentre i 100 km/h da fermo vengono raggiunti in 5,3 secondi, che diventano 5,1 adottando il pacchetto Sport Chrono opzionale. Il consumo medio secondo i valori ricalcolati Nedc è pari a 8,9 l/100 km e 204 g/km di CO2

 

Assetto e freni aggiornati. Come già annunciato in occasione della presentazione del restyling, la Macan è stata ulteriormente affinata lavorando sulle tarature dell'assetto, sulle carreggiate, sui pneumatici e sulla gestione dell'elettronica di controllo del sistema di trazione integrale PTM. Per esaltare le doti di guida della Suv è inoltre possibile adottare in opzione sospensioni pneumatiche e il sistema di torque vectoring PTV Plus. La versione S della Macan è dotata anche di un impianto frenante specifico, con dischi anteriori da 360 mm con spessore di 36 mm più grandi rispetto alla versione quattro cilindri e la possibilità di montare l'impianto carboceramico opzionale. 

Gli optional aggiornati. Le ulteriori novità sono quelle comuni a tutti gli allestimenti della Macan: il design è stato rivisto soprattutto nella coda con i gruppi ottici Led a sviluppo orizzontale e negli interni con l'infotainment dotato del display da 10,9 pollici e completo di controlli vocali, Porsche Connect Plus e Porsche Connect Services. Allo stesso tempo sono stati introdotti nuovi optional: il Dynamic Light System Plus anteriore, il volante GT derivato dalla 911, il Traffic Jam Assist e lo ionizzatore per il climatizzatore.

 

Categorie: 4 Ruote

Automobili Pininfarina - L'hypercar elettrica si chiamerà Battista

4 Ruote - Dic 11,2018

La prima vettura firmata Automobili Pininfarina si chiamerà Battista. La Casa italiana ha scelto di intitolare a Battista "Pinin" Farina, fondatore della Carrozzeria Pininfarina, quella che viene già descritta come lauto italiana più performante di sempre. L'hypercar sarà svelata al prossimo Salone di Ginevra come versione di serie (limitata) della concept PF0, per poi entrare in produzione allinizio del 2020. La Pininfarina costruirà solo 150 Battista, equamente suddivise tra Europa, Stati Uniti e Asia (Medio Oriente compreso), ognuna delle quali sarà proposta con un prezzo compreso tra gli 1,8 e i 2,2 milioni di euro.

Più veloce di una Formula 1. La Automobili Pininfarina Battista sarà "l'auto più veloce e potente mai progettata e prodotta in Italia". Così il costruttore ha presentato la nuova hypercar elettrica che, con una carrozzeria di fibra di carbonio e un powertrain da 1.900 CV e 2.300 Nm, sviluppato insieme alla Rimac, promette di essere più veloce di una monoposto di Formula 1. Lo scatto da 0 a 100 km/h, infatti, verrà portato a termine in meno di due secondi e la velocità massima sarà superiore ai 400 km/h, mentre lautonomia arriverà a sfiorare i 500 km.

Categorie: 4 Ruote

Dakar 2019 - Gutiérrez correrà con la Eclipse Cross Race T1

4 Ruote - Dic 10,2018

Cristina Gutiérrez affronterà la Dakar 2019 con il supporto di Mitsubishi Motors Spagna. La giovane pilota avrà a disposizione questanno la Eclipse Cross Race T1 e sarà navigata dal ventisettenne Pablo Huete.

Obiettivo: finire tra i primi 20. Dopo essere riuscita a tagliare il traguardo delle scorse due edizioni a cui ha partecipato, adesso Gutiérrez alza lasticella delle prestazioni, potendo anche contare sul supporto della Mitsubishi. I cinquemila chilometri da affrontare dal 6 al 17 gennaio non saranno più semplici degli altri anni, ma la pilota spagnola si dice pronta a correre il rally raid più duro al mondo: Come sempre, quando si affronta la Dakar, lo si fa con grandi aspettative ma al tempo stesso con grande rispetto per la gara. Il primo obiettivo è tagliare il traguardo per la terza volta di seguito, ha affermato. Tuttavia, la nostra macchina e la nuova squadra ci consentiranno di essere competitivi e misurarci con i nostri rivali in tutte le difficili fasi della Dakar. Lunica cosa certa è che questanno mi divertirò molto.

Eclipse Cross Race T1. Derivata dalla Eclipse Cross stradale, la versione per la Dakar pesa 1850 chilogrammi ed è spinta da un motore da 340 cavalli. La struttura multitubolare è realizzata in acciaio, mentre la carrozzeria in fibra di carbonio. Dotata di quattro ruote motrici, cambio a 6 rapporti sequenziali e servosterzo elettrico, si presenta come lalleata ideale per la giovane Gutiérrez che lha definita Lauto più spettacolare che io abbia mai guidato. Ci si può andare molto forte, è più semplice da guidare e ha migliori capacità di off road. Per me è un grande passo avanti rispetto agli anni precedenti.

Categorie: 4 Ruote

Formula E - Massa sfida un falco pellegrino - VIDEO

4 Ruote - Dic 10,2018

Questo fine settimana, il campionato di Formula E prenderà il via con il primo appuntamento stagionale in Arabia Saudita: l'ePrix di Ad Diriyah. Per celebrare la  prima corsa in terra araba, la Formula E su proposta dei fan ha organizzato una sfida molto particolare tra una nuova monoposto Gen 2 e un falco pellegrino, l'animale più veloce del pianeta.

Alla guida cera Massa. Lo scorso anno, Jean Eric Vergne aveva sfidato un ghepardo in Sud Africa. Oggi, è stato Felipe Massa - nuovo arrivo in Formula E, insieme al team Venturi - a sfidare il falco pellegrino, capace di toccare punte di 320 km/h in picchiata, durante le sue battute di caccia. Il predatore ha inseguito un'esca attaccata al rollbar della nuova monoposto Gen 2, guidata dal pilota e... chi avrà avuto la meglio? Guardate il video per scoprirlo!

"Che esperienza incredibile!". stato questo il primo commento a caldo di Felipe Massa dopo la sfida con il falco pellegrino. "Mi ha colpito particolarmente il fatto che l'idea sia partita dai fan. Per me è stato un onore farne parte. Non vedo l'ora di tornare ad Ad Diriyah per la mia prima gara di Formula E".

Categorie: 4 Ruote

Porsche - L'origine del nome Taycan

4 Ruote - Dic 10,2018

In attesa di svelare la sua prima elettrica nel dettaglio, la Porsche torna a parlare della Taycan per raccontare la genesi del suo nome. L'auto deve la sua sigla a uno studio durato quasi due anni, che ha portato a scegliere due parole di origine turca combinate tra loro.

