Volvo - Nasce M, il nuovo brand di mobilità

4 Ruote - Lug 04,2018

Presto la Volvo lancerà il nuovo marchio di mobilità M che sarà destinato ad ampliare le attività commerciali della Casa svedese. Tramite una App i clienti potranno accedere a nuovi servizi on demand personalizzati a seconda delle preferenze e delle abitudini del guidatore.

Erede di Sunfleet. Il debutto del nuovo brand M è previsto per la primavera del 2019 quando i primi servizi verranno lanciati in alcune aree urbane degli Stati Uniti e della Svezia. Alla base dell'applicazione che permetterà di accedere alle vetture vi sarà una tecnologia di apprendimento sviluppata direttamente dalla Volvo che sarà in grado di porre domande mirate ai clienti per capire le specifiche esigenze di ogni viaggio, contrariamente alle attuali app dedicate ai servizi di car sharing che segnalano unicamente la posizione delle vetture. La M sfrutterà i dati e il know how maturato negli ultimi 20 anni dalla Sunfleet, una società di proprietà della Volvo attiva in Svezia, dove è leader nel mercato del car sharing con una flotta di 1.700 vetture e mezzo milione di noleggi su base annua. Attualmente la Casa ha già effettuato una serie di prove per valutare il funzionamento della nuova piattaforma a Stoccolma, pianificando test su larga scala per il prossimo autunno.

La crescita continua. Annunciando il debutto del nuovo brand di mobilità, la Volvo ha comunicato anche i propri risultati finanziari relativi al primo semestre di quest'anno, chiuso con un incremento delle vendite del 14,4%, per un totale di 317.639 automobili consegnate. La crescita si è rivelata stabile in tutti i mercati principali come l'Europa, la Cina e gli Stati Uniti, soprattutto grazie ai nuovi modelli come la XC40, la XC60 e la Serie 90. Nella prima metà del 2018 la Volvo ha venduto 164.480 auto (+5,7%) nel Vecchio Continente, contro le 155.653 dello scorso anno. L'Europa si è così confermata il mercato principale per il costruttore, seguita dalla Cina (+18,4% con 61.480 auto) e dali Stati Uniti dove le XC90 e XC60 hanno trainato le vendite facendo segnare un +39,6% rispetto allo scorso anno, con un totale di 47.622 veicoli consegnati da gennaio a giugno. Il modello più venduto del costruttore, scelto da 88.786 clienti, è la Suv XC60, seguita dalla sorella maggiore XC90 (47.658 esemplari), dalle V40 (48.554 esemplari), dalla S90 (30.977 esemplari) e dalla XC40 (23.741 esemplari), introdotta da pochi mesi sul mercato e destinata a posizionarsi stabilmente tra i modelli più venduti della Casa svedese.

 

 

 

Categorie: 4 Ruote

Formula 1 - McLaren, Boullier lascia. Al suo posto Gil de Ferran

4 Ruote - Lug 04,2018

La McLaren non vuole essere etichettata come una nobile decaduta della Formula 1 e sta lavorando alacremente per risalire la china. In quest'ottica, oggi il team ha annunciato un cambiamento nella struttura dirigenziale: il primo passo è l'uscita di scena di Eric Boullier, che ha dato le dimissioni da direttore sportivo.

Cosa cambia in McLaren. Zak Brown, amministratore delegato della McLaren Racing, ha accettato le dimissioni di Boullier annunciando oggi che il suo sostituto sarà Gil de Ferran, che avrà il compito di massimizzare le prestazioni dell'intera squadra. Da oggi, inoltre, anche la dirigenza tecnica subisce delle modifiche: Simon Roberts supervisionerà i reparti di produzione, ingegneria e logistica, mentre Andrea Stella è stato nominato direttore esecutivo e responsabile delle operazioni in pista.

solo l'inizio. "Le prestazioni della MCL33 non hanno soddisfatto le aspettative di nessuno n McLaren, in particolare dei nostri fedeli fan. Ma non è certo colpa delle centinaia di uomini e donne che lavorano duramente in McLaren", ha affermato Zak Brown in una nota affidata alla stampa. "Le cause sono di natura sistemica e strutturale, servono importanti cambiamenti dall'interno. Con l'annuncio di oggi, iniziamo ad affrontare questi problemi e facciamo un primo passo verso un recupero. Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare Eric per il lavoro svolto e gli auguro ogni bene per il suo futuro", ha concluso il ceo della McLaren.

Cambiano anche i piloti? Con un Fernando Alonso che sembra ormai deciso a lasciare la Formula 1 al termine della stagione, la squadra si sta guardando intorno per affidarsi a un pilota d'esperienza, da affiancare a uno più giovane, talentuoso e supportato economicamente dagli sponsor. In questa fase, il ritorno di Kimi Raikkonen a Woking non sembra più così impossibile, sempre se il finlandese abbia ancora voglia di continuare nel circus. Ci aspetta un'estate caldissima, sotto ogni punto di vista.

Categorie: 4 Ruote

Audi - Ovattato e hi-tech: ecco l'abitacolo della e-tron

4 Ruote - Lug 04,2018

Mancano ormai pochi mesi al debutto sul mercato della e-tron, la prima auto al 100% elettrica dell'Audi. Dopo averla mostrata al Salone di Ginevra, con carrozzeria camuffata, la Casa di Ingolstadt aggiunge un altro tassello, svelando labitacolo della versione prototipo: silenzioso e tecnologico, introduce la novità assoluta dei display degli specchietti retrovisori esterni virtuali.

