BMW M5 Competition<br> - Debutta la nuova sportiva da 625 CV

4 Ruote - Mag 09,2018

Con un V8 biturbo di 4,4 litri da 625 CV a 6.000 giri e 750 Nm di coppia da 1.800 a 5.860 giri, la nuova BMW M5 Competition promette prestazioni da sportiva di razza: a Monaco si parla di soli 3,3 secondi per bruciare lo 0-100 e di 10,8 secondi per toccare i 200 km/h da ferma.

Caratteristiche. Dotata dell'automatico M Steptronic a otto marce con paddle al volante e della trazione integrale xDrive, consente di impostare tre modalità di guida: Comfort, Sport e Sport Plus, con in più la possibilità di scaricare la potenza sulle sole ruote posteriori. Il pulsante M Sound Control consente di modulare il suono proveniente dal sistema di scarico M Sport, appositamente studiato per questo modello, per rendere più discreta la voce del V8.  

Del pacchetto sportivo fanno parte anche le sospensioni ribassate di 7 millimetri rispetto alla M5 tradizionale, i cerchi da 20 pollici dedicati che calzano pneumatici da 275/35 all'anteriore e da 285/35 al posteriore, le maniglie delle porte, le coperture degli specchietti e lo spoiler posteriore nero lucido e gli interni personalizzati. 

Categorie: 4 Ruote

Audi - "Venderemo 800.000 elettrificate entro il 2025"

4 Ruote - Mag 09,2018

L'Audi punta a vendere 800.000 auto elettrificate entro il 2025. Nel corso dell'annuale assemblea generale, il consiglio di gestione ha presentato la versione aggiornata della strategia denominata Audi Vorsprung 2025: entro sette anni sarà offerta una variante a basso impatto ambientale per ogni modello della gamma, la maggior parte delle quali saranno elettriche pure e in proporzione minore ibride plug-in. 

Investimenti per miliardi di euro. Per realizzare questo piano la Casa dei Quattro anelli ha in programma investimenti per miliardi di euro che richiedono una profonda trasformazione industriale e del modello di business: circa 40 miliardi saranno destinati ai settori dell'e-mobility, della guida autonoma e della digitalizzazione, in particolare della produzione.

Venti modelli alla spina. "Il nostro obiettivo - ha affermato Rupert Stadler, presidente del cda dell'Audi - è rivoluzionare il concetto di mobilità. Anche nell'elettrico, vogliamo diventare i numeri uno tra i produttori premium". Il piano, secondo le anticipazioni, si realizzerà con più di 20 modelli elettrificati entro il 2025. L'apripista sarà la Suv elettrica Audi e-tron, la cui produzione di serie è prevista entro la fine dell'anno, seguita nel 2019, dalla versione Sportback. Poi, nel 2020 sarà lanciata la e-tron GT realizzata da Audi Sport e un'altra non specificata elettrica nel segmento delle compatte premium. 

Categorie: 4 Ruote

Aston Martin V12 Vantage V600 - 600 CV con cambio manuale a tiratura limitata

4 Ruote - Mag 09,2018

A vent'anni di distanza la sigla V600 torna su una Aston Martin per dare l'addio a quella che potrebbe essere l'ultima V12 Vantage aspirata della storia. L'erede dell'iconica V8 Vantage V600, che nel 1998 era la versione più potente della gamma grazie al suo 5.3 litri supercharged da 600 CV, ripropone la stessa potenza dell'antenata in una serie limitata di 14 vetture, equamente divise tra coupé e roadster.

Vecchia scuola. In attesa che la futura generazione della Vantage passi al V12 sovralimentato già impiegato dalla Vanquish, la V600 sarà il canto del cigno della serie attuale: gli esemplari saranno consegnati ai clienti dopo l'estate chiudendo definitivamente l'era delle Vantage VH. Dentro al cofano delle V600 sarà presente una versione aggiornata del 6.0 litri aspirato della Casa di Gaydon, portato a 600 CV e abbinato a un cambio manuale a sette rapporti. A rendere unica questa versione è anche l'estetica, aggiornata con componenti di fibra di carbonio come il nuovo cofano motore, le minigonne e l'estrattore posteriore con quattro terminali di scarico. Totalmente inedita è anche la calandra anteriore pensata per massimizzare il flusso d'aria per il raffreddamento del propulsore. Completano l'allestimento dei cerchi di lega monodado e finiture di fibra di carbonio e alluminio anodizzato per gli interni.

Categorie: 4 Ruote

Audi - Germania, sospetti per un nuovo defeat device

4 Ruote - Mag 08,2018

La Kba, l'autorità tedesca che vigila sui veicoli a motore, ha richiesto un'audizione formale all'Audi in merito alla possibile presenza, su alcuni V6 3.0 TDI, di un defeat device in precedenza sconosciuto.  

Sotto esame 60.000 A6 e A7. La notizia riportatata dalla Reuters, che riprende una nota ufficiale di Alexander Dobrindt, ministro dei Trasporti tedesco, riguarderebbe 60 mila veicoli diesel in tutto il mondo, i cui certificati d'omologazione sono stati rilasciati in Lussemburgo.