600 proposte da vagliare. Non capita tutti i giorni di dover dare un nome a una Porsche, ma la questione si fa ancora più seria quando il modello non ha una storia precedente e soprattutto quando ha il compito di introdurre il marchio in un nuovo segmento di mercato. Per questo sono state prese in considerazione ben 600 ipotesi diverse, selezionate poi dagli esperti di marketing e dai legali della Porsche verificando copyright, attrattiva sul mercato ed eventuali assonanze in oltre 23 lingue diverse.

L'anima del giovane cavallo vivace. Alla fine la scelta è ricaduta nell'autunno del 2017 su Taycan, una parola composta di derivazione turca che può essere tradotta come "l'anima di un giovane cavallo vivace" e che racchiude in sé molti dei significati che gli esperti volevano trasmettere al grande pubblico. Il cavallo stesso è un richiamo al logo Porsche e al simbolo della città di Stoccarda, quindi alla tradizione, ma anche alle prestazioni, alla libertà e al progetto giovane e innovativo, mentre il concetto dell'anima guarda al lato emozionale del prodotto ed è ripreso anche dal claim "Soul, electrified" che è stato scelto per il lancio mediatico. C'è infine una interpretazione più nascosta: la parola giapponese taikan, dal suono molto simile a Taycan, indica l'esperienza fisica, ricordando che, infondo, è la guida stessa a rappresentare ancora un valore aggiunto.

 

Categorie: 4 Ruote

Arval - La nostra intervista a Grégoire Chové

4 Ruote - Dic 10,2018

Fondata nel 1989, Arval è la società specializzata nel noleggio di flotte aziendali internamente di proprietà della BNP Paribas, banca europea attiva in 74 Paesi con oltre 192 mila dipendenti. Arval, invece, opera in 29 nazioni grazie a 6.500 collaboratori, per una flotta totale a noleggio che supera 1,1 milioni di veicoli nel mondo; fa anche parte di Element-Arval Global Alliance, alleanza strategica nel settore del noleggio e delle flotte con 3 milioni di veicoli in 50 Paesi. Ecco la nostra intervista a Grégoire Chové, direttore generale di Arval Italia.

Che bilancio del 2018 potete tracciare per la vostra azienda?
Dopo la crescita a doppia cifra della nostra flotta registrata nel 2017, anche questanno confidiamo in un bilancio positivo che ci porterà a chiudere con 200.000 veicoli in flotta. Soprattutto, il 2018 ha visto concretizzarsi ulteriormente la strategia, avviata già un paio di anni fa, di progressiva diversificazione del nostro business e del nostro target sul mercato. Abbiamo, infatti, definitivamente approcciato i clienti privati con un prodotto di noleggio a lungo termine dedicato e lanciato su Arval for me un portale con il quale è possibile ottenere preventivi e prenotare un intervento di manutenzione o assistenza per il proprio veicolo privato in uno dei centri di riparazione convenzionati con Arval, mettendo così a disposizione di tutte le persone con auto di proprietà la nostra ventennale esperienza nel mercato dellauto e in quello della riparazione, affidandoci alle strutture del network su cui tanto è stato investito negli ultimi anni. Abbiamo portato avanti tutti i nuovi progetti allinsegna della qualità, pilastro dellintera offerta Arval, e iniziato a proporre servizi aggiuntivi, come le Officine mobili, con lobiettivo di garantire la massima vicinanza al cliente con servizi ad alto valore aggiunto.

Registrate una crescita della domanda da parte dei privati?
Linteresse è sempre crescente e, per rispondere nel modo più adatto alla richiesta, ci siamo presi del tempo per studiare il mercato, che ha logiche e dinamiche diverse da quelle del segmento business. Questo ci ha portato a costruire un prodotto studiato specificamente per le necessità del cliente privato e caratterizzato da unofferta semplice e completa, pensata proprio per chi si avvicina per la prima volta al mondo del noleggio. Ci rivolgiamo ai consumatori privati, ma anche a tutti i collaboratori delle nostre aziende clienti che, solo in minima parte, sono assegnatari di unauto aziendale. Grazie ad Arval For Employee, offriamo a condizioni vantaggiose a tutti i collaboratori delle nostre aziende clienti i nostri servizi e prodotti, tra cui ovviamente il noleggio a lungo termine e Arval For Me.

Quali sono i servizi più richiesti? E quali, invece, sembrano in calo?
Partendo dal presupposto che il vantaggio di sottoscrivere un contratto di noleggio a lungo termine è proprio la possibilità di usufruire di tutti i servizi inclusi nel canone, quelli più richiesti e apprezzati sono la manutenzione, lassicurazione e i pneumatici. Non registriamo un calo di nessun servizio; piuttosto, il noleggio si sta sempre più consolidando, non solo per la disponibilità dei veicoli, ma come soluzione che include le principali prestazioni legate alla gestione dellauto. E in virtù di un ruolo sempre più strategico assunto dai fleet manager (secondo i risultati delledizione 2018 del Barometro delle flotte aziendali, la consueta indagine europea condotta dal Corporate vehicle observatory Arval, aumenta il numero di persone dedicate alla gestione della flotta ed evolve il loro ruolo), registriamo un incremento del ricorso ai servizi di outsourcing, che permette loro di liberarsi dalle attività più operative legate alla gestione della flotta per concentrarsi sullanalisi e sulle possibilità di ottimizzazione della stessa, possibile grazie ai dati forniti dalle soluzioni di telematica, anche queste sempre più richieste dalle aziende.  

cresciuta la richiesta di sistemi automatici di ausilio alla guida (Adas)?
Lapprezzamento da parte degli automobilisti e lutilità dei sistemi di ausilio alla guida soprattutto per la sicurezza dei driver hanno portato a una loro sempre maggiore diffusione. Più che parlare di accresciuta richiesta, possiamo dire che è aumentata lofferta da parte delle case auto, che hanno integrato questi accessori nellambito di un sempre maggior numero di allestimenti.

La richiesta del diesel è ancora alta? E quella di auto ad alimentazione alternativa (ibride, elettriche) è in crescita? Se sì, in quale misura?
Sicuramente una delle sfide che dovremo affrontare nel prossimo periodo è la transizione energetica delle flotte, che non significa labbandono della motorizzazione diesel. Il nostro ruolo, infatti, è quello di supportare i clienti nella scelta delle alimentazioni più adatte in relazione al business delle aziende e agli obiettivi di sostenibilità da queste stabiliti. Per farlo, abbiamo lanciato una nuova metodologia, lapproccio SMaRT (Sustainable Mobility and Responsibility Targets), che prevede un percorso evolutivo suddiviso in cinque fasi: la definizione degli obiettivi di mobilità e di flotta, lanalisi della flotta stessa sulla base di indicatori di prestazione orientati alla corporate social responsibility, lindividuazione dellalimentazione più idonea per ogni tipologia di driver e, quindi, lo studio delle diverse opzioni di mobilità funzionali al cliente e la misurazione degli obiettivi raggiunti. E, per supportare concretamente i clienti, abbiamo sottoscritto delle partnership con alcuni dei principali provider di energia in Italia, così da offrire un prodotto di mobilità elettrica che, oltre al veicolo, comprenda anche linstallazione delle colonnine di ricarica e la fornitura di energia elettrica. 