Labitacolo. Partendo dal design di bordo, che all'Audi definiscono minimal-chic, un grande arco, abbraccia lampia plancia a sviluppo orizzontale, culminando nei rivestimenti delle portiere. Al suo interno si trovano lAudi virtual cockpit e i display Oled da 7 pollici ad alto contrasto, sui quali vengono proiettate le immagini elaborate digitalmente degli specchietti virtuali, costituiti da supporti piatti che integrano una piccola telecamera. Il conducente può selezionare diverse impostazioni mediante i comandi touch: per esempio, può spostare una sezione dello schermo, adeguando il campo visivo, e aumentare o ridurre lo zoom dellimmagine. E, tramite il sistema di infotainment MMI, può inoltre selezionare tre modalità di visualizzazione: per la guida in autostrada, per le svolte e per il parcheggio. Tra il sedile del guidatore e quello del passeggero spicca la consolle lungo il tunnel, dove trova spazio la struttura poggiamano con interruttore integrato della trasmissione.

I materiali. Come ci si aspetta da unAudi di alta gamma, sulla e-tron abbondano i rivestimenti di qualità, dalla pelle Valcona allalluminio spazzolato. A richiesta, i sedili possono essere impreziositi da cuciture a contrasto e da bordini di colore arancione, il cui disegno è ispirato ai circuiti elettrici ad alto voltaggio. Il pacchetto per l'illuminazione diffusa, inoltre, valorizza le linee essenziali degli interni.

Spaziosa e silenziosa. Grazie a un passo di 2.928 millimetri e allassenza del tunnel centrale nella zona posteriore, la Suv elettrica può accogliere cinque persone e i rispettivi bagagli. Spaziosa, dunque, ma anche silenziosa: il confort acustico, spiegano da Ingolstadt, raggiunge qui un livello inedito. Il rotolamento dei pneumatici, promettono i tecnici, è lunico rumore percepibile e questo permette di esaltare le qualità del Sound System 3D Premium di Bang & Olufsen, di cui può essere dotata, con 16 altoparlanti e un amplificatore da 705 Watt. 

Categorie: 4 Ruote

Free2Move - A Parigi con 500 elettriche Citroën e Peugeot

4 Ruote - Lug 03,2018

Il gruppo PSA, tramite il brand Free2Move, si sta preparando per lanciare un nuovo carsharing a zero emissioni che porterà sulle strade di Parigi 500 elettriche dei marchi Peugeot e Citroën.

Futuro condiviso. Con oltre un milione di clienti in 10 Paesi e una flotta di 65 mila veicoli, Free2Move punta a inaugurare il nuovo servizio di mobilità condivisa nell'ultimo trimestre di quest'anno con l'idea di ampliare ulteriormente il numero di vetture elettriche nella capitale francese nei mesi successivi al lancio. L'obiettivo del gruppo transalpino, annunciato già nel 2016 con la presentazione del piano strategico Push to Pass, è quello di diventare un punto di riferimento nel mondo della mobilità sostenibile, proponendosi come fornitore di servizi.

 

Categorie: 4 Ruote

Electric tour - Gran finale a Trieste per il roadshow a batterie - VIDEO

4 Ruote - Lug 03,2018

Gran finale sotto il sole. Si è concluso a Trieste lElectric Tour, il roadshow che ha girato lItalia per farvi provare le ultime novità della mobilità sostenibile. Dopo Bari, Riccione e Milano, lo scorso weekend abbiamo animato piazza SantAntonio Nuovo, nel centro della città giuliana, con 13 modelli elettrici, ibridi o ibridi plug-in di cinque Case: Kia, Hyundai, Suzuki, Toyota e Volvo. Nelle giornate di sabato e domenica gli istruttori della scuola di guida sicura di Quattroruote hanno accompagnato per le strade del capoluogo tantissimi utenti, curiosi di conoscere e guidare i modelli a disposizione. I nostri driver hanno mostrato loro come si guida in maniera corretta ed efficiente una vettura ibrida, ottenendo degli ottimi risultati in termini di consumo, pur percorrendo pochi chilometri e tutti nel traffico del centro città.

Le agevolazioni in Friuli Venezia Giulia. Gli automobilisti di questa regione, tra l'altro, godono di benefici per l'acquisto di vetture a basso impatto ambientale. Per quanto riguarda i mezzi ibridi ed elettrici, proprio alla fine della scorsa settimana abbiamo approvato una delibera che prevede numerosi vantaggi economici per chi vuole rottamare la propria vecchia auto per comprarne una più ecologica", ha spiegato Fabio Scoccimarro, assessore allEnergia e allAmbiente del Friuli Venezia Giulia, intervenuto al nostro evento. "Per chi sostituisce una vettura a benzina Euro 0 o 1 o una diesel Euro 1, 2 o 3 è stato previsto un incentivo di 4 mila euro per lacquisto di un'auto ibrida - a prescindere dal tipo di ibridizzazione - o 5 mila euro per lacquisto di un'elettrica". "Siamo davvero felici che siate venuti a trovarci a Trieste e che la vostra testata continui questa campagna di sensibilizzazione verso una mobilità più pulita, ha aggiunto l'assessore.