 

Categorie: 4 Ruote

Batterie allo stato solido - Giappone, 14 milioni di dollari per la ricerca

4 Ruote - Mag 08,2018

Il governo giapponese ha stanziato 14 milioni di dollari (11,8 milioni di euro) per promuovere la ricerca nell'ambito delle batterie allo stato solido. I fondi sono destinati alla Libtec, il Lithium Ion Battery Technology and Evaluation Center, che collaborerà con case automobilistiche come la Honda, la Nissan e la Toyota per sviluppare tecnologie per lo stoccaggio dell'energia.

800 km con un "pieno". La Libtec punta a innalzare, entro il 2030, l'autonomia delle auto elettriche oltre gli 800 km, con l'obiettivo intermedio dei 550 km fissato per il 2025. Tra i partner dell'iniziativa figurano anche brand specializzati nella realizzazione di batterie come la GS Yuasa e la Panasonic che, grazie al loro know-how, collaboreranno con le altre aziende del consorzio per sviluppare e migliorare le tecnologie solid state delle batterie della Toyota, ritenute tra le più avanzate a livello globale, ma ancora lontane dalla commercializzazione. Il programma della Libtec svilupperà dei criteri di sicurezza da applicare alla produzione dei nuovi accumulatori che impiegheranno elettroliti solidi in luogo dei liquidi attuali.

Strada in salita. L'investimento governativo è pensato per permettere al Giappone di tornare tra i leader nel settore delle batterie per automobili. Il Paese del Sol Levante deteneva il 70% del mercato globale degli accumulatori per automobili nel 2013, ma, con l'ingresso di potenze tecnologiche, ed economiche, come la Cina e la Corea del Sud, le aziende nipponiche hanno progressivamente perso quote di mercato.

Categorie: 4 Ruote

Volkswagen - A Vienna, le anteprime su ibride, diesel e metano

4 Ruote - Mag 08,2018

Tra le anteprime presentate al Vienna Motor Symposium, occasione dincontro tra le Case, dove si scambiano informazioni sulle innovazioni tecnologiche, la Volkswagen ha annunciato che amplierà lofferta di alimentazioni con sistemi mild hybrid a 48 Volt, nuovi turbodiesel con varianti ibride e un innovativo motore a metano. Grazie allinsieme di queste tecnologie, Wolfsburg punta a raggiungere lobiettivo di emissioni medie di CO2 di 95 g/km, imposto dallUnione Europea dal 2020.

Il mild hybrid sulla Golf. Come già annunciato, questo sistema a 48 Volt debutterà sulla prossima Golf, rendendo librido sempre più alla portata di unampia clientela. La Casa tedesca estenderà gradualmente lelettrificazione delle alimentazioni tradizionali allintera gamma.

Il 1.5 turbo a metano. Unaltra novità è il 1.5 TGI Evo alimentato a gas naturale. A iniezione diretta e sovralimentato con turbina a geometria variabile VTG, è basato sul 1.5 TSI ACT BlueMotion. Con i suoi 130 CV, promette una grande efficienza, quasi senza emettere particolato.

Ancora spazio ai turbodiesel. La Volkswagen, in ogni caso, non rinuncia al diesel. A Vienna, la Casa di Wolfsburg ha presentato i nuovi TDI. Per la prima volta, il quattro cilindri 2.0 TDI sarà disponibile in abbinamento a sistemi ibridi: lEA288 Evo sarà associato a un motogeneratore elettrico a 12 Volt, che oltre ad avere la funzione di avviamento avrebbe quella di recuperare energia e contribuire nei momenti di richiesta di coppia (mild hybrid). Abbinato a una batteria agli ioni di litio, il sistema servirebbe dunque alla riduzione di consumo di gasolio e di emissioni, contribuendo anche a migliorare il piacere di guida. Per quanto riguarda le emissioni di CO2 dei turbodiesel EA288 Evo, la Casa dichiara una riduzione fino a 10 g/km rispetto alla generazione precedente, mentre i valori di potenza e coppia sono saliti fino al 9%.

 

Categorie: 4 Ruote

Mercedes - La prima pista firmata AMG è in Corea del Sud

4 Ruote - Mag 08,2018

Per la prima volta nella sua storia la AMG ha dato il proprio nome a un tracciato. L'AMG Speedway si trova in Corea del Sud, vicino a Gagnam, uno dei distretti più esclusivi di Seoul, e permetterà agli appassionati di scendere in pista a bordo delle sportive di Affalterbach in svariati eventi esclusivi.

Il tracciato, lungo 4,3 km, sorge sul primo circuito permanente mai realizzato in Corea del Sud, nato nel 1995 e riconfigurato nel 2011 da Hermann Tilke per avere 17 curve e passare al su un ponte che sovrasta un'area del parco tematico Everland Resort. Ospiterà corsi di guida, eventi formativi per la rete e presentazioni statiche e dinamiche dei nuovi modelli firmati AMG, con i clienti e gli appassionati che saranno accolti nella nuova AMG Lounge che separa la zona del paddock dalla pit lane.

Categorie: 4 Ruote

BMW - A Jerez festeggia il 20 anniversario in MotoGP

4 Ruote - Mag 08,2018

Domenica scorsa, prima del GP di Jerez de la Frontera, la BMW ha celebrato la ventesima stagione di sodalizio come auto ufficiale della MotoGP, presentando un'esclusiva BMW M3 CS in tinta Frozen Dark Blue, che a fine stagione sarà data in premio al pilota più veloce nelle qualifiche.