Quanto incide la maggiore o minore rivendibilità di un modello (insieme alla sua diffusione o la scelta di versioni o allestimenti particolari) sui canoni di noleggio?
Ovviamente nella definizione di un canone di noleggio si tiene conto anche della rivendibilità dello stesso una volta terminato il periodo di noleggio del veicolo. La maggior rivendibilità del modello influisce sul canone di noleggio, riducendolo.

Proponete ai vostri clienti anche il noleggio di usato, soprattutto se proveniente dalla fine di vostri noleggi precedenti?
Per quanto concerne i nostri veicoli usati, abbiamo scelto di seguire una diversa strategia. Nel corso nel 2018, abbiamo rinforzato i nostri mezzi tradizionali di rivendita puntando, al contempo, allo sviluppo di nuovi canali, dedicati in particolare alla clientela privata. Siamo convinti che, così come sta accadendo in tutti i settori, anche per lacquisto di veicoli usati sarà sempre più frequente il ricorso ai canali di e-commerce. Per questo, il nostro obiettivo è stato quello di accorciare la catena di vendita verso i privati: lo abbiamo fatto grazie alla partnership con Brumbrum, il primo rivenditore diretto di auto online in Italia che offrirà ai propri utenti veicoli selezionati con rigorosi criteri di certificazione: nessun sinistro, manutenzione regolare, chilometraggio certificato, unico proprietario e fino a 3 anni di garanzia. Questo garantirà ai clienti una proposta che coniuga comodità, qualità, convenienza e trasparenza, con lobiettivo di ottenere la completa e totale fiducia del consumatore nel processo di acquisto di unauto che parte e si risolve interamente ed esclusivamente online.

Dieci anni dopo la grande crisi del 2008, si è invertita la tendenza al downsizing e downgrading dei modelli scelti dalle aziende clienti?
Notiamo in realtà unevoluzione nellofferta dei costruttori che, grazie alle nuove tecnologie, stanno sviluppando motorizzazioni con cilindrate inferiori, ma con valori di potenza e coppia confrontabili, se non addirittura superiori, alla generazione precedente. Si tratta quindi di soluzioni che consentono prestazioni ottimali garantendo al contempo un minore consumo di carburante. A ciò, si deve aggiungere la crescente attenzione delle aziende ai temi della sostenibilità, che spinge le aziende a ridefinire la loro car policy tenendo conto delle emissioni e dei consumi dei veicoli. 

Proponete ai clienti anche formule di noleggio a medio termine?
Il noleggio a medio termine è un prodotto ormai consolidato nellofferta di Arval. Abbiamo lanciato Arval Mid Term, il noleggio da uno a 24 mesi, ormai più di due anni fa e abbiamo registrato una crescita progressiva e costante che ci farà chiudere lanno con quasi 5.000 veicoli con contratti a medio termine. Arval Mid Term si posiziona come una soluzione complementare al noleggio a lungo termine, pensata per offrire alle aziende una mobilità completa e flessibile anche quando il bisogno è temporaneo: ad esempio, per personale ad interim coinvolto in progetti stagionali o picchi di lavoro, per periodi di prova di nuovi dipendenti o per le esigenze di unattività in start-up, per trasferte personali o in attesa dei veicoli in a lungo termine.

Categorie: 4 Ruote

Mercedes-Benz EQ B - Sotto la Classe B potrebbe celarsi l'elettrica

4 Ruote - Dic 10,2018

La Classe B è stata appena presentata, ma la Mercedes-Benz ha già sfruttato un esemplare per creare un muletto destinato ai test di sviluppo. I dettagli potrebbero far pensare a una evoluzione della gamma, ma non è escluso che si tratti di qualcosa di totalmente diverso.

Assetto e carreggiate nascondono qualcosa. Le immagini mostrano una Classe B totalmente modificata: l'assetto rialzato è abbinato ai codolini aggiuntivi di colore nero, resi necessari per ospitare i nuovi pneumatici e per poter circolare con le carreggiate allargate. Il passo sembra essere rimasto quello della vettura di serie, ma la presenza di due sportelli di rifornimento per ciascuno dei passaruota posteriori pone qualche dubbio sulla reale identità della vettura.

Potrebbe trattarsi della EQ B elettrica. La Mercedes-Benz ha già confermato l'arrivo della GLB, l'inedita crossover compatta basata sulla famiglia della Classe A e della Classe B, ma i prototipi di questo modello sono già su strada con la carrozzeria definitiva. Una Classe B All-terrain con un allestimento simile alla Classe E sarebbe probabilmente superflua, quindi è possibile che il muletto serva per collaudare piattaforma e powertrain della futura EQ B a trazione totalmente elettrica. Si spiegherebbero così la presenza della presa di ricarica e l'altezza da terra modificata e troverebbero anche conferma le foto spia dell'ottobre scorso di un esemplare molto camuffato: ora che la Classe B è stata presentata il suo aspetto risulta familiare e coerente con le informazioni raccolte. 

 

 

Categorie: 4 Ruote

Renault Clio<br> - Più sportiva con le parti R.S. Performance

4 Ruote - Dic 10,2018

Presto i clienti più sportivi della Renault potranno rendere ancor più aggressive le proprie Clio RS. La Casa francese, infatti, ha presentato una serie di accessori esclusivi, gli R.S. Performance, pensati per gli amanti dei track day: l'offerta spazia dalle componenti aerodinamiche di fibra di carbonio ai dettagli tecnici, sviluppati specificatamente per migliorare le prestazioni tra i cordoli. Dopo la Clio, anche altre vetture della gamma della Losanga, Mégane RS compresa, potranno beneficiare degli aggiornamenti firmati Renault Sport.

Stile... Le nuove Style Parts saranno prodotte in edizione limitata e andranno a equipaggiare solo 250 Clio in tutta Europa. Ispirato alla concept Clio R.S. 16, il kit estetico comprende una nuova ala posteriore, un cofano motore di fibra di carbonio e altri dettagli esclusivi che spaziano dagli adesivi per le fiancate ai cerchi di lega Turini con finitura Red o Brilliant Black.