I partner. Anche durante l'appuntamento triestino ci hanno accompagnato i partner Scame, che ha fornito le colonnine di ricarica per le vetture plug-in ed elettriche, ed Edison, una delle principali società energetiche in Italia e in Europa. Quanto ai tredici modelli, in questo mese di roadshow tra Bari, Riccione, Milano e Trieste sono stati oltre 1.500 i test drive che hanno visto protagoniste le Kia Niro e Optima (entrambe Plug-in Hybrid), le Hyundai Ioniq Electric, Hybrid e Hybrid Plug-in, le Suzuki Ignis, Swift e Baleno (tutte hybrid), le Toyota C-HR e Yaris Hybrid e la Volvo XC90 T8 Twin Engine. Ledizione 2018 dell'Electric Tour termina qui: un ringraziamento speciale va a tutti coloro che sono venuti a trovarci, desiderosi di conoscere il nuovo mondo della mobilità a batteria.

Categorie: 4 Ruote

Skoda Karoq - Pronta per le forze dell'ordine

4 Ruote - Lug 03,2018

La Skoda ha realizzato una nuova serie di allestimenti specifici per la Karoq dedicati alle forze dell'ordine. Presentando la Suv con la livrea della Polizia britannica, la Casa ha annunciato di aver sviluppato delle conversioni specifiche anche per i Vigili del Fuoco e per i soccorsi.

Anche integrale. I tre allestimenti prevedono la presenza di dotazioni esclusivamente sviluppate per essere impiegate in situazioni d'emergenza, come dei lampeggianti a Led, montati sul tetto e sulla calandra anteriore, abbinati a una sirena tritonale. A seconda della configurazione all'interno dell'abitacolo possono essere montati degli accessori specifici per ogni impiego, potendo anche rimuovere totalmente il divano posteriore per ampliare il vano bagagli da 521 a 1.810 litri. Tutti i motori presenti a listino saranno disponibili nei nuovi allestimenti specifici, compresi il 1.6 TDI e il 1.0 TSI, entrambi accreditati di 115 CV e proposti sia con cambio manuale, sia con l'automatico doppia frizione DSG: a richiesta le forze dell'ordine potranno optare anche per la trazione integrale scegliendo la Karoq 2.0 TDI da 150 CV.  

 

Categorie: 4 Ruote

Opel - I motori della famiglia X si aggiornano

4 Ruote - Lug 03,2018

La famiglia X della Opel si aggiorna e arrivano le motorizzazioni con omologazione Euro 6d-TEMP. Una gamma di vetture a ruote alte che copre tre segmenti, partendo dalla più piccola Crossland X, passando per la Suv Mokka X e arrivando alla Grandland X, sport utility che condivide per intero la meccanica con la sorella francese Peugeot 3008. Abbiamo guidato i motori aggiornati in un percorso misto a una cinquantina di chilometri di distanza da Francoforte, scegliendo un propulsore differente per ognuno dei tre modelli.

Tre modelli per tre motori. Uno dei due motori aggiunti di recente alla gamma diesel di Grandland X è il 1.5 da 130 cavalli abbinato al cambio automatico a otto rapporti AT-8. Nonostante non sia la versione a gasolio più potente (è infatti disponibile anche un 2 litri da 177 cavalli), il millecinque porta a spasso egregiamente la Suv della Casa di Rüsselsheim. Lautomatico a 8 marce sembra preferibile al manuale, perché è abbastanza rapido e gestisce bene i 300 Nm di coppia della vettura disponibili a 1.750 giri. Conferma le sue buone doti di vivacità a consumi contenuti il 1.2 a benzina da 110 cavalli, che abbiamo già conosciuto e guidato più volte sulle vetture del gruppo PSA e che, nel caso della Crossland X, acquista la denominazione Ecotec. Infine, ci siamo messi alla guida della Mokka X 4X4 con il 1.6 turbodiesel da 136 cavalli, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti. La Suv compatta può montare la trazione integrale attiva, grazie a un sistema dotato di frizione elettronica a dischi multipli in grado di distribuire la potenza in modo continuo tra asse anteriore e asse posteriore, da 100:0 a 50:50.

 

Il futuro. Le novità, però, non finiscono qui, perché la Opel sta sviluppando a Rüsselsheim, per conto del gruppo PSA, un nuovo motore a benzina che vedrà la luce nei prossimi quattro anni e che sarà in grado di supportare la propulsione ibrida rispettando le norme antinquinamento globali. A proposito di varianti green, a partire da metà 2019 verrà presentata una versione plug-in della Grandland X ed entro il 2020 si aggiungeranno quattro modelli green tra cui la Corsa 100% elettrica. Infine, entro il 2024, tutta la gamma del costruttore tedesco sarà elettrificata.

 

La nuova procedura Wltp. Tutti i modelli provati rispettano il nuovo standard di omologazione Worldwide Harmonized Light Vehicle Test Procedure. Il ciclo di guida Wltp è composto da quattro fasi di guida, basate su profili di andatura quotidiana definiti a livello mondiale. Rispetto allNedc, che andrà in pensione dal 1 settembre 2018, il Wltp è più dinamico e prevede un tempo di test di 30 minuti con una distanza percorsa di 23,25 chilometri a una velocità media di 46,5 km/h. Inoltre, nel nuovo ciclo di omologazione contano anche gli optional del veicolo. Ogni abbinamento motore/trasmissione viene infatti esaminato con lequipaggiamento più economico e con quello che porta al maggior consumo di carburante, il tutto per simulare una situazione di utilizzo che sia la più verosimile possibile.