Caratteristiche. La M3 CS, edizione speciale a tiratura limitata (ci sono solo 1.200 esemplari in tutto il mondo), monta un sei cilindri TwinPower turbo da 460 CV e 600 Nm di coppia abbinato al doppia frizione M a sette rapporti con Drivelogic e sospensioni adattive M. Secondo la Casa impiega 3,9 secondi per accelerare da 0-100 km/h. Nell'abitacolo spiccano i rivestimenti di pelle pieno fiore Merino bicolore e altri dettagli, fra cui il volante M di Alcantara.

Le precedenti edizioni. L'attuale detentore del record è Marc Marquez. Lo spagnolo della Honda, che nel 2017 ha vinto il BMW M Award per la quinta volta consecutiva, precede Valentino Rossi e Casey Stoner, entrambi con tre riconoscimenti, Jorge Lorenzo, il più veloce per due stagioni, Sete Gibernau e Nicky Hayden con una vittoria.

Categorie: 4 Ruote

I dati della polizia - Furti d'auto in calo, la Panda è la più rubata

4 Ruote - Mag 08,2018

Continuano a calare i furti d'auto in Italia. Dopo la flessione del 5,28% registrata nel 2016 (i dati comprendono i veicoli per persone e merci), anche il 2017 mostra un dato negativo: sono stati 147.117 i mezzi rubati, il 6,25% in meno rispetto all'anno precedente con le sole auto in declino del 5,59% (103.030). Cala, però, anche il numero di auto ritrovate: secondo i dati della polizia stradale risulta rinvenuto soltanto il 7,67% (63.979) dei veicoli scomparsi. Ancora più basso il numero delle sole auto: 49.801 (-11,57% rispetto al 2016). 

Panda e Qashqai le più rubate. Tra i modelli più popolari tra i ladri italiani si conferma la Fiat Panda, ancora una volta al vertice della classifica delle utilitarie più soggette alle azioni criminali dei topi d'auto, oltre che auto più venduta nel Belpaese. L'anno scorso sono stati 9.719 gli esemplari della citycar rubati, pari al 10,91% del totale dei furti. Nella top ten delle utilitarie figurano altri modelli del gruppo FCA: la Punto si piazza al secondo posto, seguita dalla 500 e dalla Lancia Ypsilon. Prima straniera, la Volkswagen Golf, seguita da Ford Fiesta, Fiat Uno, Smart Fortwo, la Renault Clio e Opel Corsa. La Nissan Qashqai è invece in vetta nella categoria "fuoristrada", davanti a Kia Sportage, Range Rover, Toyota Rav4, Range Rover Evoque, Hyundai Tucson, Mercedes ML, Bmw X1, Mitsubishi Pajero e Bmw X5. 

Roma capitale anche dei furti. Al contrario della vulgata nazionale, non è Napoli la capitale italiana dei furti d'auto, bensì Roma con 17.146 veicoli rubati, il 16,64% del totale. Nella classifica per province, il capoluogo campano si piazza al secondo posto con 13.935 furti, seguito da Milano (8.213). Seguono Bari, Catania, Torino, Palermo, Caserta, Foggia e Salerno. A livello regionale è comunque la Campania a dominare la top ten con il 19,7% del totale nazionale, davanti al Lazio (18,14%), alla Puglia (15,26%) e alla Lombardia (12,77%). 

Un ladro "tecnologico". Nel dossier presentato al vertice con le forze dell'ordine di altri 27 Paesi europei di Maranello, emerge inoltre un identikit dei nuovi ladri d'auto, sempre più dotati di competenze tecnologiche e informatiche. "Le organizzazioni criminali sono costituite da soggetti con elevata conoscenza delle tecnologie in uso sui veicoli. La loro provenienza è sempre più riconducibile a paesi dellEst Europa: Moldavia, Ucraina, Polonia, Romania e Slovenia", riporta la Polizia Stradale. "Poiché le moderne vetture sono equipaggiate da sistemi che non richiedono la classica chiave meccanica del passato, sia per lapertura delle portiere sia per lavvio, i ladri oggi hanno sostituito il classico spadino e affinato le proprie conoscenze  tecniche.  Utilizzano sempre più frequentemente congegni che consentono loro di raggiungere lo scopo senza danni sulla vettura. I dispositivi utilizzati sono in grado di intercettare/captare il segnale di apertura delle portiere, sbloccare la vettura e poi avviarla (per esempio Jammer, skniffer, laser scanner, Key programmer)". Compiuto l'atto criminale, il veicolo viene poi destinato, da una parte, ad alimentare il mercato parallelo dei pezzi di ricambio - a tal proposito la Polizia lancia un avvertimento sui rischi di utilizzare componenti non originali - dallaltra, alla sua reimmissione sul mercato, in particolare estero, con dati e documenti alterati. Tra le principali rotte di destinazione finale del veicoli rubati o appropriati indebitamente in Italia vengono annoverati Romania, Ungheria, Ucraina, Serbia, Spagna, Germania e Paesi del Nord e Centro Africa. LItalia, per la sua particolare posizione geografia, figura anche come paese di origine e di transito soprattutto per veicoli di provenienza illecita dalla Spagna, dalla Francia e dalla Germania.