...e prestazioni. Per rendere ancora più veloce la Clio RS sono inoltre presenti le Performance Parts, appositamente sviluppate per i track day. Tra queste, oltre a dei nuovi sedili a guscio di fibra di carbonio, sono disponibili una linea di scarico sportiva, un impianto frenante ad alte prestazioni, un assetto aggiornato e una barra antirollio specifica. Non mancano, infine, alcuni accessori utilizzati dalle scuderie durante le competizioni, come il carrello porta attrezzi con prese elettriche integrate, una chiave dinamometrica, il cric idraulico personalizzato e un sistema portatile per il sollevamento della vettura.

Categorie: 4 Ruote

ZF - Allo studio gli airbag del futuro

4 Ruote - Dic 10,2018

La ZF ha presentato durante un evento dedicato agli airbag alcune soluzioni attualmente allo studio. L'azienda tedesca sta esplorando una serie di tecnologie legate ai futuri standard di mobilità, tenendo in considerazione anche l'avvento della guida autonoma e il fatto che gli ambienti interni dei veicoli saranno totalmente ridisegnati.

Un cuscino esterno per gli impatti laterali. In un mondo che spinge verso l'azzeramento delle emissioni e degli incidenti grazie all'elettrico e alla guida automatizzata sarà fondamentale creare soluzioni dedicate e l'esempio più concreto è quello del "pre-crash". La ZF ha infatti studiato un cuscino esterno che si gonfia nella sezione inferiore della fiancata, capace di ridurre fino al 40% la gravità delle lesioni degli occupanti. 

Cinture integrate e airbag adattivi. La ridefinizione dell'abitacolo e della seduta dei passeggeri rappresenta una sfida ancora più grande. In un ambiente dove sarà possibile lavorare, leggere e persino riposare reclinando i sedili tutti i sistemi di sicurezza dovranno essere adeguati, includendo tra questi anche le cinture di sicurezza e gli airbag così come li conosciamo oggi. La prospettiva è quella di avere cinture integrate nelle sedute ed airbag "dual contour" adattivi, ovvero capaci di modificare il proprio funzionamento e il proprio intervento in base alla posizione del sedile e del passeggero. 

Il volante del futuro. I tecnici ZF stanno lavorando anche al concept di un airbag dedicato a vetture dotate di volanti molto diversi da quelli attuali, che offriranno la possibilità di integrare display e ridurre le proprie dimensioni in base alla modalità di guida prescelta. In questi casi sarà necessario comprendere quali siano le soluzioni più adatte a proteggere il guidatore, guardando anche oltre il classico cuscino al centro del volante come lo conosciamo oggi.   

Ginocchia al sicuro. Nel 2019 debutterà sui veicoli di serie un airbag per le ginocchia alloggiato in un contenitore di tessuto di dimensioni ridotte, così da ridurre del 30% il peso a tutto vantaggio della massa totale del veicolo e dei consumi. Si tratta di un primo passo verso una evoluzione dei materiali che fino ad oggi è rimasto in secondo piano e che rappresenta un ambito tutto da esplorare per contribuire all'efficienza globale della vetture.

Per i crash test del 2020. La ZF sta infine lavorando ad un airbag "far-side" da posizionare al centro del veicolo per evitare contatti tra gli occupanti in caso di incidente. Questo progetto diventerà fondamentale per poter superare le prove Euro NCap a partire dal 2020, quando saranno prese in considerazione anche le lesioni del passeggero opposto alla zona d'impatto. L'airbag centrale potrebbe in definitiva diventare cruciale per raggiungere le cinque stelle.  

 

 

 

 

Categorie: 4 Ruote

Sul numero di dicembre - Gli sconti speciali delle Case

4 Ruote - Dic 10,2018

La politica commerciale delle case automobilistiche prevede numerose facilitazioni sui prezzi di listino, destinate a categorie speciali di clienti: liberi professionisti, titolari di partita Iva, ma anche appartenenti a club e associazioni, enti pubblici, onlus e molto altro ancora. Informazioni in genere tenute riservate dai costruttori, ma che Quattroruote, grazie alle sue fonti, è in grado di rivelare. Ma sono realmente convenienti? A questo quesito risponde linchiesta sul campo pubblicata sul numero di dicembre della rivista. Qui sintetizziamo le principali condizioni di favore previste da gran parte dei marchi presenti sul mercato italiano. Con alcune avvertenza, da leggere con attenzione.

Nessun obbligo. I concessionari, che sono imprenditori, non sono mai obbligati ad applicare i listini, solo suggeriti dalle Case, né a praticare eventuali facilitazioni speciali: non sorprendetevi, quindi, se troverete condizioni diverse da quelle qui riportate (magari anche più convenienti). Per quanto riguarda gli sconti qui indicati, precisiamo che quelli minimi e massimi citati variano in base ai modelli e alle versioni; gli extra sconti, invece, vanno aggiunti alle promozioni comunque previste anche per i clienti privati e devono essere calcolati sul prezzo già scontato, escludendo Iva e messa su strada. Le promozioni citate sono quelle in vigore al momento della nostra indagine e possono variare di mese in mese.

Alfa Romeo. Il brand della FCA prevede i seguenti extra sconti sul prezzo previsto per i privati (esclusa 4C e alcune versioni di tutta la gamma): enti governativi, disabili (Autonomy) +1%; iscritti al Riar e allAsi, onlus +2%; aziende aderenti al Privilege program +1-2%. Per le aziende, gli agenti di commercio, i promotori finanziari e le società di rappresentanza: sconto sul listino del 10-23% + 2-5% in caso di permuta; per le autoscuole, sconto del 22% sulla Giulietta; per tassisti e noleggio con conducente, sconti del 23% sulla Giulietta, del 17% sulla Giulia e del 13% sulla Stelvio; per associazioni di categoria ed enti di previdenza facenti parte dellaccordo quadro nazionale, sconti dal 12 al 30,5% a seconda dei modelli. Il Bonus impresa per società ed enti pubblici prevede sconti da 7.600 a 10.200 euro (6.230-8.361 euro detax); il Bonus impresa per studi professionali, ditte individuali, agenti artigiani, sconti da 7.100 a 8.000 euro (5.820-6.558 euro detax).

Audi. La Casa di Ingolstadt prevede sconti dall11,5 al 15,5% per i grandi acquirenti-base (società, imprese individuali, istituti di credito, associazioni in genere, studi associati, cooperative, autoscuole, agenti monomandatari, istituzioni pubbliche e parastatali, forze dellordine); e dal 13,5 al 17,5% per i grandi acquirenti-plus (società di capitali e persone, imprese di credito e società di finanziamento, cooperative, agenti monomandatari. Sono previsti sconti dall11 (nuova A1 Sportback) al 15,5% (Q7) per agenti di commercio e liberi professionisti e dal 14,5 al 17% (per gli stessi modelli) per tassisti e noleggio con conducente.