Categorie: 4 Ruote

Tesla - La Model 3 europea debutterà a Goodwood

4 Ruote - Lug 03,2018

La Tesla presenterà la versione europea della Model 3 durante il Goodwood Festival of Speed. Il debutto ufficiale della berlina compatta riporterà la Casa californiana sulla salita del West Sussex dove, in passato, aveva partecipato alla cronoscalata per mostrare la Model X in anteprima al pubblico britannico.

In Europa dal 2019. Dopo l'apparizione, in via non ufficiale, allo scorso Salone di Ginevra, la Model 3 sarà esposta per la prima volta a Goodwood dove la Tesla ha appena invitato i futuri acquirenti. La Casa ha infatti inviato una mail ai clienti britannici che hanno riservato un esemplare della Model 3, fornendo dei biglietti gratuiti per partecipare all'evento. Il debutto commerciale europeo dell'elettrica, tuttavia, è ancora lontano. Nonostante la Casa abbia dichiarato di aver raggiunto traguardo dei 5.000 esemplari prodotti a settimana, le prime consegne della Model 3 sono previste entro l'estate del 2019 ma i clienti britannici potrebbero dover attendere fino all'anno successivo per potersi mettere al volante delle versioni con guida a destra.

Categorie: 4 Ruote

Aci - Nuovo in calo, usato in crescita

4 Ruote - Lug 03,2018

Se giugno si è chiuso con immatricolazioni in calo del 7,3%, come abbiamo riportato ieri, si registra invece un mercato dellusato in controtendenza, con un incremento mensile del 3,9%. Ogni 100 vetture nuove vendute, quelle di seconda mano che hanno cambiato proprietario sono state ben 135, che salgono a 143 considerando lintero primo semestre dellanno. I dati sono riportati nel bollettino "Auto-Trend" dellAci, elaborati sui dati del Pra.

Le diesel tengono. Ancora più interessanti i numeri riferiti alle motorizzazioni. I passaggi di proprietà delle autovetture (depurati dalle minivolture, cioè i trasferimenti temporanei ai concessionari in attesa della rivendita), a fronte del crollo delle auto a gasolio nuove (-12,8% a giugno rispetto allo stesso periodo del 2017, contro un aumento del 2,7% dei modelli a benzina), le diesel usate passate di mano sono cresciute del 4% a giugno e del 5,6% nel semestre (percentuali ben superiori al +1,4% dei modelli a benzina, che diventa 2,8% nel periodo gennaio-giugno). LAci, comunque, evidenzia lincertezza per il futuro per il parco circolante di circa 16,9 milioni di auto diesel, il cui destino è legato alle scelte politiche in tema di ambiente, e in particolare alle limitazioni e ai divieti alla circolazione già annunciati da diverse amministrazioni locali.

 

 

 

 

Categorie: 4 Ruote

Renault Clio - La quinta generazione sorpresa su strada

4 Ruote - Lug 03,2018

La quinta generazione della Renault Clio potrebbe debuttare già nei prossimi mesi per poi arrivare sul mercato nella primavera del 2019. Non è infatti da escludere che la compatta francese possa essere tra le novità di spicco del Salone di Parigi, dove è attesa anche la versione aggiornata della Suv Kadjar.

Tutta nuova. Il prototipo appena avvistato nasconde sotto alle pellicole di camuffatura e al nastro adesivo nero presente sul frontale quella che dovrebbe essere la carrozzeria definitiva della nuova compatta francese. Nonostante la presenza delle coperture, si possono già intuire alcune delle forme che caratterizzeranno la nuova generazione della Clio, soprattutto al frontale dove saranno concentrate le modifiche più importanti. Rispetto al modello attuale, infatti, il cofano motore risulta molto più alto e bombato, mentre i fari hanno una forma più affusolata che, probabilmente, li porterà a fondersi visivamente con la nuova calandra. Alcuni dettagli, infine, potrebbero riprendere le soluzioni stilistiche portate al debutto dalla concept Symbioz.

Motori turbo e nuovi Adas. La Clio di quinta generazione si baserà sulla nuova piattaforma Cmf-b, la stessa che darà vita anche ad altri modelli compatti del gruppo Renault-Nissan, come l'erede dell'attuale Juke. Dentro al cofano saranno presenti diverse motorizzazioni, anche elettrificate: oltre al classico diesel 1.5 dCi, la Clio sarà disponibile anche con un 1.0 TCe e con la nuova famiglia di 1.3 a benzina sviluppata insieme al gruppo Daimler e portata al debutto dalla Renault Scénic. Dal punto di vista tecnologico, infine, la Clio porterà al debutto nuove dotazioni per l'infotainment e la sicurezza: non è inoltre da escludere che gli allestimenti più completi possano disporre di sistemi d'assistenza alla guida di Livello 2.

 

 

Categorie: 4 Ruote

Volkswagen T-Cross - Nuove informazioni sulla Suv compatta

4 Ruote - Lug 03,2018

Diramando il primo teaser della nuova T-Cross, la Volkswagen ha ufficializzato i primi dettagli della Suv compatta. Il quinto modello della famiglia T debutterà durante il prossimo autunno e andrà a posizionarsi alla base dell'offerta a ruote alte della Casa Tedesca senza tuttavia scendere a compromessi per quanto riguarda le dotazioni tecnologiche.