I consigli per gli automobilisti. La polizia fornisce infine una serie di consigli, non sempre seguiti dagli automobilisti, magari per semplice distrazione o fretta. Sarebbe, per esempio, il caso di non lasciare lauto accesa e con le chiavi e di evitare di lasciare aperti i finestrini o il tettuccio e di parcheggiarla in aree isolate o incustodite. sempre meglio non appoggiare le chiavi dell'auto sui tavolini dei bar o dei ristoranti, nonché prestare particolare attenzione in caso di lievi tamponamenti e in fase di parcheggio in centri commerciali o altri luoghi affollati. infine è consigliabile dotare sempre il veicoli di un sistema di antifurto meccanico, satellitare o elettronico.

 

Categorie: 4 Ruote

Accademia Editoriale Domus - Al via il master in Comunicazione Automotive

4 Ruote - Mag 08,2018

Parte oggi lattività 2018 dellAccademia Editoriale Domus, con lavvio della nuova edizione del master in Comunicazione Automotive. In effetti si tratta di un primo giorno particolarmente importante, perché segna il passaggio dalla Quattroruote Academy, che dal 2014 ha registrato un crescente successo nella formazione di figure professionali specializzate nel settore automobilistico, allAccademia Editoriale Domus, sua naturale evoluzione.

Una storia di successo. Nei suoi tre anni di vita, la Quattroruote Academy ha organizzato undici corsi, nazionali e internazionali, coinvolgendo 473 docenti di altissimo profilo, tra i quali presidenti, amministratori delegati, direttori marketing e comunicazione provenienti da tutte le case auto presenti nel nostro Paese, oltre a ospiti stranieri e grandi maestri del car design. Le ore di formazione complessive sono state più di 4.500, comprese quelle trascorse sulla pista di Quattroruote a Vairano (PV); il tasso di occupazione dei partecipanti ai corsi è stato sempre superiore al 90%. Questi risultati sono stati ottenuti grazie allunicità dei master, dovuta alla presenza di addetti ai lavori e non a insegnamenti teorici, e alla verticalità dei temi trattati, che hanno toccato la comunicazione, il marketing, il design, la gestione delle flotte aziendali e il restauro delle auto storiche.

Il master in Comunicazione. Quello che prende il via oggi è un vero e proprio corso di specializzazione post universitaria, della durata di due mesi, riservato a chi ha conseguito una laurea triennale o magistrale. Lobiettivo del master in Comunicazione Automotive è quello di formare giovani ben preparati per linserimento nel mondo del lavoro nellambito delle pubbliche relazioni e degli uffici stampa del settore. Il corso è giunto alla terza edizione e si presenta come un unicum nel suo genere, in Italia. Oltre alle lezioni in aula, tenute dai migliori professionisti delle case automobilistiche e dai giornalisti di Quattroruote, prevede laboratori dedicati al mondo digital, ai social media e allufficio stampa digitale, ma anche lezioni pratiche in pista, accompagnati dai collaudatori del Centro prove, per scoprire i segreti e toccare con mano l'automobile in tutte le sue peculiarità.

Il piano di studi. Il master in Comunicazione Automotive, che durerà fino al 28 giugno, prevede tre giorni di frequenza a settimana. Le lezioni saranno divise in diversi moduli: tra questi, come funziona un ufficio comunicazione, le peculiarità del panorama automobilistico in tutte le sue sfaccettature (storia, tecnica, mercato, economia, politica e geopolitica), il mondo multimediale e i migliori approcci per affrontare i social e le loro complessità/opportunità. Gli studenti, infine, dovranno affrontare prove pratiche di lavoro, anche in team. Tutte le informazioni su questo e sui prossimi corsi sono sul sito Accademia Editoriale Domus. Per essere aggiornati sulle attività potete seguire anche la pagina Facebook dell'Accademia.

 

Categorie: 4 Ruote

Bentley Flying Spur - L'ammiraglia avvistata al Nürburgring

4 Ruote - Mag 08,2018

Terminati i collaudi invernali in Scandinavia i prototipi della Bentley Flying Spur si sono spostati al Nürburgring dove sono stati appena avvistati. I tecnici della Casa britannica sono scesi in pista per mettere alla prova la nuova ammiraglia ed effettuare le ultime regolazioni all'assetto e al powertrain in vista del debutto, previsto per il prossimo anno.

Ancora nascosta. Osservando con attenzione le nuove foto spia non sembrano essere presenti modifiche di rilievo rispetto ai prototipi protagonisti dei precedenti avvistamenti. La Flying Spur è ancora totalmente ricoperta da pellicole nere che nascondono l'estetica della vettura, soprattutto nella zona frontale e al posteriore. La nuova ammiraglia dovrebbe riprendere un'impostazione stilistica introdotta dalla nuova generazione della Continental GT (qui il nostro primo contatto), evolvendone i tratti proponendo un aspetto ancor più esclusivo rispetto alla coupé. L'esemplare impegnato tra i cordoli del Nordschleife dispone inoltre di coperture aggiuntive per i fari, nascosti dietro a degli adesivi che simulano l'aspetto dei gruppi ottici tipici del marchio di Crewe.

Verso l'elettrificazione. Come la Continental GT anche la Flying Spur si baserà sulla nuova piattaforma modulare Msb, la stessa che già equipaggia altri modelli del gruppo Volkswagen come la Porsche Panamera. Proprio per questo motivo verrà probabilmente adottato il 4.0 litri biturbo da 550 CV lanciato negli scorsi mesi sulla Bentayga che si affiancherà, come da tradizione, a un W12 a benzina. Non è infine da escludere il possibile debutto di due varianti inedite per questo modello, una ibrida plug-in con powertrain sempre derivato dalla Suv e una meno probabile variante a gasolio.