Citroën. A professionisti con partita Iva, ditte individuali, soci, amministratori delegati e legali rappresentati società, disabili, giornalisti, diplomatici, associazioni sportive e culturali la Casa offre sconti dal 10% della C-Elysée al 23% Berlingo Multispace, + 3-9% in caso di permuta; per le elettriche gli sconti vanno dallo 0% della E-Mehari all8% della C-Zero (per questultima, +6% in caso di permuta). Professionisti con partita Iva e ditte individuali con parco minimo 2 veicoli, con dipendenti per uso promiscuo gli sconti vanno dal 14% della C-Elysée al 27% Berlingo Multispace (+ 3-9% in caso di permuta); sulle elettriche sconti dal 5% della E-Mehari al 12% della C-Zero (+ 6% per permuta). Per tassisti, Ncc, autoscuole, società, pubbliche amministrazioni, enti, associazioni, gli sconti vanno dal 14% della C-Elysée al 27% della Berlingo Multispace (più 3-9% in caso di permuta). Per le elettriche, sconti del 5% sulla E-Mehari e del 12% sulla C-Zero, +6% in caso di permuta. Per Confartigianato, Cna, Ana/Fiaip, autoscuole Unasca, Fisascat-Cisl, Carabinieri, Croce Rossa italiana, sconti dal 15% della C-Elysée al 34% della Berlingo Multispace + 3-9% in caso di permuta; per le elettriche, sconti dal 5% della E-Mehari al 13% della

DS. Per i clienti B2B, sconti sul listino dall8% per la DS7 al 19%.                                        

Fiat. Il brand della FCA prevede i seguenti extra sconti sul prezzo previsto per i privati, da calcolare sul prezzo già scontato, Iva e messa in strada escluse: su alcune versioni della gamma, extra sconto dell1% per enti governativi e disabili (programma Autonomy), del 2% per iscritti al Registro Fiat e allAsi e per le onlus, dell1-2% per aziende aderenti al Privilege program. Per aziende, agenti di commercio, promotori finanziari, società di rappresentanza, extra sconto dell1-2%; sconto del 15% sulla tipo, +4% in caso di permuta. Per le autoscuole, sconti dal 16% per la Tipo al 22% per la 500. Per tassisti e noleggio con conducente, sconti dal 17 (500X) al 22% e al 25% per Qubo e Doblò. Per associazioni di categoria ed enti previdenziali aderenti ad accordi quadro nazionali, sconti dal 6 (124 Spider) al 20% (500L; per il Dobò, si arriva al 24,5%). Bonus impresa per enti pubblici e società: sconti sul listino da 3.000 (2.459 detax) per la Panda a 5.800 euro (4.754 detax) (per Tipo 5 p. e S.W.); Bonus impresa per studi professionali, ditte individuali, agenti, artigiani da 2.700 euro (2.213 detax) (per la Panda) a 5.300 euro (4.344 detax) (per Tipo 5 p. e S.W.).

Ford. Per società, enti pubblici, hotel, autoscuole, taxi, Ncc, convenzioni con associazioni del commercio e dellartigianato, cooperative: sconto sul listino, a seconda dei modelli, dal 19% (Ecosport) al 27% (Galaxy/S-Max). Per cooperative di taxi: sconti fino a 29% (per Galaxy, S-Max).

Honda. Per tutte le categorie professionali con partita Iva, sconto sulla fattura dal 12% (Civic Type-R) al 19% (Civic 1.0 benzina e Civic 1.6 diesel).

Hyundai. Per titolari di partita Iva e disabili sconti sul listino dal 13% (Tucson) al 21,5% (Ioniq Hybrid e Plug-In) + da 550 a 2.000 euro (451-1.639 detax) in caso di permuta; per agenti di commercio sconti sul listino dal 13,5% (Tucson) al 21,5% (Ioniq Hybrid e Plug-In) + da 550 a 2.000 euro (451-1.639 detax) in caso di permuta; per società, enti e pubblica amministrazione, sconti sul listino dal 15% (Tucson) al 23,5% (Ioniq Hybrid e Plug-In) + da 550 a 2.000 euro (451-1.639 detax) in caso di permuta: per tassisti e autoscuole, sconti sul listino dal 15,5% (Tucson) al 21% (i30 restyling) + da 550 a 2.000 euro (451-1.639 detax) in caso di permuta.

Jaguar. Per aziende, Pmi, organizzazioni internazionali, diplomatici, liberi professionisti, enti e aziende pubbliche locali, enti morali e religiosi, accordi e convenzioni, vip: sconti dal 10 (F-Pace) al 20% (XJ); per titolari di partita Iva, sconti sul listino dal 10% (F-Pace) al 16% (XF); per Uber e cooperative associate, sconto sul listino del 18% (su XE, XF e XJ); per noleggio con conducente e tassisti, sconto sul listino del 15% (su XE, XF e XJ); per disabili, sconto sul listino dal 10 (F-Pace) al 14% (XJ, F-Type); per i soci del Jaguar Club, sconti sul listino dal 10 (F-Pace) al 15% (XJ, F-Type).

Jeep. Il brande della FCA prevede i seguenti extra sconti sul prezzo previsto per i privati, da calcolare sul prezzo già scontato, Iva e messa in strada escluse: per enti governativi e disabili +1%, per iscritti allAsi e onlus +2%, per le aziende aderenti al Privilege program +1-2%. Per aziende, agenti di commercio, promotori finanziari, società di rappresentanza, 12% di sconto sulla Compass m.y. 2019, 14% sulla Grand Cherokee Euro 6d-Temp, +2/4% in caso di permuta. Per tassisti e noleggio con conducente, sconto del 13% sulla Renegade e del 15% sulla Grand Cherokee Euro 6d-Temp. Per associazioni di categoria ed enti di previdenza aderenti ad accordi quadro nazionali, sconto del 15,5% sulla Renegade e del 21,5% sulla Grand Cherokee. Bonus Impresa per enti pubblici, società e cooperative: sconti sul listino da 5.700 euro (4.672 detax) sulla Renegade a 13.100 euro sulla Grand Cherokee Euro6d-Temp. Bonus Impresa per studi professionali, ditte individuali, agenti, artigiani: sconto sul listino da 5.200 euro (4.262 detax)  per Renegade a 12.100 (9.918 detax) per Grand Cherokee Euro 6d-Temp.