Tra Polo e T-Roc. La versione di produzione della Volkswagen T-Cross, anticipata da un omonimo prototipo presentato al Salone di Ginevra del 2016, si baserà sul pianale modulare Mqb A0 e avrà una lunghezza di 4.107 mm, ovvero 12,7 cm in meno rispetto alla sorella maggiore T-Roc e 54 mm in più della Polo, della quale dovrebbe riprendere anche le motorizzazioni. Per rendere l'abitacolo più spazioso e pratico sarà disponibile un divano posteriore scorrevole che, a seconda della sua posizione, permetterà di aumentare la capacità di carico del vano bagagli o creare più spazio per le gambe dei passeggeri posteriori.

 

Look da vera Suv. Come risulta immediatamente visibile dai primi disegni della vettura, la T-Cross riprenderà le linee della concept lanciata nel 2016, apportando solo alcune lievi modifiche al frontale e alla coda. L'impostazione anteriore con fari integrati visivamente nella calandra si abbinerà a una coda massiccia con gruppi ottici a collegati da una striscia led che attraversa tutto il portellone posteriore integrando il logo della Casa tedesca. Trattandosi di una Suv non mancano dettagli come le barre del tetto e le protezioni di plastica nera per passaruota, minigonne e paraurti.

Tecnologica e sicura. Per quanto riguarda la tecnologia di bordo, invece, oltre all'ormai immancabile infotainment integrato nel cruscotto e a un quadro strumenti digitale, sulla T-Cross non mancheranno gli ultimi dispositivi per la sicurezza attiva. La Volkswagen ha già confermato la presenza di serie di sistemi come il Front Assist, che monitora le altre auto e frena autonomamente in caso di pericolo, e del Lane Assist, che avvisa il guidatore quando la vettura oltrepassa le linee della corsia di marcia.

Categorie: 4 Ruote

Formula E - Nel 2019 si torna in Cina, a Sanya

4 Ruote - Lug 03,2018

La Formula E è pronta a tornare in Cina nella stagione 2018/2019: farà tappa a Sanya, il prossimo 23 marzo 2019, per il sesto round del campionato. Dopo quella di Hong Kong, questa sarà la seconda gara asiatica della categoria full electric.

Location mozzafiato. Sanya è una popolare destinazione turistica sulla punta meridionale di Hainan. Lì, le futuristiche Gen2 di Formula E si sfideranno su un tracciato cittadino che non è stato ancora reso noto e che, con tutta probabilità, sarà mostrato solo dopo lapprovazione da parte del Consiglio Mondiale della Fia. Sanya è il posto ideale per la Formula E, non solo per il suo bellissimo panorama, ma per gli sforzi profusi nel campo della mobilità elettrica che lha portata a vantare la migliore qualità dellaria rispetto a qualunque altra città della Cina, ha dichiarato il ceo della categoria, Alejandro Agag.

Appuntamento a Haitang Bay. Nel 2014 a Pechino si è corso il primo ePrix della storia, vinto da Lucas Di Grassi e caratterizzato dallo spettacolare incidente all'ultimo giro - per fortuna senza conseguenze - tra Nicolas Prost e Nick Heidfeld. Pechino ha anche aperto la seconda stagione della Formula E, nel 2015. LePrix di Sanya del prossimo marzo segnerà così il ritorno in Cina della categoria full electric.

Categorie: 4 Ruote

World Travel Awards 2018 - La Sixt vince l'Oscar dei viaggi e del turismo

4 Ruote - Lug 03,2018

Sixt si è aggiudicata il riconoscimento come migliore compagnia di noleggio auto in Italia, Germania, Austria, Olanda, Svizzera, Spagna e Francia. Anche l'esclusivo Sixt Limousine Service e Sixt Luxury Cars hanno conquistato il primo posto a livello europeo. La premiazione è avvenuta ieri alla "World Travel Awards Europe Gala Ceremony 2018" ad Atene. I World Travel Awards sono considerati gli "Oscar" dell'industria dei viaggi e del turismo da 25 anni.

 

Categorie: 4 Ruote

Hyundai Kona - Al volante della 1.6 CRDi 4x4 136 CV

4 Ruote - Lug 03,2018

Vai dove ti porta il diesel. Le più recenti vicissitudini dei motori ad accensione spontanea non cambiano le strategie della Hyundai che, già nel mese di luglio, inizierà le consegne delle prime Kona diesel. La piccola B-Suv multicolor, infatti fino a oggi era disponibile, oltre che nella versione totalmente elettrica che abbiamo provato poche settimane fa, solo con il 1.0 tre cilindri da 120 CV oppure con un 1.6 da 177 CV non molto europeo. Il nuovo motore diesel della serie Smart Stream è offerto ora in due step di potenza 115 e 136 CV e promette consumi bassi e una bella coppia vivace. Sulle strade di Barcellona e dintorni ho messo le mani sulla più prestante delle due, con trazione integrale e cambio automatico a doppia frizione a 7 marce.