Categorie: 4 Ruote

QMaps - In tour a Gardaland e negli altri parchi - VIDEO

4 Ruote - Mag 08,2018

QMaps 2018, il volume dedicato ai viaggi in vendita con Quattroruote di maggio, vi propone 100 idee per altrettanti itinerari sulle strade dItalia, da godere in un weekend, oppure diluiti in una settimana di vacanza. Per questa edizione, infatti, abbiamo individuato cinque temi che fanno da filo conduttore. Il primo, quasi inevitabilmente, riguarda i musei e le collezioni di auto e, più in generale, del mondo dei trasporti (moto, treni, aerei); il secondo, una selezione di venti tra gli oltre cinquanta siti italiani definiti dallUnesco Patrimonio dellUmanità; il terzo, i parchi naturali, nazionali e regionali. Abbiamo poi itinerari che toccano parchi giochi e di divertimento, pensati per chi viaggia con bambini e ragazzi; e non potevano mancare quelli dedicati allenogastronomia, eccellenza italiana. Il tutto è accompagnato dai consigli su alberghi, ristoranti e negozi per lo shopping redatti dagli esperti de Il Cucchiaio dArgento, pubblicazione della nostra casa editrice.

Le tappe per divertirsi. Per chi viaggia con bambini o ragazzi uno dei problemi principali è spesso quello dindividuare soste che permettano loro di distrarsi e divertirsi. Non ci sono, però, difficoltà per chi sceglie questo itinerario nella zona veneta vicina al lago di Garda. Si parte, infatti, da Gardaland, forse il parco giochi più conosciuto dItalia, e dal vicino Gardaland Sea Life, un acquario che ospita oltre 200 mila creature dacqua dolce e salata. Tappa successiva nelle vicine Movieland, dedicata al grande schermo, e a Caneva World, divertente aquapark. Il parco Natura Viva, invece, è unoasi zoologica che tutela la biodversità; affascinante, infine, la storia del Parco giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio, luogo ideale per un finale romantico di questo percorso.

 

Categorie: 4 Ruote

Mercedes-AMG GT 63 S - La quattro porte diventa Edition 1

4 Ruote - Mag 08,2018

Da diversi anni quando un nuovo modello della Stella viene lanciato sul mercato è sempre accompagnato da una versione appositamente creata per il debutto disponibile solo per i primi 12 mesi, la Edition 1. Anche la Mercedes-AMG GT a quattro porte non poteva di certo esimersi da questa tradizione, così ad Affalterbach hanno deciso di basare la veste più esclusiva della cinque posti sulla variante più performante attualmente in commercio, la 63 S. Il debutto della nuova Edition 1 è fissato per il weekend del 28 maggio quando si correrà la 24 Ore del Nürburgring, mentre le prime consegne sono previste per il prossimo mese di settembre.

Obiettivo performance. Confermando il V8 4.0 litri biturbo da 639 CV e 900 Nm, sufficiente a portare la sportiva a trazione integrale da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e a spingerla fino a 315 km/h di velocità massima, la AMG ha dotato la quattro porte di alcune finiture estetiche inedite tanto all'interno dell'abitacolo quanto all'esterno, dove debuttano nuove grafiche adesive color Graphite Grey a contrasto con la tinta Designo Graphite Grey Magno della carrozzeria. Di serie è inoltre previsto l'AMG Aerodynamics Package che introduce sulla vettura uno splitter anteriore, un estrattore posteriore maggiorato e un alettone posteriore regolabile manualmente che, a 300 km/h, permette di ottenere 30 kg di carico aerodinamico in più rispetto allo spoiler di serie. Non mancano infine dei cerchi di lega forgiati da 21" che nascondono un impianto frenante con pinze gialle.

Profumo d'esclusività. Le modifiche rispetto ai modelli più tradizionali continuano all'interno dell'abitacolo dove rivestimenti di pelle Nappa e di microfibra Dinamica con impunture gialle a contrasto si abbinano a inserti di fibra di carbonio. I sedili AMG Multicontour dispongono di cinture di sicurezza di colore giallo e sono totalmente rivestiti di pelle, così come la plancia, il tunnel centrale e i fianchetti delle portiere. Il volante sportivo, con targhetta identificativa Edition 1, è invece rifinito con una corona di microfibra per permettere al guidatore un migliore controllo della vettura. Per rendere ancor più unica questa versione la Casa di Affalterbach ha inoltre sviluppato la fragranza "AMG #63" per l'Air Balance, permettendo ai clienti di scegliere anche alcune opzioni come i sedili posteriori High-Class, l'impianto frenante carboceramico, il pacchetto estetico di fibra di carbonio e il Night Package.

Categorie: 4 Ruote

Gruppo PSA - I modelli elettrificati adotteranno trasmissioni Punch Powertrain

4 Ruote - Mag 08,2018

Il gruppo PSA vuole accelerare il passaggio dai veicoli convenzionali a quelli ecofriendly, con lobiettivo di sviluppare un'ampia offerta elettrificata. Va in questa direzione la decisione di selezionare Punch Powertrain, azienda belga specializzata nella realizzazione di componenti meccaniche per auto, come fornitrice per i sistemi di trasmissione elettrificati che verranno adottati sui prossimi modelli del gruppo.