Kia. Extra sconti da aggiungere alle promozioni mensili previste per i clienti privati, calcolati sul prezzo scontato Iva e messa su strada escluse. Per acquisti singoli da parte di aziende, agenti di commercio sconti supplementari da 500 (410 detax) (Picanto, Rio e Stonic) a 2.500 euro (2.049 detax) (Stinger). Per acquisti multipli da parte di aziende, sconti supplementari da 800 (656 detax) per Picanto, Rio e Stonic a 3.000 euro (2.459 detax) per Optima, Sorento, Stinger. Per disabili, sconto supplementare da 500 euro (410 detax) per Picanto, Rio e Stonic a 2.000 euro (1.639 detax) per Carens. Per autoscuole, sconto supplementare di  1.000 euro (820 detax) per Picanto, Rio, Stonic e Venga. Per tassisti, sconti supplementari dai 1.500 euro (1.230 detax) per Rio, Stonic, Venga, Soul, Soul EV a 3.100 euro (2.541 detax) per Niro. Per titolari di partita Iva, sconto supplementare da 1.000 euro (820 detax) per Nuova Sportage) a 2.000 euro (1.639 detax) per la Stinger. Sulla Ceed, sconto sul listino del 14% per disabili, del 18% per aziende, enti pubblici, partite IVA e agenti, del 20% per tassisti, Ncc e autoscuole.

Lancia. Il brand della FCA prevede i seguenti extra sconti sul prezzo previsto per i privati, da calcolare sul prezzo già scontato, Iva e messa in strada escluse: per enti governativi e disabili (programma Autonomy) +1%, per iscritti al Registro Lancia e allAsi e onlus +2%, per aziende aderenti al Privilege program +1-2%, per aziende, agenti di commercio, promotori finanziari, società di rappresentanza +1%. Per le autoscuole, sconto sul listino del 19%; per associazioni di categoria ed enti di previdenza aderenti ad accordi quadro nazionali, sconto sul listino del 26%. Bonus Impresa per enti pubblici e società, sconto sul listino di 3.900 euro (3.197 detax); Bonus Impresa per studi professionali, ditte individuali, agenti, artigiani, sconto sul listino di 3.600 euro (2.951 detax).                                                                   

Land Rover. Per aziende, Pmi, liberi professionisti, partite Iva, organizzazioni internazionali e diplomatici, enti ed aziende pubbliche locali, enti morali e religiosi, accordi e convenzioni, disabili, soci Land Rover Club e vip: sconto sul listino dal 10% (Nuova Discovery) all11-12% (il resto della gamma).

Lexus. Per enti pubblici, autoparchi, agenti di commercio e promotori finanziari, diplomatici e membri di organizzazioni internazionali, giornalisti, disabili: sconti sul listino come supervalutazione dellusato da 3.100 euro (RC Hybrid) a 7.400 euro (LS Hybrid, anche senza usato) + 7-10% di extra sconto dal dealer.

Mazda. Per le partite Iva, sconto sul listino del 18% su Nuova Mazda6 e del 19% su CX-5.

Mercedes-Benz. Extra sconti da aggiungere alle promozioni mensile previste per i clienti privati, calcolati sul prezzo scontato escluse Iva e messa su strada: per società di capitali e di persone, imprese individuali, società cooperative, istituzioni pubbliche, parlamentari, corpo diplomatico, agenti, rappresentanti, promotori finanziari, +1% su Classe A, SL, S Coupé, CLS, SLC, GLC, GLE Coupé, +3% su GLA, CLA, Classe C, C Coupé e Cabrio, Classe E, E Coupé e Cabrio, Classe S, Maybach; sconti sul listino del 17% su GLA e GLC Suv, del 20% su CLA e del 25% su GLE.                   

Mitsubishi. Per grandi acquirenti, disabili, agenti di commercio, autoscuole, taxi, ministeri, enti pubblici, giornalisti, aziende convenzionate: sconti sul listino del 18% su ASX, Eclipse, Outlander e del 18,5% su Outlander Phev e Pajero.

Nissan. Sconti aggiuntivi alle offerte già in corso: su Micra e Pulsar, 5%+Iva per liberi professionisti e partite Iva, 3%+Iva per invalidi e onlus convenzionate, 5%+Iva per associazioni, 7%+Iva per enti pubblici, 7%+Iva per autoscuole, 7%+Iva per tassisti e Ncc; su Juke, 5%+Iva per liberi professionisti e partite Iva, 2%+Iva per invalidi e onlus convenzionate, 5%+Iva per associazioni, 6%+Iva per enti pubblici, 5,5% per autoscuole, 5,5%+Iva per tassisti e Ncc; su Qashqai, 5%+Iva per liberi professionisti e partite Iva, 2%+Iva per invalidi e onlus convenzionate, 5%+Iva per associazioni, 6%+Iva per enti pubblici, 6% per autoscuole, 6%+Iva per tassisti e Ncc; per X-Trail, 5%+Iva per liberi professionisti e partite Iva, 2%+Iva per invalidi e onlus convenzionate, 5%+Iva per associazioni, 6%+Iva per enti pubblici, 5,5% per autoscuole, 5,5%+Iva per tassisti e Ncc; per Leaf, 5%+Iva per liberi professionisti e partite Iva, 3%+Iva per invalidi e onlus convenzionate, 5%+Iva per associazioni, 6%+Iva per enti pubblici, 6% per autoscuole, 6%+Iva per tassisti e Ncc.

Opel. Per società di persona e di capitali, ditte individuali, cooperative, associazioni, agenti di commercio, taxi, Ncc, autoscuole, allestitori, diplomatici, enti pubblici: tre livelli di sconti per ogni modello (sempre esclusa la versione dattacco) a discrezione del dealer, da un minimo del 16,5% (per Adam) a un massimo del 32,5% (per Astra 4 porte). Per titolari di partita Iva o liberi professionisti e studi associati: sconti del 17% su Insignia, del 23% su Astra 5 porte e station wagon. Sul resto della gamma si applicano gli sconti previsti per i privati.

Peugeot. Per partite Iva e ditte individuali, società senza parco (un solo acquisto lanno), soci, amministratori e legali rappresentanti di società, disabili, associazioni sportive e culturali, autoscuole, enti, amministrazioni pubbliche, Consip, onlus, diplomatici, giornalisti, parlamentari, convenzioni con ministero della Difesa e Aeronautica militare: sconti sul listino dal 14 (508) al 25% (Partner Tepee) + 400-1.000 euro (328-820 detax) in caso di permuta/rottamazione e optional gratis; su iOn e Partner elettrico, sconto del 9%. Per società con parco (in caso di acquisti plurimi nel corso dellanno), Confcommercio, Confartigianato, altre associazioni, Confindustria, Reteindustria: sconti sul listino dal 16 (508) al 27% (Partner Tepee) + 400-1.000 euro (328-820 detax) in caso di permuta/rottamazione e optional gratis; su iOn e Partner elettrico, sconto del 9%. 