Acciaio coreano. Sarà perché la Hyundai produce da sé lacciaio per le proprie navi e auto, sarà per mantenere alta una reputazione di solidità (che si concreta in cinque anni di garanzia), sta di fatto che la Kona, nella sua compattezza, è unauto bella densa, qualità che è difficilmente definibile, ma spicca ascoltando il rumore della porta che si chiude. E lavviamento del diesel non è da meno: silenzioso, senza vibrazioni, rotondo. Lo sprint non è da record, ma il cambio DCT (senza paddle al volante) asseconda tutti gli stili di guida (che si possono anche impostare con un pulsante: eco, sport e confort). La prima è abbastanza corta da lasciar immaginare un certo spunto anche nel fuoristrada leggero quando serve molta coppia, ma, anche se ci sono le quattro ruote motrici, va ricordato che la Kona è votata soprattutto allasfalto. La settima è lunga in generale il consumo si è attestato, nel mio test di circa 100 km, attorno ai 15 km/litro.

Sospensioni soft. Le ruote da 18 pollici serie 45 fanno parte degli allestimenti top e regalano allavantreno una precisione di un certo rispetto, anche se limpostazione generale delle sospensioni privilegia il confort. Ci sono un po di rollio e di sottosterzo che restituiscono bene il senso della velocità in curva e inducono facilità e confidenza al primo approccio. Tra laltro, la Kona ha dalla sua un pacchetto sicurezza di alto livello: frenata automatica con rilevamento dei pedoni, head-up display (una rarità in questo segmento), sistema di mantenimento della corsia, doti alle quali si aggiunge il punteggio pieno ottenuto nei crash test.

Si parte da 20.000 euro. Escludendo gli sconti sempre validi, il listino recita 20.500 euro per la diesel da 115 CV base a trazione anteriore per arrivare piuttosto in alto per le versioni 4WD da 136 CV, con il top a 31.050 euro, dotate però di un equipaggiamento da fai invidia alle grandi. A proposito delle sorelle maggiori della Kona, lappuntamento di Barcellona è stato loccasione per guidare anche la rinnovata Tucson (tutti i dettagli fra qualche giorno) e la nuova Santa Fe, di cui sono state confermate in arrivo le versioni ibrida e ibrida ricaricabile.

Categorie: 4 Ruote

Skoda - In India sarà prodotta una nuova Suv

4 Ruote - Lug 03,2018

A partire dal 2020 la Skoda produrrà una nuova Suv compatta in India, dove il gruppo Volkswagen investirà un milione di euro per rafforzare la propria presenza in quello che attualmente è uno dei mercati in più rapida crescita a livello globale. Secondo i nuovi piani del gruppo tedesco, inoltre, la Casa boema è stata nominata responsabile per la Russia e l'India dopo aver incrementato del 30% i propri volumi di vendita nel Paese asiatico nel 2017 soprattutto grazie all'introduzione della nuova Suv Kodiaq e delle compatte della famiglia Rapid.

Nuova strategia. Con l'obiettivo di raggiungere entro il 2025 una quota di mercato del 5% a livello locale, il gruppo Volkswagen ha stanziato investimenti per espandere la propria fabbrica di Aurangbad, nell'India occidentale, e per creare un nuovo centro di ricerca e sviluppo. Tra i primi modelli che saranno appositamente realizzati per il mercato indiano vi sarà una Suv compatta, con marchio Skoda, basata su una versione ampiamente modificata del pianale modulare Mqb A0 già impiegato da molte compatte del gruppo come la nuova Audi A1, la Volkswagen Polo e la Seat Arona. Il nuovo modello dovrà rispettare i severi standard che entreranno in vigore in India a partire dal 2020 e, proprio per questo motivo, sarà fondamentale per il gruppo disporre di un centro dedicato allo sviluppo dei modelli destinati al subcontinente asiatico. Non è infine da escludere che le vetture prodotte localmente possano in futuro essere esportate anche al di fuori dei confini indiani.

Categorie: 4 Ruote

Mercedes-Benz - Le prime immagini della nuova GLE Coupé

4 Ruote - Lug 03,2018

Queste sono le prime foto spia della nuova generazione della Mercedes-Benz GLE Coupé. La nuova generazione della GLE dovrebbe debuttare all'inizio del 2019 ed è già stata avvistata in versione praticamente definitiva, ma oggi siamo in grado di confermare anche il ritorno della sua variante più sportiva, che ha nel mirino l'avversaria per antonomasia, la BMW X6. Io debutto della GLE Coupé potrebbe avvenire più avanti, nel corso del 2019.

Il design si evolve seguendo lo schema originale. Le immagini confermano l'approccio simile al modello uscente: il padiglione più basso e la linea più slanciata del montante posteriore danno vita a una sorta di coupé rialzata, che con il passo allungato dovrebbe guadagnare qualcosa in termini di spazio interno. I gruppi ottici sono già visibili dietro alle protezioni adesive; sul bordo del portellone, inoltre, è presente quella che sembra un'appendice aerodinamica fissa più grande rispetto al passato. I terminali di scarico integrati nel paraurti posteriore, così come la presenza di cerchi di lega sportivi e dei dischi freno forati suggeriscono che il prototipo possa anticipare contenuti firmati AMG, probabilmente nello step intermedio 43 o 53 e non in quello delle più potenti GLE 63.

Elettrificazione in corso. La GLE Coupé dovrebbe seguire tecnicamente la strada della nuova GLE. Dovremmo quindi trovare i powertrain aggiornati a quattro, sei e otto cilindri, incluse le varianti elettrificate e gli interni privi di comandi fisici, con i due grandi display affiancati e il sistema operativo di nuova generazione con comandi vocali evoluti. 