Trasmissione innovativa. Il motivo principale di tale decisione è rappresentato dalla possibilità di sfruttare una specifica trasmissione a doppia frizione, brevetta dalla Punch Powertrain, ritenuta (dal gruppo PSA) allavanguardia. Realizzata con un minor numero di componenti rispetto alle concorrenti, questultima dovrebbe caratterizzarsi per unelevata compattezza e leggerezza, in grado di ottimizzare sia lefficienza sia le performance. Allatto pratico, il primo impiego avverrà in abbinamento a un sistema mild hybrid a 48 Volt e andrà a equipaggiare veicoli di medie dimensioni. In attesa dinformazioni maggiormente dettagliate, va inoltre ricordato che, per quanto concerne il processo di conversione allelettrico, le prime full electric saranno la Peugeot 208 e la DS 3 Crossback nel 2019, secondo le ultime comunicazioni della Casa agli investitori.  

40 modelli elettrificati entro il 2025. In unottica più completa, la nuova divisione dedicata ai veicoli a basse emissioni, diretta da Alexandre Guignard, supervisionerà lo sviluppo di propulsori elettrificati su tutta la gamma di modelli PSA entro il 2025. Guignard sarà inoltre responsabile del programma per abbassare le emissioni di CO2 di tutta la gamma, al fine di soddisfare le normative dell'Unione Europea per il 2020. In tutto, nel giro dei prossimi sette anni, PSA presenterà 40 modelli elettrificati appartenenti ai suoi marchi.

 

 

Categorie: 4 Ruote

Citroën - Con la Cactus brasiliana, punta a crescere in Sud America

4 Ruote - Mag 08,2018

Europa a parte, e seconda solo alla Cina, la regione internazionale più importante per la Citroën è l'America Latina. Dopo aver registrato una crescita locale del 14% nel 2017, la Casa francese ha dato unaccelerata alla sua strategia di espansione, svelando le prime immagini della nuova C4 Cactus, nella versione sviluppata per il mercato localmente e prodotta a Porto Real, in Brasile. Si tratta di un adattamento della Cactus già in vendita in Europa da marzo, riveduta e corretta per le esigenze di questa macroregione. Sarà in vendita dalla seconda metà dell'anno e andrà ad ampliare l'offerta di prodotti locali del marchio nel segmento C, insieme alla C4 Lounge recentemente aggiornata.

Non solo Brasile. Con quasi 69.000 auto vendute, l'America Latina rappresenta un quarto del mercato extraeuropeo del marchio.  Dopo il lancio, nella seconda metà del 2017, dell'assemblaggio del nuovo Jumpy in Uruguay, in vendita in Argentina e in Brasile dallo scorso autunno, il marchio ha continuato la sua offensiva nel primo trimestre 2018, con quasi 16.000 auto vendute (+12%). La nuova C4 Cactus sarà commercializzata nei principali mercati, Brasile e Argentina, ma anche in Uruguay, Paraguay e Colombia.

 

Categorie: 4 Ruote

Rolls-Royce Cullinan - Ultimo teaser in vista della presentaizione

4 Ruote - Mag 08,2018

A pochi giorni dall'attesa presentazione della Cullinan, la prima Suv della Rolls-Royce, in calendario il 10 maggio, la Casa britannica ha rilasciato un nuovo teaser relativo ai gruppi ottici posteriori.Terminato il Final Challenge Tour in collaborazione con il National Geographic, che dalle Highlands scozzesi ha raggiunto Austria, Middle East e Stati Uniti, chiudendo il triennio di sviluppo e di collaudi, tutto è pronto per l'unveiling.

Caratteristiche. Realizzata sulla piattaforma di alluminio Architecture of Luxury, per il momeno si sa solo che sfiorerà "i sei metri di lunghezza", come rivelato Peter Schwarzenbauer, membro del Cda BMW responsabile per il marchio di lusso inglese e che sarà "il modello più costoso della gamma". Esclusa la variante a sette posti, si potrà scegliere fra due configurazioni di abitacolo, una a cinque posti, l'altra con quattro sedute singole. Non resta che attendere fino a giovedì per scoprirne tutte le caratteristiche

Categorie: 4 Ruote

Russia - Debutta la Kortezh, la nuova auto di Putin

4 Ruote - Mag 07,2018

Nelle occasioni ufficiali tutti i capi di stati viaggiano su auto blindate appositamente personalizzate per garantire la massima sicurezza negli spostamenti. Dalla DS 7 di Emmanuel Macron alla Cadillac The Beast di Donald Trump: i presidenti delle varie nazioni hanno automobili create su misura per loro, compreso Vladimir Putin che, per la cerimonia di giuramento sulla Costituzione al Cremlino, ha utilizzato per la prima volta la Kortezh, la sua nuova limousine presidenziale.

Partner internazionali. Il quarto mandato del presidente russo inizia con una nuova vettura frutto della collaborazione tra gli ingegneri sovietici e svariate aziende internazionali. Progettata per sostituire la Mercedes-Benz S 600 Pullman Guard utilizzata fin'ora dal capo di stato, la Kortezh (o Cortege) è stata sviluppata dall'ente di stato Nami Research Institute insieme al colosso russo dell'industria militare Rostec e dalla Sollers JSC, una holding che detiene diverse aziende tra le quali figurano anche la Uaz e la Kamaz. L'ammiraglia, il cui nome significa corteo, sfrutta però diverse componenti fornite da aziende internazionali, comprese le italiane Brembo e Blowtherm. La Nami ha collaborato anche con la Porsche per realizzare la nuova limousine a trazione integrale: dalla stessa piattaforma deriveranno anche altre quattro tipologie di vetture (Suv, minivan e berline a passo corto o lungo) che saranno vendute, in piccoli lotti, a facoltosi clienti in cerca di un'auto capace di offrire la massima sicurezza. Lo sviluppo della nuova vettura è iniziato nel 2012 e sarebbe costato allo stato russo quasi 200 milioni di dollari.