Renault. Per ditte, partite Iva, convenzioni, categorie speciali, sconti sul listino dall11,5 (Koleos) al 20,5% (Kangoo) oppure dal 15% (Twingo) al 27% (Kangoo) con permuta/rottamazione di usato immatricolato entro dicembre 2014; 550-1.140 (451-932 detax) di extra sconto sulla Mégane. Sulle elettriche, sconti dal 5% (Twizy) al 25% (Kangoo con batterie a noleggio). Per società, enti e associazioni, sconti sul listino dal 13 (Twingo e Koleos) al 22% (Kangoo) oppure dal 16% (Twingo) al 28,5% (Kangoo) con permuta/rottamazione di usato immatricolato entro dicembre 2014; + 550-1.140 euro (451-932 detax) di extra sconto sulla Mégane. Sulle elettriche, sconto dal 7 (Twizy) al 28% (Kangoo con batterie a noleggio). Per agenti, tassisti, Ncc e autoscuole: sconti sul listino dal 14% (Twingo) al 23,5% (Kangoo) oppure dal 17% (Twingo) al 30% (Kangoo) con permuta/rottamazione di usato immatricolato entro dicembre 2014 + 550-1.140 (451-932 detax) di extra sconto sulla Mégane. Elettriche: sconti dal 7% (Twizy) al 28% (Kangoo con batterie a noleggio)

Seat. Per società di capitali e di persone, imprese individuali, istituti di credito, associazioni e loro soci, studi associati, imprese familiari, titolari, amministratori, presidenti e soci di società, agenti monomandatari, rappresentanti, immobiliari, assicurativi e promotori finanziari, istituzioni pubbliche e parastatali, disabili, Onlus, liberi professionisti, giornalisti, consiglieri di Stato, parlamentari, Ong e organizzazioni internazionali: per un solo acquisto lanno, sconti sul listino dal 15 (Arona e Ateca) al 21% (Leon) + 450-750 euro per permuta/rottamazione. Per società di capitali e di persone, imprese individuali, istituti di credito, associazioni e loro soci, studi associati, imprese familiari, titolari, amministratori, presidenti e soci di società, agenti monomandatari, rappresentanti, immobiliari, assicurativi e promotori finanziari, istituzioni pubbliche e parastatali, a partire da 2 acquisti lanno: sconti sul listino dal 17% (Arona e Ateca) al 23% (Leon) + 450-750 euro (369-615 detax) per permuta/rottamazione.Per autoscuole, sconti sul listino dal 16 (Arona) al 22% (Leon) + 450-750 euro (369-615 detax) con permuta/rottamazione; per tassisti e Ncc, sconti sul listino dal 16,5% (Arona e Ateca) al 26% (Alhambra) +450-750 euro (369-615 detax) con permuta/rottamazione; per cooperative e soci di cooperative, sconto sul listino dal 14,5% (Arona e Ateca) al 21% (Leon) + 450-750 euro (369-615 detax) con permuta/rottamazione.

Skoda. Per agenti di commercio, assicurativi, immobiliari e promotori finanziari, sconti sul listino dal 14,5% (Karoq) al 19% (Superb) + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto; per società di capitali e di persone, imprese individuale, istituti di credito, società di leasing, cooperative, titolari, amministratori, presidenti e soci di società, agenti monomandatari, giornalisti, studi associati, liberi professionisti, onlus, società ciclistiche, diplomatici, istituzioni pubbliche e parastatali, per un solo acquisto lanno: sconti sul listino dal 15 (Karoq-Kodiaq) al 19% (Superb) + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto; per società di capitali e di persone, imprese individuali, istituti di credito, società di leasing, cooperative, titolari, amministratori, presidenti e soci di società, agenti monomandatari, giornalisti, studi associati, liberi professionisti, onlus, società ciclistiche, diplomatici, istituzioni pubbliche e parastali, a partire da 2 acquisti lanno, sconti sul listino dal 16,5 (Karoq-Kodiaq) al 20,5% (Superb) + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto; per soci Coop, sconti sul listino dal 13 (Kodiaq e Karoq) al 18% (Superb) + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto; per disabili sconti sul listino dal 13 (Citygo) al 17,5% (Octavia) + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto; per autoscuole, sconti sul listino del 21,5% per Citygo e del 24,5% per Fabia + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto; per tassisti e Ncc, sconti sul listino dal 19% (Kodiaq e Karoq) al 21,5% (Rapid) + 400-1.600 euro (328-1.311 detax) di extra sconto.

SSangYong. Per titolari di partite Iva, disabili, agenti di commercio, autoscuole, taxi, ministeri ed enti pubblici, giornalisti e aziende convenzionate, sconti sul listino dal 15,5% (Actyon Sport) al 19% (Rodius). 

Subaru. Per agenti di commercio (compresi Enasarco), sconto minimo sul listino dal 10% (XV, Impreza, Levorg) al 19% (Forester, Outback); per aziende con almeno 3 veicoli di proprietà, sconto minimo sul listino dal 10% (XV, Impreza, Levorg) al 21% (su Forester e Outback).

Suzuki. Extra sconti del 3-4% per liberi professionisti Enasarco, onlus, alcune categorie di associazioni professionali, dipendenti e fornitori Suzuki, forze dellordine, autoscuole, tassisti, Ncc, enti pubblici, aziende partecipate, municipalità, Polizia di Stato e Penitenziaria, ambasciate e corpo diplomatico, Guardia di Finanza, Polizia Locale, enti ecclesiastici, Conferenza episcopale italiana, tesserati Csai.

Toyota. Sconti di circa il 25% solo per tassisti. 

Volkswagen. Per agenti di commercio, assicurativi e immobiliari, società di rappresentanza, promotori finanziari, liberi professionisti, giornalisti, sconti sul listino dall11 (Maggiolino) al 18% (Passat con Business Pack) + 615-3.000 euro (504-2.459 detax) di extra sconto; per diplomatici, consiglieri di Stato, parlamentari, organizzazioni internazionali e Ong, onlus, religiosi, disabili, sconti sul listino dall11 (Maggiolino) al 17% (Passat con Business Pack) + 615-3.000 euro (504-2.459 detax) di extra sconto; per tassisti, Ncc e autoscuole, sconti sul listino dal 18 (Polo, T-Roc, Tiguan, Touareg) al 25% (Passat con Business Pack) + 615-3.000 euro (504-2.459 detax) di extra sconto; per società di capitali e di persone, imprese individuali, cooperative, istituti di credito, associazioni in genere, studi associati, sindacati, istituzioni pubbliche e parastatali, titolari, amministratori, presidenti, consiglieri e soci di società, agenti monomandatari e relativi collaboratori esclusivi, sconti sul listino dall11 (Maggiolino) al 19% (Passat con Business Pack) + 615-3.000 euro (504-2.459 detax) di extra sconto.