Categorie: 4 Ruote

Ford risponde a Tesla - Settemila auto... in quattro ore

4 Ruote - Lug 02,2018

A poche ore di distanza dal messaggio orgogliosamente twittato da Elon Musk per il raggiungimento delle 7.000 automobili prodotte a settimana dalla Tesla, Steven Armstrong, ceo della Ford of Europe, ha riproposto, con le dovute modifiche, il tweet celebrativo.

 

Da una settimana a quattro ore. Mentre dall'altra parte dell'oceano il ceo della Tesla si vantava per aver raggiunto l'obiettivo di produrre 5.000 Model 3 e 2.000 tra Model S e Model X a settimana, nel Vecchio Continente l'ad della Ford per l'area Emea ha voluto rispondere a tono, ricordando che alla Casa dell'Ovale Blu per costruire 7.000 automobili servono solo poche ore.

Categorie: 4 Ruote

Mercato italiano - Le immatricolazioni calano anche a giugno

4 Ruote - Lug 02,2018

Ancora un mese di contrazione per il mercato italiano dell'auto. A giugno, secondo i dati del ministero dei Trasporti, le immatricolazioni sono state pari a 174.702 unità, con un calo del 7,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. Si tratta del quarto mese negativo da inizio anno; non a caso i dati del primo semestre mostrano una flessione dell'1,45%, pari a 1.120.829 veicoli registrati.

La Jeep sostiene il gruppo FCA. Non si arresta neanche a giugno il calo delle immatricolazioni del gruppo FCA. Lo scorso mese sono stati 43.642 i veicoli registrati, il 19,16% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017. A sostenere le performance è sempre la Jeep, che con un aumento del 91,72% e 7.713 registrazioni continua a registrare uno dei migliori tassi di crescita tra i marchi di maggior rilievo presenti sul mercato italiano. Brusca frenata, invece, per l'Alfa Romeo, che a giugno subisce un calo del 22,73% con 3.648 immatricolazioni. Sul risultato complessivo del gruppo italo-statunitense pesano i risultati negativi della Fiat (-30,65%, con 27.988 immatricolazioni) e della Lancia (-13,38%, con 3.994 unità), mentre torna alla crescita della Maserati con un +2,11% e 242 veicoli registrati.  

Cresce ancora il gruppo Volkswagen. Il gruppo Volkswagen si conferma la terza forza del mercato italiano, con un tasso di crescita ancora una volta a doppia cifra. Le immatricolazioni, pari a 27.751 esemplari, salgono del 16,13% con tutti i marchi in territorio positivo. Il brand omonimo registra un +21,02% con 16.068 registrazioni, la Skoda un +6,67% (2.414) e la Seat un +19,12% (2.000). LAudi, con 7.241 vetture, riscontra, invece, un aumento dell'8,76% e la Lamborghini del 40% anche se con volumi decisamente contenuti (28 unità consegnate).

Nuovo calo per Daimler e BMW. Tra gli altri grandi produttori tedeschi non si arresta il declino per la Daimler e la BMW. Il gruppo di Stoccarda registra un calo del 4,02%, con 8.862 auto immatricolate, in particolare per il -16,3% della Mercedes (a 5.682 registrazioni), mentre la Smart risulta in crescita del 30,06% (3.180 unità). Il concorrente bavarese vede 7.702 veicoli immatricolati, lo 0,14% in meno rispetto allo stesso mese del 2017, con la crescita del marchio omonimo (+9,17% e 5.653 immatricolazioni) a compensare la contrazione della Mini (-19,17% e 2.049 unità).

Sale PSA, calano Renault e Ford. PSA consolida la propria posizione di seconda forza del mercato, grazie, ancora una volta, al contributo della Opel. Il gruppo transalpino mette a segno una crescita del 57,46% con 24.998 unità registrate, di cui 8.984 sono del marchio tedesco. In contrazione risultano, invece, la Citroën con un -8,87% e 6.813 immatricolazioni, mentre la Peugeot cresce del 9,32% (8.913 registrazioni) e la DS dello 0,16%, con soli 288 veicoli. Il gruppo Renault ha chiuso il mese con performance negative: a giugno flette del 10,21% con 18.992 unità, frutto di un calo del 15,65% subito dalla Dacia (5.701 auto) e del 7,66% riscontrato dal marchio omonimo. Andamento negativo anche per la Ford: 11.558 registrazioni e un segno meno del 6,14%.

Male quasi tutti i grandi produttori asiatici. Tra i grandi produttori asiatici, il gruppo Toyota, con 7.678 immatricolazioni, perde l'1,2% con il marchio omonimo in crescita del 4,12% e la Lexus in declino del 69,27%. La Nissan lascia sul terreno il 42,63% (4.186 immatricolazioni), la Suzuki il 21,82% e la Mazda il 19,83%. In crescita, seppur marginale, risulta invece la Honda (+0,92%), mentre mostrano un andamento decisamente positivo la Mitsubishi (+40,63%) e la Subaru (+60,09%). Rimanendo in Asia, chiudono in rosso la coreana Hyundai (-8,48%) e la consociata Kia (-9,66%); salgono la SsangYong (+2,35%) e la proprietaria Mahindra (+300%).