Ritorno alle origini. Erano più di vent'anni che un presidente russo non viaggiava su un'auto prodotta in Russia. La nuova ammiraglia di Putin è il primo veicolo costruito localmente ad ospitare un capo di stato sovietico dal 1995, anno in cui Boris Yeltsin lasciò la Zil-41052, da sempre utilizzata anche dal predecessore Michail Gorbaëv (che la preferì anche alla più moderna Zil-4102), per passare a una Mercedes-Benz Classe S, un modello poi scelto anche da Dmitrij Medvedev e dallo stesso Vladimir Putin.

Categorie: 4 Ruote

Fiat e Lancia - A maggio incentivi e sconti su tutta la gamma

4 Ruote - Mag 07,2018

A maggio il gruppo FCA mette a disposizione un incentivo di 100 milioni di euro, offrendo in promozione le gamme Fiat e Lancia, in abbinamento al nuovo piano di finanziamento IMPERDIBILI100, che prevede anticipo zero e il pagamento della prima rata a gennaio 2019. Gli sconti si applicano a vetture in pronta consegna da immatricolare entro il 31 maggio. Per lo stesso periodo di tempo le varianti a Gpl saranno in vendita al prezzo dei benzina. Oltre alle informazioni sui siti www.fiat.it e www.lancia.it, i clienti interessati potranno recarsi nelle concessionare anche nei weekend di Porte Aperte previsti per il 12-13 e 26-27 maggio.

Ecco tutti i modelli e le relative offerte:
- Fiat Panda: da 7.400 Euro (IPT e contributo PFU esclusi) anziché 8.900 euro, con finanziamento IMPERDIBILI100 (Tan 6,25%, Taeg 9,90%), cinque porte e climatizzatore di serie;
- Fiat Punto: da 8.200 euro, anziché 9.200, con cinque porte, climatizzatore e radio (tan 6,25% taeg 9,55%);
- Fiat Qubo: da 10.250 euro, anziché 11.250 euro, con climatizzatore, radio e porte laterali scorrevoli incluse nel prezzo (Tan 6,25%, Taeg  8,92%);
- Fiat Doblò: da 13.950 euro, anziché 14.950 euro, con climatizzatore, radio con connettività Bluetooth, sei airbag e porte laterali scorrevoli (Tan 6,25%, Taeg 8,30%);
- Fiat Tipo: da 12.500 euro, anziché 13.500, con clima, Esp con Hill Holder, sistema d'infotainment Uconnect, radio con Bluetooth e volante di pelle multifunzione, (Tan 6,25%, Taeg 8,49%);
- Fiat 500 Collezione: da 9.950 euro, anziché 10.950, con dettagli cromati, linea Grigio/Bianco/Grigio, cerchi di lega 16" diamantati con finitura nera, Logo "Collezione" (Tan 6,25%, Taeg 9,02%);
- Fiat 500L da 13.500 euro, anziché 14.500, con climatizzatore, Uconnect con schermo touch da 5 pollici, connettività Bluetooth e Cruise Control (Tan 6,25%, Taeg 8,36%);
- 500X City Cross: da 15.500 euro, anziché 16.500, con look crossover, climatizzatore, infoainment Uconnect con schermo touch HD da 7", Link System compatibile con Apple Carplay e Android Auto, cerchi di lega da 17, Cruise Control, mancorrenti sul tetto e vetri privacy (Tan 6,25%, Taeg 8,09%). Per tutta la gamma 500 è disponibile anche il finanziamento Galaxy4U, che offre in omaggio il nuovo Samsung S9;
- Lancia Ypsilon: da 8.950 euro, anziché a 10.450 euro (Tan 6,25%, Taeg 9,27%)

 

Categorie: 4 Ruote

Nidec Asi - 500 km d'autonomia in 15 minuti con l'Ultra Fast Charger

4 Ruote - Mag 07,2018

Tra i limiti principali delle odierne colonnine di ricarica vi è l'assoluta dipendenza dalla rete elettrica. Quando una vettura a zero emissioni viene collegata, la stazione preleva energia dalla rete e la trasferisce direttamente alle batterie dell'auto. Così facendo, durante le operazioni di rifornimento si generano dei picchi di richiesta energetica che, con la progressiva diffusione di nuove colonnine, a livello teorico potrebbero portare la rete locale al collasso. La Nidec, una delle multinazionali più importanti nel settore dei motori elettrici, ha così pensato di creare una sorta di "cuscinetto" che isola la rete dalla colonnina limitandone l'assorbimento energetico, ma garantendo comunque tempi di ricarica estremamente rapidi. Il nuovo Ultra Fast Charger creato dalla Nidec Asi, il dipartimento dell'azienda specializzato nelle Industrial Solutions, nato nel 2012 dopo l'acquisizione della Ansaldo Sistemi Industriali, potrà ripristinare 500 km d'autonomia in soli 15 minuti sulle future auto con tecnologia 800 V.