Volvo. Società di capitali e di persone con autoparco fino a 10 unità, disabili, taxi, autoscuole, agenti di commercio: sconti sul listino dal 12 (XC40) al 18% (S90, V90 esclusa Kinetic) + da 1.830 a 4.880 euro (1.500- 4.000 detax) in caso di permuta per XC40, XC60, nuova V60, XC90 e S-V90; per società di capitali e di persone con autoparco a partire da 10 unità, municipalità, enti pubblici e privati, giornalisti, associazioni e ordini professionali, sconti sul listino: dal 12% (XC40) al 18% (S90, V90 esclusa Kinetic); per Noleggio con conducente, sconto sul listino dal 17 (XC90 Momentum e Business Plus) al 22% (S90, V90 esclusa Kinetic).

 

 

Categorie: 4 Ruote

Toyota - Primo teaser della GR Supra Super GT

4 Ruote - Dic 10,2018

L'anima della nuova Toyota Supra è profondamente radicata nel mondo delle competizioni. Dopo averla presentata per la prima volta come Concept al Salone di Ginevra, la Toyota ha scelto di portare la versione di serie al Salone di Detroit del prossimo gennaio, ma al Tokyo Auto Salon svelerà anche la GR Supra Super GT, anticipazione della versione destinata al più importante campionato nipponico.

Un teaser per la futura Super GT da competizione. La Toyota GR Supra Super GT, della quale per ora è stato diffuso solo un teaser della fiancata, è caratterizzata da un grande alettone posteriore fisso e da un diffusore, mentre non è possibile vedere con esattezza quanto sia stato modificato il frontale. Il regolamento del Super GT permette anche di allargare le carreggiate e la carrozzeria: probabilmente questo esemplare sarà ancora più aggressivo ed estremo rispetto alla Racing Concept vista a Ginevra. 

Abbiamo già guidato la Supra stradale. Della Supra sappiamo già molto: il design è ormai praticamente svelato e le caratteristiche della guida sono già in parte state sviscerate durante la nostra prima presa di contatto. La Supra, nata dal progetto comune alla BMW Z4, adotterà i motori tedeschi a quattro e sei cilindri, ma per il momento conosciamo solo i dati dell'unità più potente: si tratta del 3.0 litri da 340 CV e 500 Nm con trazione posteriore e cambio automatico otto marce.

Categorie: 4 Ruote

Alfa Romeo 156 - Lo spot tra i canali di Venezia VIDEO

4 Ruote - Dic 10,2018

in onda sulle televisioni di tutto il mondo il nuovo spot della BMW Serie 8, diretto da Daniel Wolfe: nel filmato, in cui è visibile anche una vecchia copia di Quattroruote, la coupé bavarese sfreccia lungo il Canal Grande, grazie a una passerella realizzata ad hoc per le riprese. Una scelta che avrà ricordato a molti quella del Biscione: nel 1997 lAlfa Romeo ambientò la campagna di lancio della 156, curata dallagenzia Conquest, proprio nella Serenissima.

Lo spot. Nel filmato, che pubblichiamo in questa pagina per gentile concessione del Centro di Documentazione Alfa Romeo di Arese, quella che avrebbe poi ottenuto il titolo di Auto dellAnno 1998 si destreggia in una Venezia ghiacciata: nella città inaccessibile alle auto, la vettura dà prova di sé percorrendone i canali ghiacciati come se fossero strade asfaltate. Del resto, il claim dello spot diretto da Dario Piana e prodotto dalla Film Master è La sua forza, il tuo controllo, in linea con le caratteristiche dellauto, dotata di grande stabilità e sicurezza di marcia. Merito soprattutto della peculiare geometria delle sue sospensioni: a quadrilateri deformabili alti, allavantreno, e del tipo MacPherson evoluto, a bracci asimmetrici, al retrotreno. Allepoca, il punto di riferimento per la categoria.

Il precedente storico. Unambientazione onirica, ma non del tutto, per questo spot realizzato con sofisticate tecnologie di post-produzione: nel 1929 Venezia si ghiacciò veramente presentando un panorama nordico, le parole di Vittorio Ravà, allepoca responsabile della direzione pubblicità e immagine di Fiat Auto, in unintervista del 1997 a Il Quadrifoglio, per anni magazine ufficiale del Biscione. I più anziani ricordano che la gente andava a Murano a piedi. La 156 percorre i canali ghiacciati di Venezia che diventano così la sua strada. Sono immagini che possono diventare memorabili, perché nulla è più conosciuto al mondo di Venezia. E per la sicurezza camminare sul ghiaccio è segno di tecnologia raffinata.

Il successo. Come sarebbe poi andata per la vettura di Arese lo sappiamo tutti: la 156 raccolse ben 90 mila ordini nei primi quattro mesi di commercializzazione, addirittura 117.500 nel 1998, fino a un massimo di 202.100 nel 2001, quando la gamma della vettura comprendeva anche la Sportwagon, lanciata nel 2000 con una delle più celebri testimonial del mondo automotive, Catherine Zeta Jones.

Il design. Merito delle doti dinamiche della vettura, certo, ma anche, e forse soprattutto, della sua bellezza, grazie a un design da capogiro firmato Walter de Silva: Dopo tanti film sulle auto mi sono abituato a esaltare il meglio e a mascherare il meno bello, il commento del regista Piana al citato magazine. Raramente una vettura è al di sopra di ogni sospetto, ma questa volta devo dire di non aver avuto limitazioni di sorta: la 156 si presenta bene da ogni angolazione, persino dallalto, dove anche le auto migliori tendono a sfigurare.  

Categorie: 4 Ruote

Nissan GT-R50 - 50 esemplari a oltre un milione di euro

4 Ruote - Dic 10,2018

Dalla concept alla produzione di serie: è questo il sogno che si avvera per gli appassionati della Nissan GT-R, che sarà offerta in serie limitata per festeggiare il mezzo secolo di carriera. Solo 50 esemplari della GT-R50 by Italdesign, in gran parte identici al prototipo presentato a Goodwood nel luglio scorso, saranno infatti proposti sul mercato a 990.000 euro, tasse escluse, ovvero oltre quattro volte il prezzo della GT-R Nismo di serie.

720 CV e 780 Nm. Ogni cliente potrà ordinare la propria vettura nella combinazione cromatica di suo gradimento: per questo le foto ufficiali mostrano una variante blu della carrozzeria, abbinata alla tinta oro per la coda. confermata la presenza dell'appendice aerodinamica attiva e dei nuovi gruppi ottici, elementi che da soli modificano radicalmente l'immagine della coupé giapponese. Ma la GT-R50 non è speciale soltanto nella linea: gli interni sono stati rivisti nelle finiture e nei dettagli senza però introdurre la plancia interamente modificata della concept, mentre il propulsore è una evoluzione di quello della GT-R Nismo e raggiunge una potenza di 720 CV e 780 Nm grazie a componenti comuni alla GT3 da competizione. Le prestazioni non sono state dichiarate, mentre le consegne sono previste nel corso del 2019 e del 2020.

 

 

Categorie: 4 Ruote