Su le altre premium, cresce anche Tesla. Nel segmento premium, Volvo e Jaguar Land Rover registrano risultati in netta controtendenza rispetto alle leader Mercedes-Benz e BMW. Il marchio svedese vede le immatricolazioni crescere del 6,11% a 1.562 unità e il gruppo britannico dell'11,7% a 2.444 con il boom della Jaguar (+86,49%) ad annullare il calo della Land Rover (-8,16%). La Porsche mette a segno un ottimo +34,03% con 705 immatricolazioni e la Tesla del 36,36% anche se con con solo 75 modelli immatricolati.

Panda sempre leader. Nella classifica dei modelli più popolari è sempre in testa la Fiat Panda con 9.584 immatricolazioni. La Renault Clio, con 5.060 unità, si conferma al secondo posto davanti, seppure di poco, alle 5.043 registrazioni della Fiat 500X. Il quarto posto è appannaggio della Lancia Ypsilon (3.994 unità) seguita, nell'ordine, dalla Jeep Renegade (3.931), dalla Volkswagen Polo (3.882), dalla Toyota Yaris (3.790), dalla Fiat Tipo (3.786) e dalla Volkswagen Golf (3.603). Chiude la top ten la Jeep Compass, con 3.588 esemplari immatricolati.

Crolla il diesel. Sul fronte delle alimentazioni, il diesel continua a lanciare segnali di declino secondo un trend di peggioramento visibile di mese in mese. Le motorizzazioni a gasolio, dopo la flessione del 9% di marzo, del 3,7% di aprile e del 10,1% di maggio, subiscono una contrazione di ben il 17%, arrivando comunque a rappresentare il 52,8% del mercato. In diminuzione risulta anche il Gpl con un -9,2%, mentre le auto a benzina fanno registrare un aumento del 3,5% e quelle a metano un +83,7%. Le elettrificate continuano a crescre a doppia cifra: le ibride salgono del 25% e le elettriche di quasi il 125%.

A giugno torna a calare il canale dei privati. Dopo il ritorno alla crescita di aprile e maggio, lo scorso mese si è rivelato negativo per il canale dei privati: -0,5% ma con un peso sul mercato salito al 55,4%, anche per una generale contrazione degli altri canali distributivi. Il noleggio flette infatti dell'11% con il calo di quasi il 35% per il breve termine ad annullare il +5,2% del lungo. In decisa contrazione, infine, le società, con un segno meno del 18,6%.

Ancora in contrazione l'usato. Il mercato dell'usato mostra ancora una volta dati negativi. I trasferimenti di proprietà, al lordo delle minivolture (i passaggi temporanei a nome dei commercianti, in attesa della rivendita ai clienti), scendono del 4,1% attestandosi a 360.298 unità. I primi sei mesi dell'anno si chiudono pertanto in calo: sono stati 2.307.771 i passaggi di proprietà, il 3,4% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017.

Categorie: 4 Ruote

McLaren - A Goodwood la P1 GT Longtail

4 Ruote - Lug 02,2018

All'edizione 2018 del Goodwood Festival of Speed l'inglese Lanzante presenterà la P1 GT. La vettura deriva dalla McLaren P1 ed è ispirata alla F1 GT, a sua volta derivata dalla F1 GTR Long Tail da competizione. Per il momento, si tratta di una one-off realizzata su commissione e non è chiaro se sarà prevista la produzione di altri esemplari

Dalla pista alla strada, con le targhe. La Lanzante è nota agli appassionati per aver offerto a un numero selezionatissimo di clienti la possibilità di rendere utilizzabili su strada vetture estreme come la McLaren P1 GTR, trasformata nella P1 LM: il loro lavoro di sviluppo ha permesso infatti di adattare queste auto da competizione per la guida su strada, superando i controlli necessari per l'ottenimento delle targhe. 

La P1 GT omaggio alla F1 GTR Long Tail. Il teaser mostra la fiancata della vettura con dettagli che dicono già molto sulla natura del progetto: una nuova coda allungata e un alettone di grandi dimensioni creano il legame con la F1 Long Tail, inoltre è presente il classico airscoop sul tetto. Un precedente teaser aveva invece messo in evidenza le nuove parti dedicate al frontale, con nuovi flussi di raffreddamento. Nessun dettaglio è stato fino ad ora rilasciato in merito al propulsore ed alle eventuali modifiche al V8 3.8 biturbo con sistema ibrido.

Categorie: 4 Ruote

MG - La futura sportiva sarà anche elettrica

4 Ruote - Lug 02,2018

La MG, di recente acquisita dopo il fallimento dalla cinese Saic, ha confermato di essere al lavoro su una nuova sportiva compatta. La due porte, che avrà dimensioni simili a quelle di una Mazda MX-5, è stata progettata per essere lanciata entro il 2020 con motori a combustione interna ma anche per poter ospitare un powertrain full electric.

Integrale elettrificata. A ufficializzare l'arrivo del nuovo modello, durante un incontro con la stampa australiana, è stato lo stesso Shao Jinfeng, ex Volkswagen e ora capo del design della MG. Per il momento, tuttavia, non sono emersi molti dettagli: la due porte sportiva disporrà della trazione integrale e sarà costruita su una nuova piattaforma pronta fin da subito per ospitare dei powertrain ibridi plug-in e, in futuro, anche le batterie necessarie per un'evoluzione totalmente elettrica.

Categorie: 4 Ruote