Veloce e indipendente. La soluzione sviluppata dalla multinazionale è pensata per mantenere la massima stabilità della rete elettrica rispondendo al contempo all'aumento del fabbisogno energetico delle colonnine elettriche. L'Ultra Fast Charger dispone di una batteria integrata da 160 kWh che viene utilizzata per fornire direttamente l'energia necessaria per la ricarica delle automobili. Quando alla colonnina viene collegata una sola auto, gli accumulatori consentono di ricaricarla a 800 volt con una potenza di 320 kW, arrivando così a ripristinare l'80% della carica in un quarto d'ora, garantendo circa 500 km di autonomia ai futuri modelli con tecnologia 800 V, come, per esempio, la Porsche Mission E. Il sistema ha un'efficienza del 95% e consente di ricaricare anche due veicoli in parallelo o tre in serie: collegando due vetture la potenza si dimezza, arrivando a 160 kW con un potenziale elettrico di 400 volt. L'energia utilizzata per la ricarica viene prelevata direttamente dalle batterie, che prendono a loro volta l'elettricità dalla rete limitandosi ad assorbire 50 kW, così da non gravare eccessivamente con il proprio fabbisogno energetico sulle infrastrutture locali. Nel caso in cui le batterie del sistema fossero totalmente scariche, l'Ultra Fast Charger consentirà alle automobili di ricaricarsi a 50 kW. La modularità del progetto, proposto in due diverse varianti, una con raffreddamento ad aria e una con chiller ad acqua (per il quale è necessario un attacco alla rete idrica), permetterà inoltre di aggiornare l'impianto per adattarlo alle future esigenze di interscambio dell'energia delle tecnologie V2G Vehicle to Grid, potendo collegarlo anche a sistemi totalmente off-grid in zone isolate sfruttando, per esempio, dei pannelli fotovoltaici.

Non solo ricarica. L'azienda giapponese ha sviluppato il nuovo Ultra Fast Charger per garantire soluzioni di ricarica rapida alle elettriche del domani, collaborando con partner tedeschi per creare delle solide basi per la diffusione delle auto a zero emissioni con batterie ricaricabili a 800 volt. Dal punto di vista della mobilità elettrica, la Nidec ha inoltre creato una joint venture con il gruppo PSA che, a seguito di un investimento di 200 milioni di euro, porterà la divisione transalpina dell'azienda, la Nidec Leroy-Somer, a produrre dal 2020 a Carrières-sous-Poissy, pochi chilometri a ovest di Parigi, 900 mila motori elettrici all'anno destinati alle Citroën, DS, Opel e Peugeot di nuova generazione.

Categorie: 4 Ruote

Gruppo Cavauto - La Chrysler Pacifica disponibile in Italia anche in versione Hybrid

4 Ruote - Mag 07,2018

La mega monovolume Chrysler Pacifica, sbarcata sul mercato italiano circa due mesi fa, in versione benzina (con il V6 3.5 da 287 CV), sarà disponibile anche in versione ibrida. Il gruppo Cavauto di Monza, che importa anche le Dodge RAM con lautorizzazione della FCA, ha introdotto nel suo listino la Pacifica Hybrid, che parte dal prezzo di 67.950 euro.

V6 3.6 e due elettrici. La Hybrid ha un propulsore ibrido plug-in che abbina il motore a benzina V6 Pentastar a fasatura variabile (4/6 cilindri) da 3.6 litri a un sistema costituito da due motori elettrici e dalla trasmissione automatica elettrica variabile Evt. Il modello importato è omologato per erogare 250 CV, mentre il consumo medio dichiarato è di 7,3 l/100Km (pari a 13,7 km/litro). Lautonomia a emissioni zero è di 53 km, quella complessiva di 911 km.

Batterie in seconda fila. Esternamente la Pacifica Hybrid si differenzia per alcuni particolari, come il disegno dei cerchi, laggiunta dello sportellino per la ricarica, i loghi e (come elettrica) colore acquamarina, posizionati proprio sullo sportellino e sul portellone posteriore, dove si trova anche la scritta Hybrid. In tema di abitacolo e di confort, la Hybrid mantiene labitabilità per 7 persone. La nuova piattaforma infatti consente di collocare le batterie sotto la seconda fila di sedili, evitando così di perdere posto per i passeggeri. Praticità invariata. I sedili possono essere completamente ripiegati a scomparsa, in modo da avere un piano di carico piatto e uniforme, grazie al sistema Stow n Go, che permette di configurare le sedute in base alle esigenze del momento.

Tre allestimenti. In Italia, la vettura sarà disponibile nei tre allestimenti Touring Plus (con porte laterali scorrevoli e portellone elettrico, clima automatico a tre zone, avviamento del veicolo a distanza, allarme di sicurezza, ganci per le borse, sedili anteriori riscaldati, telecamera posteriore, sistema multimediale con display 8,4), Touring L Plus (in più: display a colori da 7 pollici personalizzabile con le informazioni di supporto alla guida, navigatore sul display da 8,4, sistema audio Alpine a 13 altoparlanti, volante riscaldato e sedili riscaldati fino alla seconda fila, parabrezza acustico) e Limited (sedili di pelle Nappa Premium, anteriori ventilati con memoria, porte laterali scorrevoli e portellone elettrici Hands-Free, specchi esterni cromati, fendinebbia a Led, sospensioni elettroniche).

Categorie: 4 Ruote